Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaArtigianatoPane fresco: via alla campagna di comunicazione
Red 12 dicembre 2018
Parte la campagna di comunicazione ed educazione alimentare sul pane fresco. «Promuovere il nuovo marchio regionale e diffondere il consumo di pane soprattutto tra i giovani», auspica l´assessore regionale dell´Artigianato Barbara Argiolas
Pane fresco: via alla campagna di comunicazione


CAGLIARI - Una campagna di comunicazione nei media tradizionali e sui social, laboratori di educazione alimentare nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, un’esposizione al Ghetto degli ebrei di Cagliari ed una mostra itinerante nelle città capoluogo: sono le quattro azioni della campagna di comunicazione dell’Assessorato regionale del Turismo, artigianato e commercio per la diffusione del nuovo contrassegno regionale del “Pane fresco” e la promozione del consumo di questo alimento tra i cittadini sardi. «Diamo attuazione – spiega l’assessore regionale Barbara Argiolas - alla legge regionale del 2016, una delle prime in Italia per la tutela del pane fresco e dei prodotti da forno. In Sardegna, sono quasi mille le aziende panificatrici e danno lavoro a circa 4mila addetti: svolgono un ruolo importante, non solo dal punto di vista economico, ma anche sotto il profilo sociale, perchè panifici e rivendite sono un presidio del territorio, soprattutto nelle zone interne. Con la legge, abbiamo voluto tutelare il loro lavoro quotidiano dall’abusivismo e valorizzare il consumo di pane fresco rispetto a quello congelato o prelavorato che si trova con sempre maggiore frequenza in commercio. Il contrassegno regionale del Pane fresco, di cui già si fregia circa il 10percento delle aziende e che può essere richiesto con un iter molto semplice al Suape, vuole anche aiutare i consumatori a individuare con facilità chi produce e vende un prodotto sano, di qualità e sempre gustoso, a pieno diritto parte della dieta mediterranea e di un’alimentazione corretta».

La campagna di comunicazione ha l’obiettivo primario di far conoscere l’esistenza del nuovo marchio regionale e spingere panificatori e rivenditori a richiederlo. «Questo – spiega Argiolas – è un periodo dell’anno in cui è massima l’attenzione verso il cibo e lo sfruttiamo per avviare un’imponente attività di comunicazione che tocca media tradizionali e social: parte proprio in questi giorni e si concluderà a febbraio del 2019». Infatti, sono previsti spot video e radio sulle emittenti regionali, affissioni, volantini, servizi e publiredazionali su quotidiani sardi, nazionali e su periodici specializzati, attività di comunicazione social con testimonial l’ex calciatore del Cagliari Andrea Cossu, corner informativi nei centri commerciali e la distribuzione dei kit ai negozianti (con volantini, bollini, grembiuli, vetrofanie con il marchio del pane fresco). L’iniziativa dell’Assessorato «da anche particolare importanza all’educazione alimentare delle nuove generazioni, perché il pane è un elemento importante del nostro patrimonio culturale che abbiamo il dovere di far conoscere ai giovani», sottolinea l'assessore. Da gennaio 2019, dunque, partirà un progetto pilota, che coinvolgerà tre istituti primari e secondari di primo grado del territorio regionale e prevede azioni di monitoraggio successive per valutarne l’efficacia. I bambini più piccoli saranno protagonisti di un laboratorio teatrale realizzato dalla compagnia Lucidosottile ed incentrato su un fumetto che verrà distribuito in classe, dedicato alle avventure di Peter Pane e dei suoi pittoreschi comprimari. Il panettiere chef Stefano Pibi proporrà poi un laboratorio sensoriale che vuole illustrare agli alunni il ciclo del pane e le varianti di forma e di gusto che si possono creare. Invece, i ragazzi delle “medie” verranno coinvolti in un laboratorio sugli open data: realizzeranno videointerviste ai panificatori già in possesso del marchio per la creazione di un database che servirà per la creazione di infografiche.

Infine, da martedì 18 dicembre, al Ghetto degli ebrei di Cagliari, aprirà un’esposizione in cui troveranno spazio le sessantacinque proposte grafiche presentate nel concorso di idee bandito lo scorso anno dall’Assessorato per avere il nuovo marchio del pane. Invece, martedì 18 a Cagliari, mercoledì 19 a Sassari, giovedì 20 a Nuoro e venerdì 21 dicembre ad Oristano, una speciale Ape attrezzata sarà il fulcro della mostra itinerante “Pane fresco in piazza”, che prevede distribuzione di pane e materiale informativo ai cittadini. Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa hanno partecipato, oltre all’assessore Argiolas, dirigenti e funzionari del Servizio Gestione offerta del territorio, rappresentanti dei panificatori e delle associazioni di categoria Confartigianato e Cna.

Nella foto: un momento della presentazione
Commenti

Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2019 Mediatica SRL - Alghero (SS)