Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportSport › Shardana all star challenge a Porto Conte
Red 21 marzo 2019 video
Presentata nella sede Fondazione Alghero, l´edizione 2019 della manifestazione che unisce sport ed ambiente. Il grande spettacolo dello sport immerso nei grandi scenari della natura. La grande sfida griffata Shardana Events è rivolta ai big del panorama internazionale, ai professionisti ed agli amatori
Shardana all star challenge a Porto Conte


ALGHERO - Ci siamo. L'attesissimo “Shardana all star challenge” e le “Shardana Tough & short race” sono stati presentati ufficialmente al pubblico ed alla stampa nel corso di una conferenza organizzata mercoledì ad Alghero, città che ospiterà l'edizione 2019 della manifestazione, nella sede della Fondazione Alghero, a Lo Quarter. Presenti il sindaco Mario Bruno, Marirosa Martinelli in rappresentanza del Parco di Porto Conte, il direttore de La Nuova Sardegna Antonio Di Rosa ed Antonello Puggioni, in rappresentanza di Shardana events, organizzatrice dell'evento. A moderare l'incontro, il giornalista Nicola Nieddu.

Domenica 7 aprile, i più straordinari interpreti delle gare Ocr a livello mondiale si daranno appuntamento e sportiva battaglia ad Alghero, con il Parco di Porto Conte a fare da sfondo ad una gara unica nel suo genere, coinvolgente ed affascinante. La Sardegna si prepara ancora una volta a vestire i panni della capitale mondiale della disciplina Ocr (Obstacle cours race), con “Le Prigionette” scenario ideale alla più grande sfida sportiva mai raccontata sull'Isola e ad un'intera giornata da vivere fra natura e pratica sportiva. Intanto, è stato creato il circuito “4Mori Ocr series”: chi parteciperà alla gara di Alghero otterrà in premio solo una parte di medaglia: l'altra, potrà conquistarla a Gonnesa, in occasione di un'altra tappa del circuito e, più avanti,si comporrà di quattro parti in funzione delle quattro tappe in cui sarà suddiviso il circuito stesso.

«Abbiamo accettato con estremo piacere l'invito a ospitare ed essere parte dell'iniziativa – dichiara Bruno - al top per interesse e rilievo internazionale. Una iniziativa che si inserisce in un progetto più ampio portato avanti in una città, Alghero, che punta con convinzione sul turismo sportivo e sui grandi eventi sportivi, come dimostra il nostro ricco calendario. Lo Shardana all star challenge è molto più di una semplice corsa: è una sfida con se stessi, ci sono ostacoli da superare, è questione di resistenza, occorre essere sportivi a tutto tondo. Il tutto, poi, si svolgerà in uno scenario unico nel suo genere, sospeso fra terra e mare: Il nostro Parco di Porto Conte, location fantastica. Parliamo di un evento dal grande appeal e ad alto tasso di partecipazione, una bella domenica inquadrata nel percorso “Emozioni di primavera”. un'occasione per vivere ancora di più e meglio la nostra città. E per farla scoprire. Arriveranno tanti atleti da tante Nazioni, e arriveranno anche tanti sardi da tutta l'Isola. Sarà un grande spettacolo. Grazie per averci scelto, sperando che questo sia solo l'inizio. Come Amministrazione comunale daremo tutta la collaborazione che serve».

«Mi associo a quanto affermato dal primo cittadino di Alghero – rilancia Martinelli - e ribadisco che ad un invito del genere, ad una proposta così interessante e affascinante, noi si poteva dire di no. Il Parco di Porto ospiterà lo Shardana all star challenge, in un momento che contribuirà ad esaltare le bellezze naturalistiche, storiche, culturali ed enogastronomiche del nostro territorio grazie alla grande forza attrattiva dello sport. Siamo pronti a mettere in mostra tutte le bellezze a disposizione, a renderle fruibili ad atleti, accompagnatori ed a chiunque vorrà essere presente. Alghero e il Parco lavoreranno in sinergia per ottenere il migliore risultato possibile».

«Siamo felicissimi di essere ad Alghero – dichiara Puggioni - Questa è la terza edizione della manifestazione, e posso dire che in tre anni abbiamo fatto tanto per farla nascere, per farla crescere e per farla conoscere. Oggi siamo un riferimento per i Challenge a livello mondiale, ci scrivono da ogni parte del mondo. Si preparano a tornare in Sardegna i più forti atleti d'Europa, e quindi del mondo. Il Parco di Porto Conte offrirà loro uno spettacolo ambientale pazzesco: mentre tracciavamo il percorso siamo rimasti a bocca aperta. Sarà una gare moderna, tanti ostacoli e vari livelli di difficoltà. Il Challenge sarà chiaramente il top, poi altre due gare, una competitiva e una per gli esordienti, in modo dare a tutti una possibilità di approccio alla disciplina. Ci aspettiamo una partecipazione importante, come in passato. Abbiamo tutte le Nazioni europee più forti e tutti i più forti italiani: grandi numeri, sarà una grande giornata».

«Gli Shardana erano gli antichi sardi - ha ricordato Di Rosa - un popolo del mare. Anche io, da siciliano, mi sento parte del popolo del mare. Una gara di questo tipo, in Sardegna, sarebbe da proporre tutti gli anni più volte all'anno e in maniera diffusa su tutta l'Isola. Opportunità di curiosare, scoprire, abbinare turismo a competizione: qualcosa di davvero attraente, ne abbiamo bisogno: serve abbinare le giuste proposte ai momenti giusti: il turismo è la voce più importante sull'Isola, ma bisogna allagare gli orizzonti anche nei periodi non balneari. Serve spirito di iniziativa, del pubblico e del privato. Serve rischiare appena di più. Da queste iniziative nascono cose importanti per l'intera regione: lo sport è veicolo di fondamentale importanza per il turismo. Cultura e sport per fare crescere la voglia di venire in Sardegna».

Lo Shardana all star challenge è una corsa interamente made in Sardinia, un rincorsa rilanciata ancora una volta all'inseguimento dell'eccellenza: l'asticella si solleva, la sfida si fa ancora più interessante e stimolante. Si tratta di una gara agonistica di livello internazionale a circuito chiuso riservata ai più forti professionisti Ocr (distanza di 16chilometri inframmezzati da venticinque ostacoli naturali ed artificiali) suddivisi in team da due atleti l'uno in rappresentanza delle Nazioni più forti d'Europa (e del globo): Francia, Germania, Danimarca, Olanda, Polonia e, naturalmente, l'Italia. Prevista la partecipazione di una ventina atleti, in corsa per il podio del “The best team of the rorld” e il montepremi in denaro. Ma non solo, perché il 7 aprile ci sarà spazio anche per le Tough e Short race (gara competitiva e non competitiva, individuale o in team) tipologie di gare aperte ad atleti Ocr e sportivi di ogni genere che devono però aver compiuto i sedici anni di età, da disputare rispettivamente sulla distanza di 16chilometri e venti ostacoli e di 6chilometri con quindici ostacoli, naturali ed artificiali Per partecipare è necessario iscriversi on-line sul sito internet ShardanaEvents o sull'omonima pagina Facebook. La quota d’iscrizione varia in base alla tipologia di gara scelta.

Nella foto: un momento della presentazione
Commenti

21:26
Dopo un addestramento psico fisico di venti giorni per otto ore al giorno, Stefania China ha conseguito a Lisbona il titolo di istruttrice brevettata dall’International krav maga e riconosciuta dal Wingate Institute d’Israele
16/9/2019
Successo del puledro sardo Braveheart de La Folgore in Francia. L´allevamento Lai di Bonorva conquista anche un secondo posto. Terzo posto, invecem per un puledro dell´allevamento Vargiu di Bessude
© 2000-2019 Mediatica sas