Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaCoste › Alghe e ipocrisia: botte Tedde-Selva
Red 26 aprile 2019
«Promesse da marinaio della Giunta Bruno. A Pasqua litorale algherese impresentabile», attacca l´ex consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde. «Tedde continua a sparlare dopo aver realizzato la più grande discarica in centro città e ingiallito il mare di Alghero», risponde l´assessore comunale all´Ambiente Raniero Selva
Alghe e ipocrisia: botte Tedde-Selva


ALGHERO – Non c'è pace sulle coste algheresi. La querelle Posidonia non si placa ed anzi, con l'avvicinarsi della bella stagione, è sempre più sulla bocca di tutti. Stavolta, nel mondo politico locale, si registra il pepato botta e risposta tra l'ex consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde e l'assessore comunale dell'Ambiente Raniero Selva.

«Siamo stati fin troppo facili profeti. L’impegno della Giunta Bruno per liberare le spiagge algheresi dai cumuli di posidonia è stato completamente disatteso e a Pasqua il litorale era ed è impresentabile – attacca Tedde - Abbiamo visto solo mezzi pesanti sulle spiagge di San Giovanni, che hanno provocato solchi di grandi dimensioni, ma non abbiamo capito quali fossero i loro compiti. Comprendiamo le difficoltà di chi amministra con una Giunta monca e senza una Maggioranza. Ma proprio per questi motivi sarebbe stato preferibile raccontare alla città le difficoltà incontrate nell’affrontare il fenomeno che fin dal maggio dello scorso anno si profilava in tutta la sua gravità». L'ex sindaco rilancia l'idea di stoccare provvisoriamente le alghe nell’azienda agricola di Surigheddu-Mamuntanas: «Credo che questa strada sia ancora percorribile. Ma Bruno abbandoni la propaganda mediatica e gli annunci da campagna elettorale perenne e affronti il problema», chiosa Marco Tedde.

«La prossima ordinanza sindacale che suggerirò in Giunta, sarà per impedire ai venti di soffiare. La smetta l'ex consigliere-veggente di Forza Italia di utilizzare il qualunquismo e l'ipocrisia per scomposti attacchi di stampo elettorale. Da chi ha realizzato la più grande “discarica” a cielo aperto in città e ingiallito lo splendido mare della Riviera del corallo, gli algheresi avrebbero gradito ben altre scuse». Tra l'ironico ed il deciso, arriva la riposta a stretto giro di posta di Selva. «È sotto gli occhi di tutti lo sforzo che l’Amministrazione sta compiendo per far fronte ad una scelta sbagliata realizzata nel lontano 2007, come sono una realtà le ingenti risorse destinate al comparto balneare per un riordino complessivo delle concessioni e la pulizia dei litorali».

«Proprio ai concessionari privati, per la prima volta è riconosciuto, grazie all'accordo sottoscritto con Confcommercio, un importante contributo economico per far fronte ai lavori di movimentazione della posidonia. Lavori programmati dall'Assessorato all'Ambiente sulla spiaggia libera con puntualità, ed in corso di realizzazione ormai da diverse settimane. Purtroppo, contro le avverse condizioni meteo-marine, alla base dei nuovi spiaggiamenti di posidonia, nulla si può. Le stesse difficoltà, infatti, le incontrano oggi i balneari, a cui Tedde con dichiarazioni tanto sconclusionate dimostra ostilità e assurda insofferenza», conclude l'assessore comunale.
Commenti
17:24
«Concessioni e posidonia, supporto pieno dell´Amministrazione alle imprese algheresi» è scritto nella nota stampa di Porta Terra. Occhi puntati sulla posidonia mista sabbia rimossa e accatastata a Cuguttu
© 2000-2019 Mediatica sas