Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaElezioni › Europee, domenica Sardegna al voto
S.O. 24 maggio 2019 video
Le urne in Italia saranno aperte solo domenica 26, dalle 7 alle 23. Possono votare tutti i cittadini che hanno compiuto 18 anni e sono eleggibili quelli che hanno compiuto 25 anni
Europee, domenica Sardegna al voto


SASSARI - Tra il 23 e il 26 maggio 374 milioni di cittadini dell'Unione Europea andranno a votare per eleggere i 751 eurodeputati della legislatura 2019-2024. Il voto è cruciale per il senso politico della costruzione europea, scossa dal terremoto Brexit e vista l'attesa avanzata di euroscettici, forze di destra e partiti antisistema. Ognuno dei 28 Paesi si recherà alle urne in giorni diversi e con un sistema elettorale diverso, che discende dalle diverse storie elettorali dei singoli paesi.

Le urne in Italia saranno aperte solo domenica 26, dalle 7 alle 23. Possono votare tutti i cittadini che hanno compiuto 18 anni e sono eleggibili quelli che hanno compiuto 25 anni. In Italia vige un sistema elettorale proporzionale con soglia di sbarramento al 4%. Quello per le Europee è un sistema disegnato nel 1979, per il primo voto diretto per l'Europarlamento, e 'imita' il proporzionale puro allora vigente anche per le politiche. Nel frattempo il sistema elettorale italiano è cambiato più volte - muovendosi verso forme maggioritarie (il Mattarellum o il misto Rosatellum in vigore) o proporzionali con premi di maggioranza (il Porcellum o l'Italicum) - ma la legge per le europee è rimasta fuori dal dibattito sulle riforme elettorali.

Nel voto di domenica 26 maggio l'Italia eleggerà 76 membri dell'europarlamento, anche se solo 73 entreranno subito in carica. Gli altri tre diventeranno effettivi solo quando il Regno Unito uscirà dall'Unione (leggi: come cambiano i numeri). I 76 seggi che spettano all'Italia saranno scelti con il principio proporzionale "tanti voti, tanti seggi". Unico limite: la soglia di sbarramento al 4%. Quei partiti che a livello nazionale non raggiungeranno almeno quella soglia non entreranno nell'europarlamento. Il territorio nazionale è diviso in 5 circoscrizioni: Nord-Est (15 seggi), Nord-Ovest (20), Centro (15), Sud (18) e Isole (8).

Non sono previste coalizioni, con l'eccezione della possibilità di collegamento per le liste delle minoranze linguistiche con un'altra lista. L'elettore dovrà scegliere una delle liste semplicemente facendo un segno sul simbolo relativo. Inoltre può esprimere fino a tre preferenze, scrivendo il nome dei candidati negli spazi accanto al simbolo. Nel caso in cui l'elettore esprima più di una preferenza, queste devono riguardare candidati di sesso diverso pena l'annullamento della seconda e della terza preferenza.
Commenti

© 2000-2019 Mediatica sas