Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroPoliticaAgricoltura › «Piano pecorino romano da migliorare»
Red 14 giugno 2019
«Il nuovo piano di regolazione 2019-2022 dell´offerta del Pecorino romano non sembra in grado di rappresentare lo strumento per limitare l´oscillazione del prezzo del Pecorino romano Dop, che determina il prezzo del latte di pecora», ammonisce l’assessore regionale dell’Agricoltura Gabriella Murgia
«Piano pecorino romano da migliorare»


BORORE - «Il nuovo piano di regolazione 2019-2022 dell'offerta del Pecorino romano non sembra in grado di rappresentare lo strumento per limitare l'oscillazione del prezzo del Pecorino romano Dop, che determina il prezzo del latte di pecora. Perché in buona sostanza non introduce, se non in misura minima e comunque con meccanismi fortemente derogatori, nuovi limiti alla produzione».

Lo ha detto l’assessore regionale dell’Agricoltura Gabriella Murgia, intervenendo ieri mattina (giovedì), a Borore, nel corso dell’assemblea dei soci del Consorzio del Pecorino romano Dop. «È ormai dimostrato – ha sottolineato Murgia - che il crollo del prezzo del latte nei diversi momenti di crisi è stato creato dalla sovrapproduzione del Pecorino romano. Un piano che non tenga conto di questo stato di cose non può avere l'avallo della Regione».

«In un momento nel quale il mondo delle campagne vive uno stato di difficoltà, dovuto anche al basso livello dei prezzi pagati per le produzioni, un consorzio che si occupa della tutela del marchio, della Sardegna, non si può disinteressare dell'impatto delle proprie scelte sulle imprese della produzione primaria, che sono la componente più debole e esposta della filiera». E «l'Amministrazione regionale – ha aggiunto l’assessore - vuole la valorizzazione di tutta la filiera. Alle aziende impegnate nella produzione deve essere garantita la giusta remunerazione del proprio prodotto e il giusto riconoscimento del proprio lavoro».

Nella foto: l'assessore regionale Gabriella Murgia
Commenti
17:03
Sono legittimi i contributi chiesti dal Consorzio di bonifica della Nurra ai propri associati, anche in assenza di un Piano di classifica. La prima sezione della Commissione tributaria provinciale ha rigettato il ricorso presentato da trentatre consorziati contro i ruoli emessi nel 2012 e le conseguenti cartelle esattoriali
14/10/2019
Strascichi giudiziari dopo dichiarazioni rilasciate dalle associazioni Coldiretti e Codacons per la vertenza dei pastori sardi. Non ci faremo intimidire dalle denunce: così Carlo Rienzi presidente Codacons
14/10/2019
«Non mi faccio certo intimidire e continuo a combattere», afferma il presidente della Coldiretti, nel commentare l´indagine scaturita dalla denuncia presentata dal presidente del Consorzio del pecorino romano Salvatore Palitta. «Accuse gravissime, che gli varranno una querela per calunnia», rilancia il presidente del Codacons Carlo Rienzi
© 2000-2019 Mediatica sas