Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCronacaCronaca › Porto Rotondo: sequestro a Villa dei Pesci
Red 14 giugno 2019
Questa mattina, i Carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale hanno eseguito il sequestro preventivo dei locali interrati della villa ubicata a 300metri dal mare, area dichiarata di notevole interesse pubblico
Porto Rotondo: sequestro a Villa dei Pesci


PORTO ROTONDO - Nell’ambito della più ampia attività di controllo delle violazioni urbanistico ambientali consumate nel territorio di competenza della Procura della Repubblica del Tribunale di Tempio Pausania (cioè l’intera Gallura) e riguardante, in questo caso, la fascia costiera della Costa Smeralda, come disposta dal procuratore della Repubblica di Tempio Gregorio Capasso e delegata a quella Sezione di Polizia giudiziaria competente (Corpo forestale, Capitaneria di porto e Polizia locale), nonché ai relativi servizi di Polizia giudiziaria nei Comandi dell’Arma, questa mattina (venerdì), i Carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale hanno eseguito il sequestro preventivo dei locali interrati di “Villa dei Pesci”, ubicata a 300metri dal mare, a Porto Rotondo, area dichiarata di notevole interesse pubblico. I militari del Nucleo Tpc di Cagliari hanno riscontrato che il piano seminterrato dell’immobile, assentito a cantina, era stato invece modificato con destinazione residenziale, con la realizzazione di un’area benessere Spa, bagno turco, sauna, camera da letto e bagno.

Inoltre, le indagini hanno permesso di documentare che la porzione di immobile era già stata interessata nel marzo 2007 da un provvedimento di sequestro preventivo eseguito dai Carabinieri di Porto Rotondo e dall’Ufficio di Vigilanza edilizia poiché, anche in quella occasione, era stata accertata la totale difformità tra lo stato dei luoghi e quanto assentito con concessione edilizia. Questo risultato, che si inquadra nell’ambito dell’attività di tutela svolta dal Comando Tutela patrimonio culturale, è stato raggiunto grazie alla sinergia operativa con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Sassari, che ha contribuito, sull’aspetto tecnico, a far emergere le criticità riscontrate.

Le persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica per i reati di opere eseguite in assenza del titolo abilitativo valido e cambio di destinazione d’uso dell’area. Ed ancora, per falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e falsità ideologica in certificati commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità.
21/10/2019 video
Disperato e con gravi problemi di disagio sociale, un algherese di 44 anni protesta piazzando una tenda davanti all´ingresso dei Servizi sociali, nel centro di Alghero. Da oltre due anni senza un tetto, si rivolge al Comune per chiedere un alloggio. Sul posto l´intervento tempestivo degli agenti di Polizia locale e della delegata alle politiche sociali del Comune, l´assessore Maria Grazia Salaris. La drammatica testimonianza dalle sue parole
10:00
Prima notte trascorsa in tenda nel centro della città, proprio davanti all´ingresso dei Servizi sociali. Uffici disponibili e pronti a far tutto il possibile per venire incontro alle esigenze dell´uomo
21/10/2019
Il personale della Stazione forestale e di vigilanza ambientale di Tonara, durante un´operazione di controllo del territorio, ha scoperto, in località Leitzai, nelle campagne di Tiana, una coltivazione di Cannabis, perfettamente mimetizzata nella folta vegetazione
21/10/2019
L’operazione ha portato alla contestazione di sessanta illeciti amministrativi. I trasgressori dovranno pagare la sanzione amministrativa da 100 a 250euro, fissata dalla legge regionale in materia di turismo a carico di chiunque violi il divieto di campeggio libero in Sardegna
© 2000-2019 Mediatica sas