Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Aree industriali: via al monitoraggio
A.S. 26 agosto 2019
Gli Assessori dell’Industria Anita Pili e dei Lavori Pubblici Roberto Frongia, alla presenza di sindaci, Associazioni di categoria, sindacati, Autorità provinciali e imprese, hanno fatto il punto sulla dotazione infrastrutturale delle aree della provincia di Oristano
Aree industriali: via al monitoraggio


CAGLIARI - Ha preso il via questa mattina, da Oristano, il monitoraggio del sistema delle aree industriali regionali con l’obiettivo di dare risposte concrete alla necessità di infrastrutturazione primaria e secondaria dei poli industriali, delle Zone industriali regionali, Zir, dei Piani di insediamento produttivo, Pip. Gli Assessori dell’Industria Anita Pili e dei Lavori Pubblici Roberto Frongia, alla presenza di sindaci, Associazioni di categoria, sindacati, Autorità provinciali e imprese, hanno fatto il punto sulla dotazione infrastrutturale delle aree della provincia di Oristano e sugli investimenti da realizzare, senza tralasciare gli aspetti legati alla tutela dell’ambiente.

Si va dalle criticità legate all’infrastrutturazione primaria (alcune aree ancora oggi sono sprovviste di rete idrica e fognaria) ai problemi relativi alla banda larga per finire con la metanizzazione, temi sui quali Pili e Frongia hanno già acquisito tutte le informazioni e predisposto i relativi dossier (in particolare su banda larga e metanizzazione). A questi macro temi vanno aggiunte tutte le carenze relative all’infrastruttura viaria, all’illuminazione e a tutte quelle problematiche che non consentono alle imprese di operare con agilità.

Poter essere, a tutti i livelli, collegati e connessi con le altre province e con il resto della regione per sviluppare nuove opportunità per le imprese, è la richiesta arrivata alla Regione dai soggetti coinvolti. Richiesta a cui i due esponenti della Giunta hanno dato risposta immediata. «Siamo qui con l’obiettivo di rilanciare le aree industriali per mettere le imprese nelle migliori condizioni di operare. Non possono, nel 2019, esserci ancora zone d’ombra che sono un ostacolo agli operatori economici e alle aziende in genere. Abbiamo ascoltato le istanze dei sindaci e delle imprese e siamo pronti a mettere a disposizione tutti gli strumenti, a partire da quelli normativi, che possano essere supporto dello sviluppo economico delle nostre aree industriali. Partiamo da Oristano ma gli incontri verranno replicati in tutte le province», ha spiegato l’Assessore Pili.

Nell’Oristanese, che conta 88 paesi, alle carenze legate alla infrastrutturazione primaria e secondaria delle aree industriali si aggiunge una disomogeneità delle zone Pip, ovvero delle aree artigianali, che negli anni ha contribuito a creare ineguaglianze tra aree produttive e Comuni, spesso limitrofi. «Intervenire sulle criticità delle zone industriali equivale a trasformare i problemi in punti di forza - è il parere dell’Assessore Frongia - Come Assessorato siamo pronti a venire incontro alle esigenze di gestione del servizio (acqua, energia, gestione dei rifiuti, accessibilità), necessarie per garantire a chi opera nei territori continuità ed efficienza».
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas