Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariSaluteSanità › «Puntiamo a migliorare il pronto soccorso»
S.O. 27 agosto 2019
Il direttore generale dell’Aou di Sassari, Nicolò Orrù, ricorda gli impegni presi per la struttura del Santissima Annunziata. Il progetto prevede la creazione di un’area presidiata per il monitoraggio post-triage dei pazienti barellati
«Puntiamo a migliorare il pronto soccorso»


SASSARI – «Il progetto prevede una ristrutturazione e nuova organizzazione degli spazi, un collegamento con la Radiologia e con le discipline mediche direttamente interessate alla sua attività. È quanto abbiamo previsto per il pronto soccorso dell’Aou di Sassari, per il quale abbiamo anche deliberato di mettere a disposizione oltre 1,5 milioni di euro». A dirlo è il direttore generale facente funzioni dell’azienda di viale San Pietro, Nicolò Orrù, che ricorda gli impegni presi per la struttura al piano terra del Santissima Annunziata, anche a seguito di alcuni articoli di stampa.

«Vorrei ricordare – riprende Nicolò Orrù – che proprio il pronto soccorso è stato un obiettivo che della dirigenza guidata dal direttore D’Urso. «Nel recente incontro, la commissione regionale sanità – prosegue il direttore generale – ha visitato la struttura e ha potuto conoscere i problemi attuali della stessa. Una situazione non certo ottimale, che ha bisogno di ridurre il carico di afflusso delle persone e di una migliore gestione dei percorsi. Ecco, allora, che proprio la scelta di destinare oltre 1,5 milioni per la ristrutturazione e la riorganizzazione degli spazi è dettata dal fatto che non è più possibile attendere la costruzione del nuovo ospedale, a valle delle stecche bianche, per avere un nuovo pronto soccorso.

«Il progetto – afferma ancora – realizzato dal nostro Ufficio tecnico, che sta lavorando su quello esecutivo, prevede una ristrutturazione, che consentirà di ottimizzare l’impiego delle risorse umane, degli spazi e di limitare al minimo indispensabile gli spostamenti dei pazienti in fase di completamento delle indagini diagnostiche e di stabilizzazione del paziente». «È chiaro – riprende Nicolò Orrù – che la riduzione degli accessi al pronto soccorso dipenderà anche dalla stretta sinergia e collaborazione con i servizi territoriali».

Per quanto riguarda l’organico, il direttore generale ricorda che «abbiamo destinato alla struttura cinque nuovi medici. Inoltre, stiamo portando a conclusione il concorso per medici di pronto soccorso che consentirà, a noi e all'Ats, di assumere personale specializzato. In caso di necessità potranno essere presi anche medici specializzandi dell'ultimo anno di corso che potranno così diventare immediatamente disponibili nelle strutture. Stiamo assumendo infermieri da destinare al pronto soccorso, oltre ad altri tre infermieri che, grazie al progetto per i dipendenti del Policlinico, potremo destinare al miglioramento dell’accoglienza. Per quest’ultimo aspetto, infine, stiamo pensando a un progetto che possa coinvolgere anche l’università».
Commenti
11:15 video
Nelle parole del presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale Sardo, Domenico Gallus, tutte le incognite che gravano sugli ospedali di Alghero. Si spera nella nuova legge sulla Sanità annunciata dalla Maggioranza. E Mario Conoci mette tutti in guardia
9:51 video
L´intervento del sindaco di Alghero, Mario Conoci, in occasione della riunione della Commissione Sanità del Consiglio Regionale Sardo svoltasi presso il presidio ospedaliero di Alghero. Rimane grande incertezza sul futuro della sanità nel territorio, con Ozieri che boccia il Presidio unico mettendo perfino a serio rischio il Primo Livello. Così il Sindaco chiude mettendo in guardia il presidente Gallus: «La sanità di Alghero non può più aspettare». Le sue parole davanti a tutti i dirigenti medici.
12:16
“La riabilitazione dopo il grave danno neurologico acquisito” è il titolo del convegno in programma venerdì e sabato nelle sale dell´Hotel Catalunya di Alghero. Prevista la presenza di esperti sardi e della Penisola
© 2000-2019 Mediatica sas