Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaElezioni › Una poltrona per tre: sceglie Cagliari
P.P. 11 maggio 2019
Ad Alghero dopo settimane di trattative sfumate, per evitare la spaccatura definitiva i partiti di Centrodestra si incontrano a Cagliari. Oggi il tavolo nel tentativo di sbloccare l´incredibile impasse. Probabili due candidati: Conoci e uno tra Camerada e Marinaro. Ma rimane aperta anche la terza via del nome "nuovo"
Una poltrona per tre: sceglie Cagliari


ALGHERO - Sullo sfondo rimangono due o forse addirittura tre candidati differenti. Tutti convinti e determinati a non ritirarsi dalla contesa. Ancora troppo distanti le anime del Centrodestra algherese per convergere su un nome condiviso. Troppi i veleni ancora presenti in circolo tra i partiti, e troppo fresche le ferite aperte dopo le elezioni regionali, col passaggio di testimone tra Tedde e Pais in Regione. C'è poi lo spoils system regionale ad ingarbugliare ulteriormente le cose.

Tanto che, quando sono trascorsi altri tre giorni totalmente infruttuosi, con tavoli, riunioni e incontri senza soluzione, oggi la palla passerà al tavolo regionale che tenterà di dirimere una situazione quasi incancrenita. Dopo cinque anni di opposizione, senza una figura carismatica spendibile ma soprattutto senza ancora un progetto unitario da presentare alla città, si fa tutto maledettamente complicato. Nessuno lo dice chiaramente ma tutti lo sanno: al centro della contesa, infatti, ci sono anche altri equilibri che riguardano i rispettivi leader, in attesa di rassicurazioni cagliaritane, e la matassa potrà sbrogliarsi solo con l'intervento di Solinas.

Così tutti i partiti rimangono sulle proprie posizioni: Riformatori e Fratelli d'Italia spingono per Francesco Marinaro, Forza Italia e Udc su Nunzio Camerada, Psd'Az e Lega su Mario Conoci. Da qui oggi si ripartirà: il tentativo è trovare almeno un motivo per non frantumarsi davanti agli elettori. Il tempo stringe, ma soprattutto i due principali competitor hanno già da settimane avviato la campagna elettorale.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas