Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Psd´Az a Solinas: stop vendita Surigheddu
S.O. 3 giugno 2019
E´ questa la posizione della direzione cittadina del Psd´Az scaturita nell´ultimo incontro, i cui lavori sono stati coordinati dal segretario cittadino Giuliano Tavera
Psd´Az a Solinas: stop vendita Surigheddu


ALGHERO - «Abbiamo chiesto al presidente della Regione Christian Solinas di intervenire e sospendere ogni atto che proponga la vendita di Surigheddu e Mamuntanas. Una richiesta che nasce da valutazioni di merito e dopo una attenta riflessione: un territorio che dispone di aziende agroalimentari di livello nazionale e internazionale come il nostro non può assistere in silenzio, come è avvenuto fino a ora, alla vendita all'asta delle due tenute agrarie senza porsi legittime domande. A cominciare da quella su quali interessi si sta andando a proteggere». E' questa la posizione della direzione cittadina del Psd'Az scaturita nell'ultimo incontro, i cui lavori sono stati coordinati dal segretario cittadino Giuliano Tavera.

«La vocazione del territorio è chiaramente quella turistica
con una forte presenza nelle produzioni agrarie, dalle dimensioni
industriali a quelle tradizionali e cooperative. Il vasto bacino della Nurra algherese ne è l'esempio concreto anche perchè è riuscito, in moltissimi casi, a coniugare il lavoro delle campagne con quello dell'accoglienza e del buon cibo. Una sinergia che si è rivelata vincente. Le potenzialità rappresentate dagli oltre 1.200 ettari di Surigheddu e Mamuntanas debbono essere messe al servizio degli operatori del territorio nel quadro di un progetto generale di sviluppo complessivo che deve prevedere proprio il rafforzamento dell'agroalimentare integrato con il turismo».

«Abbiamo forti perplessità sul fatto che la giunta di centro sinistra appena sconfitta nelle ultime elezioni regionali abbia tenuto conto che in questo territorio sono presenti aziende come la San Giuliano, la Sella & Mosca, la Cantina di Santa Maria La Palma. Ma anche altrettante importanti realtà come l'Accademia Olearia, le Tenute Delogu, l'oleificio Nure, I vigneti delle Tenute Parpinello, piccole cantine e piccoli caseifici e oleifici con produzioni di altissima qualità, un patrimonio enorme di professionalità al quale appare doveroso creare un adeguato supporto come quello rappresentato dalle due aziende agrarie all'asta, in modo da dare a tutti una maggiore capacità produttiva e quindi favorevoli ricadute sul piano economico e occupazionale. Per queste e per altre ragioni abbiamo chiesto al presidente Solinas di impedire che questo rilevante patrimonio terriero vada ad assecondare progettualità lontane dagli interessi del nostro territorio» conclude la direzione locale del Psd'Az.

Foto d'archivio
Commenti
10:34
La prima delibera di Consiglio ad Alghero riporta un grossolano e palese errore nella votazione per l’elezione dei vicepresidenti. Conteggiati 26 voti, ma i membri dell´Aula sono 25
19/7/2019 video
E´ il consigliere comunale Alberto Bamonti il nuovo segretario algherese dei Riformatori Sardi. Senza mai nominarlo, lancia pesanti strali sul "suo" ex sindaco Mario Bruno: «ormai è il trapassato». Poi ringrazia il partito per aver attuato una vera «politica del rinnovamento» e sull´assessore Montis non ha dubbi: «è l´uomo giusto al posto giusto». L´intervista sul Quotidiano di Alghero
13:15
Rimangono grossi dubbi sull´andamento della prima seduta. E spunta fuori anche un grossolano errore nella pubblicazione del primo atto. I due consiglieri comunali del Movimento 5 stelle Alghero Roberto Ferrara e Graziano Porcu, dopo aver sollevato dubbi sulla prima seduta del nuovo Consiglio targato Conoci, pretendono chiarezza
18/7/2019
Rimane in carica giusto il tempo dell´elezione. Monica Pulina si dimette dalla vicepresidenza del Consiglio comunale di Alghero: un gesto forte per chiedere al resto della maggioranza partecipazione nelle decisioni. Nuova votazione in occasione del prossimo consiglio
19/7/2019
Ieri l’incontro nel Medio Campidano. Divisi per area geografica toccheranno tutta la Sardegna con l’obiettivo di studiare opportunità di sviluppo e trovare gli strumenti, in primis politici, per spezzare le catene che tengono ancora legata l’economia sarda
© 2000-2019 Mediatica sas