Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Pais riceve il delegato Generalitat de Catalunya
Red 12 luglio 2019
Ieri mattina, il presidente del Consiglio regionale Michele Pais ha ricevuto in visita ufficiale Luca Bellizzi ed il responsabile dell’Ufficio di Alghero Gustau Navarro
Pais riceve il delegato Generalitat de Catalunya


CAGLIARI - Il rapporto già molto stretto tra il popolo sardo e quello catalano diventerà fratellanza. Legami territoriali, vicende simili, sangue autonomista uniscono le due popolazioni che vogliono stringere maggiori alleanze in campo economico, culturale e tecnologico. La Catalogna, con i suoi 7,5milioni di abitanti, il 20percento del Pil dell’intera Spagna, il 25percento delle esportazioni ed il 28percento dell’industria, guarda con sempre maggiore interesse alla Sardegna, che può diventare un partner commerciale e turistico di primo piano.

Ieri mattina (giovedì), il presidente del Consiglio regionale Michele Pais ha ricevuto in visita ufficiale il delegato della Generalitat de Catalunya in Italia Luca Bellizzi ed il responsabile dell’Ufficio di Alghero Gustau Navarro. «Sono particolarmente lieto, come algherese “orgogliosamente catalano” e come sardo, di ricevervi qui nella sede del nostro Parlamento – ha dichiarato Pais – un’Assemblea da sempre particolarmente sensibile alle vicende del vostro popolo».

Il presidente ha ricordato che, nella scorsa legislatura, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno unitario per esprimere la solidarietà al popolo catalano, che reclamava il diritto di autodeterminarsi attraverso un referendum. «Osserviamo con particolare interesse le vicende del vostro Paese – ha assicurato Pais – il momento è difficile, perché ci sono persone ancora in prigione in attesa della sentenza e leader in esilio che non possono rientrare in Patria. La Sardegna auspica che la pace diventi stabile. Non è più una questione indipendentista, è una questione di diritti civili».

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
17:07
Il Consiglio regionale è convocato per domani pomeriggio. Al primo punto dell’ordine del giorno, la Risoluzione sulla ridefinizione dei rapporti economico-finanziari tra lo Stato e la Regione autonoma della Sardegna ai sensi delle leggi vigenti ed alla luce dei criteri di contribuzione sanciti nella sentenza della Corte costituzionale di quest´anno
© 2000-2019 Mediatica sas