Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteCoste › San Giovanni «fortemente» inquinato
S.O. 30 luglio 2019
Le analisi della Goletta Verde confermano la scarsa qualità delle acque alla foce del Canalone del Lido San Giovanni ad Alghero. L´intera spiaggia è interessata dal divieto di balneazione. Campionamenti fuori norma anche sotto i Bastioni algheresi
San Giovanni «fortemente» inquinato


ALGHERO - «Chiediamo agli Enti preposti di capire quali sono le fonti dell’inquinamento e intervenire subito per efficientare la depurazione». A confermare la scarsa qualità dell'acqua sul Lido San Giovanni di Alghero arrivano gli annuali campionamenti di Legambiente con Goletta Verde. Dei 29 punti monitorati sulla costa, 5 risultano fuori dai limiti di legge. Di questi, 4 sono giudicati “fortemente inquinati” e 1 “inquinato”. Nel mirino ci sono sempre canali e foci, i principali veicoli con cui l’inquinamento microbiologico, causato da cattiva depurazione o scarichi illegali, arriva in mare.

Tra questi proprio la foce del corso presso via Garibaldi a San Giovanni di Alghero, sempre risultato “fortemente inquinato” nei campionamenti degli ultimi cinque anni. I parametri indagati sono microbiologici (Enterococchi intestinali, Escherichia coli) e vengono considerati come “fortemente inquinati” quelli in cui i limiti vengono superati per più del doppio del valore normativo. Insomma, ad Alghero è da codice rosso.

Oltre Alghero, gli altri punti giudicati “fortemente inquinati” in Sardegna sono sulla foce del Rio Mannu, in località Portixeddu, nel territorio comunale di Buggerru (Sud Sardegna), risultato rispettivamente “inquinato” e “fortemente inquinato” nel 2018 e nel 2017; sulla foce del Rio Cuggiani a Valledoria, in provincia di Sassari (risultato analogo lo scorso anno, mentre nel 2017 era risultato “inquinato”) e sulla foce del Rio Foxi a Quartu Sant’Elena (Cagliari), risultato per il secondo anno consecutivo “fortemente inquinato”. Giudicato invece “inquinato” anche un secondo punto di campionamento sempre ad Alghero, presso i Bastioni Cristoforo Colombo, nei pressi di Torre Sulis. Tutti entro i limiti di legge gli altri 24 punti campionati lungo le coste dell’isola dai tecnici di Goletta Verde.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas