Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoCronacaCronaca › Intimidazione al sindaco di Ula Tirso
Red 7 ottobre 2019
Questa mattina, il primo cittadino Ovidio Loi ha trovato sulle scale esterne di casa sua una busta contenente tre proiettili. Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas ha espresso la solidarietà della Giunta
Intimidazione al sindaco di Ula Tirso


ULA TIRSO – Ennesima intimidazione per un amministratore sardo. Questa mattina (lunedì), il sindaco di Ula Tirso Ovidio Loi ha trovato sulle scale esterne di casa sua una busta contenente tre proiettili.

Amareggiato il primo cittadino, che ha annunciato che si confronterà con la sua Amministrazione per mettere meglio a fuoco la situazione. «Esprimo la mia solidarietà personale e quella di tutta la Giunta nei confronti del sindaco di Ula Tirso Ovidio Loi per l’atto intimidatorio subìto. Questi atti vili – dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas – non fermeranno il lavoro svolto onestamente dagli amministratori locali per le loro comunità. Sul piano istituzionale e morale continuerà la nostra battaglia, mia e di tutta la Giunta, affinché i rappresentanti dei cittadini possano avere maggiori tutele».

«Ancora una volta un amministratore locale è fatto oggetto di una grave azione volta a impaurire e creare un clima di paura. Esprimo vicinanza e solidarietà al sindaco di Ula Tirso Ovidio Loi. Mi auguro che i colpevoli siano presto individuati e condannati», ha commentato il presidente del Consiglio regionale Michele Pais.

Nella foto: il sindaco Ovidio Loi
20:15
Emerge una scena del crimine agghiacciante. Il 70enne di Alghero trovato morto nella sua casa di Boca Chica, vicino a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana
14/10/2019
Scene di ordinaria follia a Porta Sant’Antonio dove tre stranieri, in pieno giorno, hanno strattonato una connazionale: forse un tentativo di rapina. Due le perone fermate, nel commando anche un minorenne. Sul posto le forze dell'ordine
21:06
«Ieri, migliaia di cittadini catalani all’interno dell’aeroporto hanno intonato “Bella ciao”, un canto diventato, ormai, il manifesto di tutti i popoli che vogliono battersi per la libertà. Il filo linguistico che lega Alghero e la Catalogna ha, adesso, un altro elemento di comunanza», dichiara il presidente della locale Anpi Antonio Budruni
13/10/2019
La società che gestisce l´aeroporto “Mario Mameli” di Cagliari-Elmas «conferma la sua piena disponibilità a collaborare con gli organi inquirenti (qualora in futuro ce ne fosse bisogno) e ribadisce la sua totale estraneità ai fatti oggetto di indagine»
14/10/2019
Nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Lanusei hanno intensificato le operazioni di monitoraggio e sicurezza. Una ventina di militari hanno controllato oltre duecento persone e cento autovetture
23:26
«La Consulta cívica per les polítiques lingüístiques del català de l’Alguer da il suo supporto ai responsabili catalani che hanno difeso il diritto all´autodeterminazione, con manifestazioni pacifiche e la votazione finale con il referendum del 1 ottobre 2017», si legge in una nota proveniente da Palazzo Serra
© 2000-2019 Mediatica sas