Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaSanità › Porto Torres: appello a clienti e titolari dei market
Red 25 marzo 2020
Porto Torres: appello a clienti e titolari dei market
Appello dell´Amministrazione comunale e dei medici di famiglia. L´invito è ad utilizzare buone prassi per evitare il rischio contagio da CoronaVirus e l’assembramento


PORTO TORRES - L'Amministrazione comunale ed i medici di famiglia di Porto Torres lanciano un appello ai cittadini ed ai titolari di supermercati e negozi di generi alimentari per chiedere il rispetto delle buone prassi e delle indicazioni dell'Istituto superiore di Sanità. La richiesta è finalizzata a ridurre il rischio contagio da CoronaVirus, attraverso il rispetto di alcune regole. Da un primo esame statistico, il maggior affollamento è stato riscontrato dalle 9 alle 12. Viene richiesto ai cittadini di non recarsi a fare la spesa solamente in questa fascia oraria, ma anche in quella pomeridiana, per evitare la concentrazione di persone in prossimità dei punti vendita. Si invitano i cittadini ad avere il massimo rispetto del personale dipendente, al servizio degli utenti in un momento particolarmente delicato per il Paese. Si suggerisce ai cittadini, per la durata dell'emergenza, di scegliere un unico punto vendita di riferimento, rinunciando temporaneamente alla diversificazione degli acquisti in più esercizi per snellire i tempi di spesa e ridurre il rischio di assembramenti. Allo stesso tempo, si richiede ai titolari degli esercizi commerciali di strutturare un servizio di monitoraggio del flusso anche all'esterno, per far rispettare la distanza interpersonale, e di consentire l'accesso al supermercato ad un solo utente per famiglia.

I cittadini vengono invitati a recarsi al supermercato al massimo una volta alla settimana. I punti vendita sono sempre ben riforniti, non ci sono problemi di approvvigionamenti. Viene, perciò, richiesto agli utenti di organizzare i propri acquisti in modo da ridurre al massimo le uscite per la spesa. Spesso, infatti, si può fare a meno di uscire da casa ed è possibile avvalersi del servizio di spesa a domicilio avviato da diverse attività di Porto Torres (generi alimentari vari, prodotti freschi, carni, pane, bibite, frutta e verdura, igiene personale) che offrono la possibilità di ordinare via telefono, e-mail o whatsapp, con consegna diretta dei beni acquistati nell’abitazione dell’utente. Nel sito internet istituzionale del Comune è attiva la sezione “Spesa a domicilio”, in continuo aggiornamento, con l’elenco degli esercizi già operativi.

Durante la spesa, è opportuno rispettare le indicazioni fornite dalle autorità sanitarie. Per cui viene chiesto ai cittadini di utilizzare i guanti monouso, indossandoli solo nel momento dell'accesso al supermercato e non prima; coprirsi bocca e naso anche con una semplice mascherina fatta in casa per tutelare gli utenti ed i lavoratori presenti nel punto vendita; igienizzare le mani e rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro verso gli altri cittadini, i commessi ed i cassieri. E' comunque indispensabile sempre il lavaggio corretto delle mani dopo l'uso dei guanti monouso. Non bisogna mai toccare occhi, naso e bocca mentre si indossano, bisogna toglierli sfilandoli alla rovescia e smaltirli negli appositi contenitori per la raccolta indifferenziata. Ai titolari dei supermercati viene chiesto di mettere a disposizione degli utenti, all’ingresso dell’esercizio, un dosatore di prodotto igienizzante e un paio di guanti monouso. Viene richiesto ai titolari di valutare come opportuna la sanificazione periodica degli ambienti, dei carrelli, dei cestini per la spesa e di tutte le dotazioni dei supermercati. Inoltre, il personale deve rispettare tutte le norme igieniche, usando guanti monouso e mascherine che dovranno essere cambiati e smaltiti secondo le procedure.
Commenti
17:15
I decessi aumentano in seguito alle verifiche che hanno portato all´inserimento di un decesso avvenuto ad aprile e non conteggiato precedentemente. Nessun caso di positività registrato nelle ultime settantadue ore. E´ il dato aggiornato ad oggi in Sardegna dove, in totale, sono stati eseguiti 51.968 test. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto quarantatre, di cui due in terapia intensiva
21:02
Si conferma al 3percento l´incidenza dei positivi nella popolazione sanitaria che ha effettuato lo screening. L´Azienda ospedaliero universitaria ha scelto di precisare la situazione contro dubbi e false notizie diffuse sui social network
25/5/2020
«Meno igienici, se non cambiati di frequente. Molto meglio lavarsi o igienizzarsi spesso le mani», dichiara il sindaco Settimo Nizzi, che annuncia di aver anticipato «di qualche giorno le aperture domenicali e festive delle attività: da oggi potranno osservare il loro normale orario e restare aperte già da domenica 30 maggio, così come il 2 giugno»
12:29
I consiglieri regionali del Partito democratico hanno presentato un documento sulla necessità che, con l´avvio della Fase 2, si provveda «con urgenza alla definizione di trattamento e accoglienza dei turisti asintomatici Covid-positivi, comunque costretti alla quarantena, e dei cittadini sardi che, nelle stesse condizioni, abitassero in case non idonee all´isolamento e sulla necessità di riorganizzazione di tutta la rete ospedaliera, nonché degli spazi e dei percorsi negli ospedali e nei pronto soccorso»
7:22
«La prevalenza dei positivi tra gli operatori è inferiore alla media nazionale. Vincenti le strategie adottate nel tempo», dichiarano dagli uffici dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari
25/5/2020
All´incontro, organizzato nella Sala Angioy della Provincia di Sassari, il commissario dell´Azienda ospedaliero universitaria Giovanni Maria Soro ha illustrato le strategie per l´apertura graduale dei reparti e degli ambulatori
25/5/2020
«La ripresa delle attività svolte da questi centri – spiega l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu – è di grande importanza sia per gli utenti, sia per le loro famiglie. Lo stop, reso necessario per favorire l´isolamento e abbattere la circolazione del virus, ha inciso profondamente sulla qualità della vita delle persone, in particolare dei soggetti più fragili»


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)