Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaSanità › La Regione riavvia le attività sanitarie
Red 6 giugno 2020
La Regione riavvia le attività sanitarie
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas commenta l’approvazione, da parte della Giunta, delle linee di indirizzo per la riprogrammazione delle attività ambulatoriali


CAGLIARI - «Il progressivo azzeramento dei contagi è la più credibile conferma dell'efficacia delle misure adottate sul nostro territorio. Ora siamo pronti ad avviare una nuova fase con la ripresa dell'attività sanitaria ordinaria, in totale sicurezza, e diamo al nostro sistema sanitario gli strumenti necessari per ripartire e dare risposte alle necessità di assistenza dei sardi». Con queste parole, il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas commenta l’approvazione, da parte della Giunta, delle linee di indirizzo per la riprogrammazione delle attività ambulatoriali, quelle di ricovero ospedaliero programmato e per le attività sociosanitarie sospese durante l'emergenza Covid-19 in seguito all'attuazione delle misure per il contrasto della circolazione virale.

«Abbiamo predisposto – dichiara l'assessore regionale della Sanità Mario Nieddu – linee d'indirizzo omogenee per l'intero sistema sanitario regionale. Misure per regolare in modo rigoroso gli accessi alle strutture e i comportamenti da seguire da parte di chiunque, siano essi pazienti, familiari, fornitori o gli stessi operatori sanitari. Indicazioni che consentiranno di disciplinare la presenza delle persone nei vari ambienti, dai pronto soccorso, agli ambulatori, sino ai reparti di degenza, prevedendo l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, l'adozione di soluzioni di distanziamento e screening mirati con tampone naso faringeo, in particolare, prima delle prestazioni più a rischio e verso i soggetti più esposti, anche, ad esempio, nel caso di dimissioni ospedaliere di pazienti verso altri presidi, come Rsa, Hospice e strutture riabilitative».

Oltre alla normale attività ambulatoriale, con le visite in presenza, indispensabili nel caso di primi accessi, si punta allo sviluppo della telemedicina e del teleconsulto, dove possibile, per le attività di controllo, i follow-up e gli aggiornamenti dei piani terapeutici. «Lo scopo – precisa l'assessore – è quello di cadenzare e gestire le presenze nelle strutture, garantendo le prestazioni e, al tempo stesso, tutelando la salute degli utenti e degli operatori dal rischio contagio. Per consentire l'attuazione di un modello di questo tipo e incidere sui tempi d'attesa, abbiamo previsto l'estensione degli orari delle prestazioni ambulatoriali, che potranno essere effettuate anche il sabato». Indicate anche le modalità per la regolare ripresa delle attività di prevenzione, gli screening oncologici, le vaccinazioni pediatriche, obbligatorie per l'accesso ai servizi educativi per l'infanzia e la scuola, e le altre vaccinazioni rivolte in particolare agli anziani ed ai soggetti fragili, con la riallocazione nei centri vaccinali del personale sanitario impegnato nell'emergenza Covid-19 ed una pianificazione delle sedute mirata a impedire gli assembramenti nelle strutture. Spetterà ora alle aziende sanitarie del territorio, con le quali le linee di indirizzo sono state già condivise in fase di elaborazione, approntare i protocolli operativi per darne completa attuazione. «Siamo pienamente consapevoli dell'impatto che l'epidemia ha avuto sul nostro sistema sanitario, in particolare sulle liste d'attesa. Prima che deflagrasse l'emergenza, abbiamo approvato un piano per l'abbattimento a cui abbiamo destinato 20milioni di euro. Ripartiremo con forza da questo punto, per assicurare ai sardi il diritto alle cure», conclude l'esponente della Giunta Solinas.

Nella foto: l'assessore regionale Mario Nieddu
Commenti
11:24
Allestita una nuova sala d´aspetto su Via Padre Manzella. Agli ingressi delle strutture sanitarie sono stati installati termo-scanner per il controllo automatico della temperatura. Al Clemente tre gazebo per riparare l´utenza in attesa
19:41 video
«Così si rilancia e rivitalizza l´Ospedale Marino di Alghero e si scongiura ogni mira speculativa. Il progetto è quello di realizzare un centro di riferimento regionale per la chirurgia robotica ortopedica, un´opportunità enorme per il territorio». Michele Pais fa chiarezza intorno all´idea di inserire il Regina Margherita nell´Aou Sassarese. Le sue parole
21:27
«Lunedì prossimo le Sigle confederali incontreranno ancora una volta l’assessore alla Sanità Nieddu, che martedì scorso era stato informato, dalla Fp Cgil della imminente possibilità di chiusura ma è stato evidentemente un buco nell’acqua», annuncia Paolo Dettori, della Fp Cgil
3/7/2020
Presentato l´emendamento per lo scorporo dell’Ospedale Regina Margherita di Alghero dall´Ats Sardegna e la confluenza nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari. Si tratterà adesso di valutare con estrema attenzione le eventuali ricadute sulla sanità algherese. Politica in guardia: servirà unità e coesione
4/7/2020
Convergenza e unione d´intenti sulla sanità del territorio tra Forza Italia e tutti i gruppi di opposizione ad Alghero. «Si apra la discussione sulla possibilità di passaggio dell´ospedale Marino all´Azienda universitaria sassarese»
17:11
Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale non si sono registrati nuovi casi di positività nell´Isola, che restano 1.369. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto sei, nessuno in terapia intensiva, mentre sono sette le persone in isolamento domiciliare
3/7/2020
Il Gruppo consiliare di Forza Italia Alghero frena sull’incorporazione del Regina Margherita nell´Azienda ospedaliera universitaria di Sassari: discutiamone
2/7/2020
Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si sono registrati due nuovi casi di positività nell´Isola, che salgono così a 1.368. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto sette, nessuno in terapia intensiva, mentre sono sei le persone in isolamento domiciliare
3/7/2020
Al termine della selezione, pubblicata a fine maggio sul sito dell´Ats Sardegna, la Sc Medicina convenzionata di Sassari ha conferito i due incarichi provvisori ae Mariolina Azara ed a Paola Murgia
3/7/2020
«Sono passate altre due settimane, ma i pazienti sono ancora costretti a recarsi a Siniscola», sottolinea la deputata del Movimento 5 stelle, che da tempo segue la vicenda del Centro dialisi
3/7/2020
Il centro ha aperto un ambulatorio al piano terra del Palazzo Rosa, a Sassari. Per fissare la visita, si può telefonare ai numeri 079/2062734 o 079/2061741, oppure inviare una e-mail all´indirizzo web uniep@aousassari.it


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)