Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaArte › Notte di San Lorenzo tra musica ed arte
Red 10 agosto 2019
Questa mattina, nella Pinacoteca nazionale di Sassari, spazio al concerto “Il filo rosso. Denise Fatma Gueye. La Signora canta il blues”. In serata, Conferenza e percorso a tema con “La notte di San Lorenzo. Miracolo, martirio, culto attraverso l’arte”
Notte di San Lorenzo tra musica ed arte


SASSARI - Un concerto ed una conferenza per celebrare al Museo la giornata del 10 agosto, in onore di San Lorenzo. Oggi (sabato), la Pinacoteca nazionale di Sassari apre le sue porte alla musica ed all’arte, in un connubio davvero originale.

Si parte alle 11.30, nel cortile interno, con l’evento organizzato per la rassegna musicale “Il filo rosso”, realizzata dall’Associazione polifonica Santa Cecilia onlus, in collaborazione con l’Accademia di Belle arti “M.Sironi” di Sassari, la Rete Thamus e la Biblioteca universitaria di Sassari. L’ospite di prestigio sarà Denise Gueye che, con il trombettista Giovanni Sanna Passino ed il pianista Maurizio Pulina, presenterà il progetto originale “La Signora canta il blues”.

Alle 18, il direttore della Pinacoteca Giannina Granara introdurrà la conferenza dal titolo “La notte di San Lorenzo. Miracolo, martirio, culto attraverso l’arte”. Verrà presentato “Ritratto di donna”, un dipinto dell’Ottocento italiano di scuola napoletana,riferibile presumibilmente a donna Eusebia, nutrice di San Gennaro e custode delle ampolle con il sangue del Santo. Tra i Santi più venerati dai fedeli, Gennaro ha in comune con San Lorenzo l’evento prodigioso dello scioglimento del sangue. Durante l’incontro, lo storico dell’arte Alessandro Ponzeletti racconterà alcuni particolari riferibili alla storia e all’iconografia religiosa.

Nella foto: il Ritratto di donna
Commenti
16:22
Presentata ieri “Museo of the moon”, l´installazione di Luke Jerram, creata in collaborazione con l’Agenzia spaziale del Regno Unito, l’Università di Bristol e l´Association for science and discovery centres, visitabile da domani a sabato 28 settembre negli spazi dell´ex Manifattura tabacchi, a Cagliari
19/9/2019
Il festival, giunto alla sesta edizione, cambia formula con una programmazione nell’arco di quindici giorni: si parte con una residenza d´artista a Orani, e si conclude con conferenze, laboratori e workshop, street art e cinema a Cagliari
© 2000-2019 Mediatica sas