Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaOpere › «Pronti a presidiare la 4 Corsie»
S.O. 31 luglio 2019
Riformatori Sardi pronti a tutto per la Sassari-Alghero, Bamonti: «Non vorremmo, come accaduto in passato, che per procedere nell´iter fosse necessario un vero e deciso presidio come fece il nostro coordinatore regionale Pietro Fois»
«Pronti a presidiare la 4 Corsie»


ALGHERO - «Non vorremmo, come accaduto in passato, che per procedere nell'iter fosse necessario un vero e deciso presidio come fece il nostro coordinatore regionale Pietro Fois». Rompe gli indugi anche il Centrodestra locale e sulla beffa della Sassari-Alghero a 4 corsie, diventata improvvisamente per volere della commissione Via con sole 2 corsie prende posizione in netta controtendenza rispetto al recente passato.

Il Consigliere comunale ex Udc Alberto Bamonti, oggi coordinatore ad Alghero dei Riformatori Sardi, pronto alla mobilitazione generale. «Siamo totalmente d'accordo col nostro assessore regionale ai Trasporti Roberto Frongia - precisa - la strada Alghero-Sassari deve essere tutta a quattro corsie. Non è una richiesta di parte, la nostra, ma l'unica soluzione possibile rispetto ai termini di sicurezza emersi da studi e analisi come riporta pure l'assessorato regionale».

«Una volta che i fondi sono stati messi in sicurezza, come divulgato dal Governo Nazionale, adesso occorre imprimere un'accelerata affinchè l'opera, attesa da oltre 20 anni, venga portata a compimento» sottolinea con forza Alberto Bamonti all'indomani della nota della Regione Sardegna inoltrata al Ministero, attraverso cui si evidenzia la necessità di dare corso al progetto già approvato dalla Regione e da tutti gli altri soggetti interessati.
Commenti
18/9/2019
«Perché per riaprire un ponte in provincia di Cagliari sono bastati sette giorni e invece il ponte di Oloè è chiuso da 2013? È incredibile. Sono stati spesi milioni di euro per tenere il ponte chiuso e, dopo l’ennesimo intervento scopriamo che comunque non sarà riaperto e che servono altri lavori», sottolinea il consigliere regionale della Lega Pierluigi Saiu
17/9/2019
«Nessuno era a conoscenza della necessità di una indagine geognostica, ne dell’esigenza di rinforzare le fondamenta. Solo ora, davanti a un provvedimento del Tribunale di Nuoro, apprendiamo della necessità di ulteriori lavori sul Ponte di Oloè, che rincresce, anche a nome della Giunta regionale e del presidente Solinas, di non poter ancora consegnare alle comunità locali», dichiara l’assessore regionale dei Lavori pubblici Roberto Frongia
© 2000-2019 Mediatica sas