Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariSportBasket › Basket: Dinamo attende Reggio Emilia
A.B. 16 novembre 2019
Ieri, il coach del Banco di Sardegna Dinamo Sassari Gianmarco Pozzecco ha incontrato la stampa per parlare della sfida di campionato in programma questa sera, al PalaSerradimigni, contro la Grissin Bon Reggio Emilia
Basket: Dinamo attende Reggio Emilia


SASSARI – Ieri (venerdì), il coach del Banco di Sardegna Dinamo Sassari Gianmarco Pozzecco ha aperto la conferenza stampa prepartita con un pensiero per la città di Venezia: «Come Dinamo siamo vicini per quello che sta succedendo, faccio un grosso in bocca a lupo al presidente della Reyer, nonché sindaco di Venezia Brugnaro, siamo solidali con tutta la città». Oggi, alle 20.30, al PalaSerradimigni di Sassari, arriva la Grissin Bon Reggio Emilia di coach Buscaglia. «Noi dobbiamo guardare al nostro percorso, di volta in volta il mio staff è sempre molto preparato sull’avversaria, ma la parte più importante per noi è riuscire a giocare la nostra pallacanestro per migliorarci. A tratti giochiamo un basket che in pochi giocano attualmente in Europa, non ho meriti se non dare la serenità giusta a questi ragazzi, la realtà delle cose è questa, siamo belli da vedere e questo va riconosciuto. Dico quello che penso, vedo persone che si impegnano ogni allenamento sempre più, sarebbe una mancanza di rispetto nei loro confronti non dire e sottolineare quanto stiamo giocando bene».

Che avversaria è Reggio Emilia?
«Una piazza solida, che negli ultimi anni sta facendo bene, ha avuto un percorso di cui deve essere orgogliosa, tutti ricordiamo piacevolmente la finale scudetto del 2015. Hanno cambiato molto e hanno giocatori di altissimo livello, come ad esempio Peppe Poeta, che io stimo molto, perché conosce la pallacanestro ed è ancora un grandissimo giocatore capace di costruire l’atmosfera giusta nello spogliatoio. I giocatori di talento a Reggio Emilia sono tanti, penso a Mekel, Johnson-Odom, Vojvoda».

La chiave del match di domani?
«I nostri avversari hanno buoni tiratori e lunghi dinamici e veloci. Una parte importante sarà la nostra transizione difensiva, è normale che siamo un po’ preoccupati del fatto che loro sono abili in campo aperto, dobbiamo stare attenti ed evitare cali mentali».

In conclusione, il coach sottolinea come Jamel Mclean sia una pedina fondamentale per questo gruppo: «Oggi, ho preparato un video da far vedere ai ragazzi in cui ci sono quattro azioni di fila dove Jamel è dominante senza fare canestro contro Strasburgo. E’ per noi un valore aggiunto inestimabile in una squadra come la nostra, perché ha una capacità di leggere situazioni difensive usufruendo del dinamismo che altri suoi compagni di squadra non hanno. L’unica vera difficoltà che al momento sta vivendo è che la gente non lo prenda in considerazione e che lo paragonino a Miro Bilan, questo per me è ingiusto. Jamel deve togliersi questa percezione psicologica che vive, succedeva anche a me quando giocavo. Mi piacerebbe che riguardaste le immagini della Supercoppa, Curtis ha meritato il premio di mvp, ma secondo me senza Mclean non avremmo mai vinto quel trofeo».

Nella foto: coach Gianmarco Pozzecco
Commenti
23:13
Dopo l´addio di Lamine Sene, ora alla Dinamo lab, l’ex allenatore della Nazionale italiana guiderà la squadra turritana a partire da questo sabato nella sfida contro Padova
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2019 Mediatica SRL - Alghero (SS)