Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanità › «Si convochi subito il consiglio comunale aperto»
Cor 4 luglio 2020
«Si convochi subito il consiglio comunale aperto»
Convergenza e unione d´intenti sulla sanità del territorio tra Forza Italia e tutti i gruppi di opposizione ad Alghero. «Si apra la discussione sulla possibilità di passaggio dell´ospedale Marino all´Azienda universitaria sassarese»


ALGHERO - «Sullo scorporo dell’Ospedale Marino dall’Ats per essere incardinato nell’azienda universitaria, la città, il Consiglio Comunale, le forze sociali e politiche, gli operatori sanitari, vogliono vederci chiaro. Subito un Consiglio Comunale aperto per discutere la proposta e dare un indirizzo chiaro da parte degli algheresi».

Sulla sanità algherese c'è un filo che unisce il principale partito della maggioranza e tutti i gruppi consiliari di opposizione. Così allo stop preoccupato di Forza Italia, segue la richiesta dei consiglieri Mario Bruno, Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Raimondo Cacciotto, Mimmo Pirisi, Valdo Di Nolfo e Ornella Piras: «Non è con un blitz estivo in Regione che si risolvono i problemi della sanità algherese» ribattono.

«Non siamo contrari pregiudizialmente alla proposta - che vorremmo conoscere e discutere dettagliatamente prima - purché in legge sia comunque mantenuto il DEA di primo livello per l’Ospedale di Alghero (oggi Civile e Marino sono funzionalmente legati in unico ospedale, su due presidi) anche in assenza di ortopedia e riabilitazione che andrebbero all’Università (per il DM 70 sono essenziali vengano mantenute nel DEA di primo livello, pena il declassamento), che venga finanziato comunque il nuovo ospedale di Alghero, sempre più necessario, che le funzioni specialistiche presenti al Marino, ma di competenza dell’ATS, come l’oculistica, vengano mantenute e semmai rafforzate» concludono.

Nella foto: una recente manifestazione organizzata dal comitato spontaneo di cittadini a difesa dell'Ospedale Marino di Alghero
Commenti
20:00
Le vittime sono due uomini e una donna residenti nella Città metropolitana di Cagliari, rispettivamente di 79, 70 e 87 anni e una 94enne residente nella provincia del Sud Sardegna. 241 i nuovi casi rilevati attraverso attività di screening e 204 da sospetto diagnostico
19:14
«Dalla Regione il massimo impegno per le persone fragili e per le famiglie», dichiara il governatore dell´Isola Christian Solinas, in materia di politiche sociali
1/12/2020
Il fenomeno, secondo l´Organizzazione mondiale della sanità, potrebbe causare oltre 10milioni di morti all´anno entro il 2050. Pubblicato uno studio firmato da quattro ricercatori del Dipartimento di Fisica cagliaritano sulla rivista scientifica internazionale “Nature communications”, firmato da Chiara Fais, Giuliano Malloci, Paolo Ruggerone e Attilio Vargiu con alcuni gruppi di ricerca dell´Università di Birmingham e del King´s college di Londra
1/12/2020
Grazie allo sforzo congiunto tra il Centro trasfusionale dell’Arnas “G.Brotzu” e le aziende sanitarie dell’Ats, la Regione Sardegna, da dicembre avrà a disposizione un’ulteriore arma a sostegno delle terapie che vengono utilizzate quotidianamente sui pazienti ricoverati nei presidi Covid
30/11/2020
Giovanni Baldassarre Spano (presidente Comitato Uniti contro la chiusura dell’Ospedale Marino) e Paola Correddu (per il Comitato Acabàura) chiedono formale impegno al sindaco Mario Conoci, quale massima autorità sanitaria cittadina
1/12/2020
La Giunta regionale ha approvato una delibera nell’ambito del “Piano regionale di protezione, decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’ambiente ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto”
30/11/2020
Nelle ultime quarantotto ore, calano da 525 a 512 i casi positivi nel territorio comunale. Nello stesso periodo, scendono da venticinque a ventiquattro i pazienti ricoverati
30/11/2020
Si sono registrati otto decessi, tre residenti nella Città metropolitana di Cagliari, due nella provincia del Sud Sardegna e tre rispettivamente nelle province di Sassari, Oristano e Nuoro. Sono stati rilevati 157 nuovi casi attraverso attività di screening e 172 da sospetto diagnostico
30/11/2020
Con una lettera indirizzata all’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, al commissario straordinario dell’Ares Massimo Temussi e agli uffici territoriali competenti, i sindaci dell’Unione del Coros chiedono la riapertura dei due ambulatori di igiene pubblica


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)