Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaScuola › «I sardo-leghisti si accorgono della scuola»
Cor 28 agosto 2020
«I sardo-leghisti si accorgono della scuola»
Critiche durissime: Dopo aver clamorosamente perso 230mila euro di finanziamenti pubblici, l´Amministrazione comunale di Alghero corre ai ripari e stanzia fondi da bilancio per tentare di riaprire le scuole in sicurezza


ALGHERO - «Alla buon’ora! Finalmente l’Amministrazione sardo-leghista si ricorda dell’esistenza delle scuole algheresi e scopre che a breve esse dovranno riaprire. Questo dopo che per ben due volte l’Amministrazione aveva bucato due bandi (pubblicati il 25 giugno e il 3 luglio) del Ministero, che mettevano a disposizione dei comuni fondi strutturali PON destinati a “Interventi di adeguamento ed adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid”, perdendo in questo modo 230mila euro. Rispondendo a una nostra interrogazione in Consiglio comunale, il sindaco per coprire l’incapacità sua e della sua giunta, affermò che era stata fatta dagli uffici una valutazione, secondo la quale quelle risorse non erano necessarie».

Critiche durissime all'indirizzo dell'amministrazione di Alghero piovono dai banchi dell'opposizione. «Ora, il 27 di agosto, con tutta calma e con una certa pomposità, l’Amministrazione comunica di aver stanziato dei fondi da bilancio per la ripartenza delle scuole, dimostrando, invece, una volta di più quanto quei soldi dei bandi PON fossero oltremodo necessari e come sia stato un danno enorme perdere quei fondi europei, che avrebbero permesso alle casse del comune (e quindi dei cittadini!) di risparmiare 230mila euro. L’Amministrazione comunica anche di aver partecipato a un bando (finalmente uno lo hanno visto...) per l'assegnazione di finanziamenti utilizzabili per affitti di locali e/o acquisto di strutture modulari per l’avvio dell’anno scolastico».

«A proposito di questo bando, viste le abitudini piuttosto sportive dei nostri amministratori sardo-leghisti, ci preme ricordare loro che nel bando è scritto che “Gli enti locali devono assicurare, sia nell’individuazione degli immobili ovvero degli spazi da prendere in affitto, sia anche nell’acquisto, nel noleggio o nel leasing delle strutture modulari temporanee a uso scolastico il rispetto delle procedure ad evidenza pubblica, lì dove necessarie, e comunque il rispetto dei principi di parità di trattamento, non discriminazione, libera concorrenza, trasparenza e proporzionalità previsti dalla normativa in materia di contratti pubblici» concludono Pietro Sartore, Gabriella Esposito, Mario Bruno, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Beniamino Pirisi e Valdo Di Nolfo.
Commenti
23/10/2020
Nuovo studente positivo alle medie ad Alghero. Si tratta di un copione già visto nel plesso di via Giuseppe Biasi, scuola secondaria di Primo grado del Terzo Istituto Comprensivo della città, dove gli studenti attendono ancora i tamponi
22/10/2020
Il sindaco del Comune di Arzachena Roberto Ragnedda, in accordo con la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo n. 2, ha deciso di chiudere in via precauzionale la scuola primaria della frazione di Abbiadori


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)