Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanità › Mario Bruno replica all´assessore alla Sanità
Cor 27 ottobre 2020
Mario Bruno replica all´assessore alla Sanità
«E’ bene che l’assessore Nieddu questa volta torni ad Alghero non per incontrare i suoi amici leghisti, ma per partecipare ad un Consiglio Comunale aperto. Saranno in molti a chiedergli non di moltiplicare le poltrone, ma medici e infermieri»


ALGHERO - «L’assessore regionale della sanità, Mario Nieddu, dimostra di non conoscere la realtà sanitaria algherese. Il suo disinteresse lo aveva già dimostrato quando, invitato il 1 agosto ad un Consiglio Comunale aperto per analizzare la situazione anche in vista di un autunno caldo sul fronte dell’assistenza ospedaliera, non si è presentato, trovando il tempo però, qualche sera prima, di fare visita ad Alghero per un’assemblea della Lega, il suo partito, che, evidentemente viene prima degli interessi della sanità e di quelli istituzionali». Duro e sferzante l'ex sindaco di Alghero in replica alle rassicurazioni dell'assessore Nieddu sulla grave situazione venutasi a creare in città nei due ospedali.

«Gli avremmo chiesto - continua - come mai non avesse trovato il tempo per assumere, anche in convenzione con l’AOU, gli anestesisti sufficienti per dotare la terapia intensiva di Alghero del personale necessario al fine di non pregiudicare altri servizi vitali dei nostri ospedali, e di aprire il reparto con accreditamento definitivo e non in emergenza. Gli avremmo chiesto come mai non avesse fatto aprire le sale operatorie ristrutturate da tempo al civile, mantenendo invece la commistione con l’ostetricia in un’unica sala operatoria, che avrebbe dovuto avere percorsi separati anche per eventuali pazienti covid, posto che sarebbe sconveniente ritrovarsi con pazienti operati in urgenza, magari risultati poi positivi, in un ambiente dove c’è anche la sala parto. Silenzio tombale dall’assessore e dai suoi sodali, il Presidente Pais e il Sindaco Conoci».

«Oggi, invece, senza programmazione alcuna, nel silenzio generale, sopra le teste delle comunità locali, dei sindacati e degli operatori, decide di aprire ad Alghero una terapia intensiva covid senza i filtri di sicurezza adeguati, chiudendo l’attività chirurgica ordinaria degli ospedali, chiudendo l’endoscopia e altre discipline vitali per un vasto bacino di utenza. Non basta - attacca Mario Bruno - smantella anche l’Ospedale Marino, giustificando la scelta di un ospedale covid solo come emergenziale e provvisoria, graduale. Però gli atti parlano chiari: requisiti 47 posti letto tra ortopedia, traumatologia, riabilitazione, oculistica. Senza aver condiviso la scelta con il territorio, senza alcun atto programmatorio. E ci chiediamo dove andranno coloro che hanno necessità di interventi e di cure in ortopedia e traumatologia, di riabilitazione, di interventi oculistici, di assistenza e cura in diabetologia, pneumologia, dermatologia».

«Forse faranno come stanno facendo gli algheresi e tutti i sardi in questo momento. Ricorrendo al privato e pagando di tasca. Un milione e duecentomila sardi che attendono una visita, trentamila nel bacino di Alghero. Rimandati di un anno, se va bene. Oncologici compresi. E chi non ha risorse? E’ bene che l’assessore Nieddu questa volta torni ad Alghero non per incontrare i suoi amici leghisti, ma per partecipare ad un Consiglio Comunale aperto. Saranno in molti a chiedergli non di moltiplicare le poltrone, ma medici, infermieri, ausiliari, di garantire diritti, a nome di pazienti oncologici, diabetici, malati di Alzheimer, microcitemici, psichiatrici, di tutti i malati che non riescono più ad ottenere neanche una visita di controllo. Saranno in molti, noi compresi, a offrirgli proposte di buon senso che, garantendo l’assistenza per i malti covid, non la neghino anche agli altri pazienti» conclude l'ex sindaco di Alghero.
Commenti
27/2/2021
Christian Solinas predica prudenza dopo il via libera alla zona bianca e conferma «la volonta di proteggere la Sardegna con tutti gli strumenti che possano garantire severi controlli sanitari per coloro che entreranno nel nostro territorio regionale»
20:05
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, le persone positive al Coronavirus sono quarantanove, settantacinque in meno rispetto a due settimane fa. Nello stesso periodo, i ricoverati sono diminuiti da diciotto a dieci
16:48
Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l’Isola un tasso di positività dello 0,7%. Sono invece 210 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-5), mentre restano 19 i pazienti in terapia intensiva
11:38
Parole di Tatiana Argiolas, consigliera comunale di Alghero. «Ora più che mai servano controlli severi per garantire il rispetto delle regole, oltre ovviamente ai controlli sanitari in entrata nel nostro territorio regionale»
6:58
La Sardegna dalla giornata di oggi, lunedì 1 marzo, si risveglia in Zona bianca. E´ la prima regione in Italia a sperimentare la fascia con minori restrizioni. Riapertura graduale per tutte le attività. Solinas firma la nuova ordinanza | ORDINANZA
27/2/2021
Firmata dal Ministro Speranza l´ordinanza che dispone il passaggio in zona bianca della regione Sardegna. In corso il tavolo di confronto tra Ministero della Salute, Iss e Regione Sardegna per definire le modalità attuative
12:08
I risultati dell’attività di screening, effettuata giovedì e venerdì per verificare la presenza della variante inglese del Covid-19 nella comunità di Bono, mettono in evidenza una bassa circolazione del virus: su 1.620 persone sottoposte a tampone naso-faringeo e all’esame molecolare/antigenico, sei cittadini sono risultati positivi al Coronavirus (lo 0,36percento)
26/2/2021
L´isola aspira a diventare la prima regione bianca. Contagi in netta diminuzione per tre settimane di seguito, Rt contenuto e terapie intensive ben al di sotto del limite precauzionale del 30%. Cresce l´attesa per le nuove ordinanze del Governo
28/2/2021
Sono 215 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (due in meno rispetto al dato di ieri), mentre restano diciannove i pazienti in Terapia intensiva. Cinquantacinque i guariti nelle ultime ventiquattro ore
28/2/2021
Studio della struttura complessa di Chirurgia maxillo-facciale mette in luce che una lunga infezione può provocarne la distruzione. La terapia con cortisone può ridurre l’infiammazione. Il trial terapeutico pubblicato su Rhinology
27/2/2021
Sono 217 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (sette in meno rispetto a ieri), mentre scendono da ventidue a diciannove i pazienti in Terapia intensiva (- tre). Sono sessantatre i guariti nelle ultime ventiquattro ore)
27/2/2021
Da lunedì 1° marzo Lombardia, Piemonte e Marche in fascia arancione. In zona rossa Basilicata e Molise. Dati confortanti in Sardegna, dove l´indice Rt è il migliore d´Italia ma nessun pronunciamento ancora dal Ministero
27/2/2021
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, si registra un netto miglioramento nella cittadina turritana (ventuno positivi in meno rispetto a due settimane fa). Cinque le persone quarantena
28/2/2021
E’ la linea espressa da Forza Italia, dopo la riunione dei parlamentari, dei consiglieri regionali e degli assessori della Sardegna
26/2/2021
Sono 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (cinque in meno rispetto a ieri), mentre restano ventidue i pazienti in Terapia intensiva. 140 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
27/2/2021
Un Ufficio relazioni con il pubblico accogliente e con cui entrare in contatto in tempo reale. Al Policlinico “Duilio Casula” di Monserrato è stato inaugurato un sistema innovativo e primo in Italia
27/2/2021
«E´ necessario garantire che le Direzioni delle Stroke unit regionali siano affidate prioritariamente ai neurologi», spiegano i consiglieri regionali del Gruppo Liberi e uguali Sardigna Daniele Cocco ed Eugenio Lai, che ieri mattina hanno presentato un´interrogazione sull´argomento
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)