Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCronacaSoccorsi › Imbarcazione in fiamme e nave incagliata
Red 12 agosto 2019
Nuova giornata di intenso lavoro da parte degli uomini dell’Ufficio Circondariale marittimo di Golfo Aranci per tutelare la vita umana in mare. Oggi, sotto il coordinamento della Sala Operativa di Olbia, l’Ufficio Circondariale di Golfo Aranci ha coordinato un nuovo soccorso ad un´imbarcazione in fiamme davanti Capo Figari
Imbarcazione in fiamme e nave incagliata


GOLFO ARANCI - Nuova giornata di intenso lavoro da parte degli uomini dell’Ufficio Circondariale marittimo di Golfo Aranci per tutelare la vita umana in mare. Oggi (lunedì), sotto il coordinamento della Sala Operativa di Olbia, al comando del capitano di Vascello Maurizio Trogu, l’Ufficio Circondariale di Golfo Aranci, al comando del tenente di Vascello Angelo Filosa, ha coordinato un nuovo soccorso ad un'imbarcazione in fiamme davanti Capo Figari. L’unità di 15metri, bandiera inglese, era in navigazione in direzione Porto Cervo. quando uno dei due motori ha preso fuoco con dinamiche ancora da chiarire.

Pronta la richiesta di soccorso, a cui rispondeva Golfo Aranci inviando la motovedetta Cp709, il gommone Gc147 ed usciva anche, su ordine del comandante Filosa, il rimorchiatore del Gruppo ormeggiatori, con a bordo il primo luogotenente Anselli, nostromo di Circomare Golfo Aranci. I sei passeggeri a bordo, tra cui un bambino, sono stati imbarcati su un'unità da diporto in transito, mentre l’incendio è stato spento con mezzi di bordo da parte dei due membri di equipaggio. I sei sono stati sbarcati nel porto di Golfo Aranci ed accolti dai militari. A bordo. Sono rimasti due membri dell’equipaggio che, assistiti dal rimorchiatore degli ormeggiatori e dal gommone, hanno condotto l’unità nella banchina di emergenza del porto per le verifiche tecniche.

Mentre era in corso questa operazione, il maresciallo Izzo, della Delegazione di spiaggia di Porto Rotondo, ha ricevuto una segnalazione per una nave da diporto di 30metri, con otto persone a bordo, battente bandiera inglese, incagliata nei bassi fondali del Golfo di Cugnana, nel territorio comunale di Olbia. Filosa ha dirottato la motovedetta verso la nave in difficoltà per assistenza e sicurezza in mare. Nello stesso tempo, anche Izzo è giunto sul posto con un mezzo della Marina di Porto Rotondo. Grazie all’impiego di sub e rimorchiatore, la nave è stata disincagliata e portata alla fonda in zona di sicurezza per le ulteriori verifiche allo scafo. I mezzi della Guardia costiera sono così rientrati nei rispettivi Comandi.

Questa mattina, la stessa Cp709 ha provveduto ad effettuare una ricognizione nel punto di affondamento dell’imbarcazione andata distrutta ieri sera davanti l’isolotto Li Nibani, per verificare la presenza di eventuali tracce di inquinamento. In mattinata, invece, tutte le persone presenti sull’unità affondata sono state ascoltate nell’Ufficio Locale marittimo di Porto Cervo dal luogotenente Arialdo Deiata per chiarire le dinamiche dell’incendio, per la successiva inchiesta sul sinistro marittimo. All’armatore ed al comandante dell’imbarcazione è stata anche notificata la diffida del capo del Compartimento marittimo di Olbia, prevista dalla Legge di difesa del mare, per eliminare e prevenire i potenziali rischi per l’ambiente marino.
13/9/2019
Oggi pomeriggio, i militari della Guardia costiera di Alghero sono intervenuti, con il personale medico del 118, per prestare soccorso ad un turista olandese infortunatosi nel corso di una gita nelle Grotte di Nettuno
© 2000-2019 Mediatica sas