Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaSanità › Il Liceo Azuni sulla Curvatura biomedica
Red 6 novembre 2019
Il Liceo Azuni sulla Curvatura biomedica
In programma venerdì mattina, nell´Aula magna della sede centrale dell´istituto sassarese, in Via Rolando, la presentazione del nuovo percorso con curvatura biomedica


SASSARI - Da liceali a professionisti della sanità? Orientarsi in tal senso già dagli studi superiori è ora possibile al Liceo Classico, Musicale e Coreutico “D.A.Azuni” di Sassari. Infatti, l’Istituto di Via Rolando è l’unico della provincia, dopo la partecipazione al relativo bando pubblico indetto dal Ministero dell’Istruzione, ad avere ottenuto il percorso di potenziamento ed orientamento “Biologia con curvatura biomedica”. Saranno 130 i licei classici e scientifici in tutta Italia a fruire di questo nuovo percorso didattico, nato dalla proficua collaborazione tra la Direzione generale degli ordinamenti scolastici e la Presidenza degli Ordini dei medici, dei chirurghi e degli odontoiatri.

Il percorso biomedico ha recepito il modello ideato e sperimentato dal Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, che fa da scuola capofila nazionale e ha il compito di predisporre la piattaforma web su cui condividere il modello organizzativo ed i contenuti didattici. Venerdì 8 novembre, alle 11, nell’Aula magna della sede centrale dell'Azuni, il nuovo percorso didattico, già attivo dall’inizio dell’anno scolastico, verrà presentato dal dirigente scolastico, Roberto Cesaraccio, dal presidente dell’Ordine dei medici della provincia di Sassari Nicola Addis, dal vicepresidente Salvatore Lorenzoni e dai docenti Giannina Piras e Fabio Di Pietro, rispettivamente referente del percorso e delegato del dirigente nell’incontro per l’avvio del nuovo iter didattico al Ministero dell’Istruzione a Roma.

«La sperimentazione del nuovo percorso – spiega Cesaraccio - avrà una durata triennale, una struttura flessibile e si articolerà in periodi di formazione in aula e di apprendimento in laboratorio. L’obiettivo è quello di fornire risposte concrete alle esigenze di orientamento post-diploma degli studenti, per facilitarne le scelte sia universitarie, che professionali». Già dalla terza classe del liceo, infatti, gli alunni potranno verificare se abbiano le attitudini e la volontà di intraprendere un percorso di formazione in ambito sanitario. I corsi prevedono moduli di formazione in aula e di didattica laboratoriale, con un monte ore annuale di cinquanta ore, venti delle quali tenute da docenti interni di scienze, venti da medici indicati dall’Ordine provinciale di categoria e dieci ore “sul campo” in strutture sanitarie, ospedali e laboratori di analisi anch’essi individuati dall’Ordine professionale. Una cabina di regia nazionale, composta da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, coordinerà l’attività e valuterà l’efficacia dei risultati scientifici ottenuti a fine percorso.

«Pur non avendo potuto aderire alla precedente edizione per difficoltà contingenti - precisa Addis - i consiglieri e la presidenza dell’Ordine provinciale dei medici hanno sempre condiviso le finalità della sperimentazione. Una condivisione non priva di preoccupazioni per l’impegno e la responsabilità derivanti dal ruolo che siamo chiamati a svolgere, anche se molte preoccupazioni sono state fugate dopo le informazioni ricevute nella recente riunione tenutasi al Ministero dell’Istruzione, dove ci è stato illustrato il meccanismo di gestione del percorso già ampiamente collaudato. L’entusiasmo sta contagiando i colleghi e molti hanno dato la disponibilità per gli insegnamenti del primo modulo, dunque abbiamo motivo di ritenere che in tempi brevi si riusciranno a coprire anche i moduli successivi». Sono già in corso di definizione anche gli accordi per lo svolgimento delle attività laboratoriali in varie strutture sanitarie, per garantire un’attività pratica che fornisca agli studenti ulteriori stimoli di apprendimento. Si apre davvero un nuovo orizzonte, dunque, anche a Sassari, per chi aspira ad indossare in futuro un camice bianco.
Commenti
18:21
Sono 1.371 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall´inizio dell´emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi, per il secondo giorno consecutivo, non si registrano nuovi contagi
7/7/2020 video
Sulla sanità ed il futuro degli ospedali di Alghero non è più tempo di annunci o blitz. Il leader di Forza Italia chiede chiarezza sul primo livello e sul nuovo ospedale. «Non ci sono pregiudiziali sul passaggio del Marino all´Aou ma bisogna capire, discutere e soppesare tutti i pro e contro» precisa Marco Tedde, pronto al fronte comune sul potenziamento della sanità nel territorio. Le sue parole sul Quotidiano di Alghero
17:48
Un Consiglio Comunale aperto sulla situazione della sanità algherese, alla presenza dell’assessore regionale, dei consiglieri regionali del territorio, delle forze sociali, politiche e sindacali. A chiederlo formalmente al presidente Raffaele Salvatore sono i consiglieri Esposito, Sartore, Bruno, Cacciotto, Ornella Piras, Mimmo Pirisi e Di Nolfo
13:16
E’ evidente, quindi, che con un taglio dal 30percento al 50percento dei posti disponibili nei reparti ospedalieri non si può parlare di ripresa delle attività ordinarie, ma si può solo prendere atto che la riprogrammazione delle attività sanitarie post-Covid si sta compiendo attraverso una drastica diminuzione delle prestazioni sanitarie pubbliche
6/7/2020
Presidio ospedaliero di Alghero, la ASSL Sassari impegnata contro la carenza di personale medico: L´azienda conferma il blocco della chirurgia all´ospedale civile
6/7/2020 video
«Gli algheresi attendono risposte». L'ex sindaco di Alghero interviene e chiede serietà. Pronti al dialogo ed alla discussione sul futuro dell'ospedale Marino e dell'Ortopedia ma serve un progetto condiviso con gli operatori e definito per rilanciare la sanità del territorio. L'intervista con Mario Bruno sul Quotidiano di Alghero
7/7/2020
Questa la richiesta dei consiglieri comunali dei gruppi di Centrosinistra X Alghero, Sinistra in Comune, Futuro Comune,e Partito democratico per quanto riguarda i Servizi di salute mentale
7/7/2020
Alghero vacanze sicure, è la campagna di promozione e sensibilizzazione dell’Assessorato comunale al Turismo sulle regole utili per arrivare in Sardegna e trascorrere le vacanze in sicurezza nella Riviera del Corallo. Giude pubblicate in italiano, inglese e francese
8:09
Il Gruppo Progressisti ha presentato un ´interrogazione in Consiglio regionale «per segnalare le criticità riscontrate sul nuovo sistema dell’Aou di Sassari di prenotazione prelievi e accesso al laboratorio analisi del Palazzo rosa, che stanno causando notevoli disagi all’utenza»
6/7/2020
Il gruppo “Uniti contro la chiusura dell’Ospedale Marino”, dopo aver appreso dalla nota con la quale la Quarta commissione presieduta da Domenico Gallus ha prospettato la possibile inclusione dell’Ospedale “Regina Margherita” nel sistema dell´Aou Sassari, ha deciso di pronunciarsi in proposito
7/7/2020
In considerazione della presenza di due letti per stanza, un parente di un paziente potrà entrare la mattina, mentre l’altro la sera. Gli ingressi al “Duilio Casula” di Monserrato saranno permessi facendo la massima attenzione e considerandone caso per caso l´opportunità
6/7/2020
«A partire dal 10 luglio, accogliendo la richiesta dell’assessore alla Sanità della Regione Sardegna, Mario Nieddu, la Difesa invierà tre medici militari della Marina militare», ad annunciarlo è il sottosegretario alla Difesa, con delega alla Sanità militare, Giulio Calvisi


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)