Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaCronaca › Lavoratori in nero: pizzicati in cinque
Red 16 febbraio 2020
Lavoratori in nero: pizzicati in cinque
Continua l’attività della Guardia di finanza di Cagliari a contrasto del lavoro nero ed irregolare, impegno che, negli ultimi giorni, si è concretizzato nella conclusione di tre interventi ispettivi con l´individuazione di cinque lavoratori privi della regolare contrattualizzazione in più unità lavorative della provincia


CAGLIARI - Continua l’attività della Guardia di finanza di Cagliari a contrasto del lavoro nero ed irregolare, impegno che, negli ultimi giorni, si è concretizzato nella conclusione di tre interventi ispettivi con l'individuazione di cinque lavoratori privi della regolare contrattualizzazione in più unità lavorative della provincia. Un primo intervento ha riguardato un'autofficina di Quartu Sant'Elena. Entrati nell'officina, i militari hanno identificati tutte le persone al lavoro. I successivi approfondimenti hanno fatto emergere che tre di loro operavano “in nero”. Dall’esame della documentazione acquisita, è emerso che uno dei tre lavorava dal 2014, mentre gli altri due sono risultati impiegati dal dicembre 2019. Per questo, il titolare dell’attività commerciale, oltre ad essere stato diffidato a regolarizzare la posizione dei tre lavoratori irregolarmente impiegati, è stato destinatario di sanzioni amministrative pari, nel massimo, a 64.800euro.

A queste, si è aggiunta un’ulteriore sanzione (compresa tra i 4.320 ed i 25.920euro), in quanto uno dei tre è risultato essere inserito all’interno di un nucleo familiare che beneficia del Reddito di cittadinanza. Nel corso degli approfondimenti, è emerso che i tre hanno ricevuto le retribuzioni degli ultimi due mesi in contanti, modalità non consentita dalla Legge di bilancio del 2018, che ha imposto, dal primo luglio 2018, l’obbligo di pagamento delle retribuzioni con modalità tracciabili: per questa violazione, il datore di lavoro è stato destinatario altresì di una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di mille ed un massimo di 5mila euro.

Un secondo intervento, in un negozio di abbigliamento nell’hinterland di Iglesias, ha portato alla rilevazione di un lavoratore in nero. Visto chr il periodo di lavoro in nero accertato è stato inferiore ai trenta giorni, è stata irrogata al datore di lavoro una sanzione amministrativa compresa tra i 1.800 ed i 10.800euro. Inoltre, è stato rilevato che il datore di lavoro ha corrisposto ad altri due lavoratori, regolarmente assunti, le retribuzioni indicate in busta paga in contanti: è scattata, anche in questo caso, la sanzione amministrativa da mille a 5mila euro. Infine, visto che il personale in nero individuato è risultato essere in misura superiore al 20percento del totale dei lavoratori presenti, il titolare del negozio è stato segnalato all'Ispettorato territoriale del lavoro per l’applicazione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Un ultimo intervento è stato condotto in un’attività di ristorazione a Villaputzu. Il controllo ha consentito di rilevare che il lavoratore risultava essere privo di qualsiasi regolarizzazione formale del rapporto di impiego, sia sotto il profilo contributivo, sia assicurativo. Il titolare, oltre alla diffida a regolarizzare la posizione lavorativa del dipendente, ha ricevuto, anche in questo caso, una sanzione amministrativa da un minimo di 1.800 ad un massimo di 10.800euro. Con questi, sono complessivamente otto i lavoratori in nero scoperti dall’inizio dell’anno, mentre in tutto il 2019 le Fiamme gialle cagliaritane, in 501 controlli, hanno scoperto 101 lavoratori in nero e 322 irregolari, con la verbalizzazione di sessantuno datori di lavoro.
15:08
«Cessato il fenomeno dell’animale di pelouche da portare a spasso – dichiarano dagli uffici della Polizia di Stato - adesso si diventa animalisti diretti in campagne inesistenti come gli stessi animali che si va a dar da mangiare. Si diventa super eroi andando a trovare la fidanzata, perché inconsolabile, data la lontananza. Ci si scopre maniaci del pulito, diretti negli autolavaggi per dedicarsi alla cura della propria vettura. Oppure, senza necessariamente dare spiegazioni e privi di autocertificazione, ci si sposta e basta»
21:03
«Ho appreso con grande dispiacere della scomparsa della professoressa Franca Valsecchi, studiosa di botanica, mia concittadina, che tanto lustro ha dato alla Sardegna e ad Alghero», dichiara il presidente del Consiglio regionale Michele Pais
11:00
Proseguono i controlli in città, sei violazioni accertate nella giornata di martedì. Tra i sei sanzionati, ci sono tre ottantenni che sono stati trovati dagli agenti mentre stavano seduti su una panchina in porta sant´Antonio
31/3/2020
Gianfranco Mureddu, è stato travolto e ammazzato dalla caduta di un albero mentre svolgeva i lavori di potatura. L´uomo era molto conosciuto in paese e lascia una tristezza infinita nei numerosi conoscenti
30/3/2020
Oltre settanta controlli alle persone ed agli esercizi commerciali, con cinque violazioni accertate. Questo il bilancio dell´attività della Polizia locale, che anche domenica ha pattugliato tutto il territorio per assicurare il rispetto della normativa in materia di contrasto al Covid-19
19:42
Sono state sanzionate sette persone a Cagliari, altrettante ad Iglesias, quattro a Nuoro, due a Sassari ed una a Tempio Pausania, per un totale (dal 14 marzo) di 195. Nei controlli sono impegnati circa 900 forestali
31/3/2020
«Grande tristezza desta, anche nel mondo ambientalista sardo, la scomparsa della professoressa Franca Valsecchi». Inizia così il ricordo affidato della nota botanica al delegato Wwf Italia per la Sardegna Carmelo Spada ed al coordinatore Lipu Sardegna Francesco Guillot


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)