Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaLavoro › Addette mensa senza stipendio. «Valiamo meno del fango»
Cor 17 maggio 2020
Addette mensa senza stipendio
«Valiamo meno del fango»
Da mesi senza stipendio ne risposte. E´ lo sfogo, amarissimo, di un´addetta mensa assunta dalla società che ha in appalto dal Comune di Alghero il servizio, impegnata nell´impiattamento ed alla distribuzione del pranzo ai bambini delle scuole algheresi


ALGHERO - «Dal mese di marzo ci siamo ritrovate senza lavoro e senza retribuzione con tutta la vita intorno a noi che continua ad essere a pagamento come se nulla fosse. L'azienda, che non ha mai avuto alcun occhio di riguardo verso il proprio personale, si è dimostrata spietata più che mai decidendo di non anticipare assolutamente il Fondo di Integrazione Salariale (Fis), ma la cosa che mi rammarica ancora di più è il totale disinteressamento da parte del Sindaco Mario Conoci verso i propri cittadini algheresi nonché lavoratori dell'azienda assunta in appalto proprio dal Comune. In data 11 maggio, una mia collega scrisse un post pubblico col quale manifestava tutto il nostro grande disagio e, con questo, chiedeva aiuto al Sindaco Mario Conoci che risponde con due righe contate scrivendo che si sarebbe informato a riguardo. In primis, mi appare molto sconcertante sapere che il Sindaco non fosse a conoscenza della situazione in cui riversano i lavoratori dell'azienda assunta in appalto da loro. In secundis, ad oggi (17 maggio), ben 6 giorni dopo, non abbiamo ricevuto alcuna notizia da parte del Sindaco Mario Conoci. Tutto questo dimostra che noi valiamo meno di un numero, siamo totalmente invisibili e nessuno ci tutela. Grazie al totale disinteressamento da parte dell'azienda Gemeaz Elior Spa e dell'Amministrazione Comunale con a capo Mario Conoci, versiamo in una condizione che va oltre i limiti. Ci è stata tolta ogni forma di dignità, siamo abbandonate a noi stesse senza poter manifestare fisicamente in quanto l'attuale situazione sanitaria mondiale non lo permette e ritrovandoci, come già detto, con tutta la vita a pagamento (affitto della casa, bollette, cibo ecc.). L'azienda non ci vuole fornire nemmeno il numero di protocollo della domanda per il Fis per constatare a che punto sia e se effettivamente sia stata fatta. Ci ritroviamo disarmate a combattere una pandemia e a combattere contro un'azienda e un Sindaco totalmente assenti. Voglio che tutto questo venga a galla perché un cittadino, un lavoratore non vale meno di un pezzo di fango». E' lo sfogo, amarissimo, di un'addetta mensa algherese, Laura Solinas, assunta dalla società che ha in appalto dal Comune il servizio, impegnata nell'impiattamento ed alla distribuzione del pranzo ai bambini delle scuole algheresi. Dopo 10 anni di lavoro si ritrova, insieme alle colleghe, senza stipendio e senza risposte neppure dall'amministrazione comunale. Un'accusa gravissima, che si aggiunge alle altre numerose presunte inadempienze dell'azienda nei confronti delle lavoratrici: si parla di straordinari non retribuiti e dubbie trattenute in busta paga mai rimborsate.
Commenti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)