Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanità › Visite vietate ad Alghero, lettera all´Assl
Cor 14 luglio 2020
Visite vietate ad Alghero, lettera all´Assl
Il Sindaco si rivolge al al Dott. Antonio Francesco Cossu Direttore Presidio Ospedaliero Unico di Area Omogenea e al Dott. Flavio Sensi Direttore di Area della Assl di Sassari


ALGHERO - Situazione sempre critica nelle strutture ospedaliere del territorio di Alghero. Tanto che nelle ultime ore i consiglieri comunali di minoranza, compatti più che mai con tutti i gruppi consiliari schierati a difesa delle strutture ospedaliere, hanno chiesto al Presidente Salvatore l'immediata convocazione dell'Aula per affrontare la questione sanità [LEGGI]: mancata apertura della terapia intensiva e bocciatura dell'accreditamento, sale operatori e trasferimento del Marino all'Ats. Tanti temi oggetto di attenzione, a cui si aggiunge l'impossibilità dei familiari alle visite ospedaliere. Tanto che il sindaco - in attesa di capire come si relazionerà con l'Aula - si è rivolto Direttore Presidio Ospedaliero Unico di Area Omogenea per chiedere spoiagazioni. Di seguito la lettera inviatagli a firma di Mario Conoci.

Sono certo che sia possibile individuare una soluzione che, compatibilmente con il rispetto delle norme di contrasto alla diffusione del virus, consenta anche in questa situazione, di non trascurare le implicazioni umane ed affettive che hanno la stessa rilevanza di quelli sanitari e che, senza dubbio, contribuiscono in maniera determinante al benessere dei pazienti e dei loro familiari e conoscenti. “Pervengono con sempre maggiore frequenza accorati appelli da parte dei cittadini relativamente al divieto di far visita ai pazienti ricoverati presso l’Ospedale di Alghero, introdotto a seguito della grave recente emergenza sanitaria. Si tratta spesso di familiari di ricoverati in condizioni di medio lungo degenza che da mesi non ricevono le visite ed il conforto dei propri cari. Altri rischiano di non ricevere l’ultimo saluto, come, purtroppo, già accaduto in questo periodo. Non meno importanti sono le conseguenze di carattere psicologico sui pazienti che pur non avendo trascorso un lungo periodo di ricovero, sono privati della possibilità di ricevere le viste dei parenti. Fermo restando che le stringenti misure introdotte sono motivate dalle particolari criticità relative alla propagazione del Covid, specie nelle struttura sanitarie e di ricovero, Vi chiedo di verificare la possibilità di consentire ai parenti, assicurando in ogni caso il rispetto delle misure di sicurezza, le visite contingentate ai pazienti ricoverati presso l’Ospedale di Alghero. Sono certo che sia possibile individuare una soluzione che, compatibilmente con il rispetto delle norme di contrasto alla diffusione del virus, consenta anche in questa situazione, di non trascurare le implicazioni umane ed affettive che hanno la stessa rilevanza di quelli sanitari e che, senza dubbio, contribuiscono in maniera determinante al benessere dei pazienti e dei loro familiari e conoscenti.
Commenti
19:03
Salgono a 1.427 i casi di positività- Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, si registrano nove nuovi casi, di cui due migranti arrivati in Sardegna con gli ultimi sbarchi. Cinque casi rilevati nella Città metropolitana di Cagliari, due nel Sud Sardegna, uno a Nuoro ed uno a Sassari
22:04
Si è conclusa martedì, a Nuoro, la formazione per i primi quindici medici di emergenza territoriale, previsti nel bando di Areus pubblicato ad agosto 2019. Entro l’autunno, saranno in tutto sessanta i medici che ultimeranno il percorso formativo
12:29
Consegnate dall´associazione “La nobile stanziale” le apparecchiature che saranno utili nella gestione delle attività del reparto dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari
3/8/2020
Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, si registrano altri due casi positivi: una turista elvetica già rientrata a casa da Sassari ed un bulgaro attualmente in isolamento fiduciario a Cagliari
4/8/2020
Lo ha dichiarato l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, commentando il progetto nato dalla sinergia tra Regione autonoma della Sardegna, Ministero della Difesa, la Rete di solidarietà Ad Adiuvandum, con le associazioni ed altri soggetti promotori, presentato ieri a Cagliari
3/8/2020
«Puntiamo a rilanciare due presidi importanti, non solo per il proprio territorio di riferimento, ma anche per il contributo che potranno dare alle altre strutture, in particolare dell´area metropolitana», dichiara l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)