Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaAgricoltura › Coldiretti a Porto Torres tra i banchi di scuola
M.P. 15 ottobre 2018
Lezione di stagionalità della Coldiretti nord Sardegna tra i banchi di scuola. Campagna Amica sale in cattedra davanti ai circa mille alunni dell’Istituto comprensivo 1 di Porto Torres
Coldiretti a Porto Torres tra i banchi di scuola


PORTO TORRES - Lezione di stagionalità della Coldiretti nord Sardegna tra i banchi di scuola. Campagna Amica sale in cattedra davanti ai circa mille alunni dell’Istituto comprensivo 1 di Porto Torres.

Asilo nido, scuola materna, elementare e medie seguiranno per un giorno le lezioni del tutor del mercato di Campagna amica, di Coldiretti Donne Impresa e Apos (Op degli olivicoltori del Centro-Nord Sardegna). L’appuntamento, realizzato in collaborazione con il Comune di Porto Torres, è per domani, martedì 16 ottobre, con laboratori ludico-didattici su pasta fresca, terra, latte e grano, marmellata, olio e con gli animali.

«Campagna Amica non è solo mercato ma è anche didattica e cultura – spiega il presidente di Coldiretti Nord Sardegna Battista Cualbu -. Per questo ogni anno collaboriamo con le scuole per portare la campagna tra i banchi di scuola e con essa la coscienza del lavoro dei campi, della stagionalità, del saper fare, del rispetto delle terra e dell’ambiente. Crediamo sia fondamentale, soprattutto con i giovani, ricostruire un rapporto diretto con la terra ed il mondo rurale».

«Lo facciamo, infatti, con dei laboratori iterativi – evidenzia il direttore di Coldiretti Nord Sardegna Ermanno Mazzetti – dando la possibilità ai ragazzi non solo di conoscere la trasformazione del latte e grano in formaggio e pane, o come si mette a dimora una pianta o come ci si rapporta agli animali, ma facendogli fare l’esperienza in prima persona con i propri sensi. Grazie a Campagna Amica stiamo dando un sensibile contributo nella riscoperta delle stagionalità, ma anche del saper fare, del profumi e sapori della terra e di conseguenza nel rispetto dell’ambiente. Di questo dobbiamo molto ai nostri produttori ed al loro rapporto diretto con i consumatori che settimanalmente affollano i nostri mercati».
© 2000-2019 Mediatica sas