Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaRiti › Celebrazioni 4 novembre: da Sassari a Napoli
Red 4 novembre 2019
La Brigata Sassari ha aperto ai cittadini le porte della caserma “La Marmora” e dei suoi Reggimenti storici (151esimo e 152esimo). A Napoli il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha decorato la Bandiera di guerra del 151esimo Reggimento fanteria “Sassari”
Celebrazioni 4 novembre: da Sassari a Napoli


SASSARI - Si è svolta oggi (lunedì), davanti al monumento alle vittime di tutte le guerre nel Parco “Emanuela Loi” di Via Montello, a Sassari, la cerimonia celebrativa del “Giorno dell’Unità nazionale” e “Giornata delle Forze armate”, giornata attraverso la quale tenere viva, nelle nuove generazioni, la coscienza collettiva sulle radici e sull'identità nazionale. La cerimonia ha visto la partecipazione delle massime autorità civili, militari e religiose del territorio, lo schieramento di un picchetto d'onore interforze e del corpo bandistico "Luigi Canepa" per la resa degli onori ai labari delle Associazioni combattentistiche e d'Arma, ai gonfaloni della città e della Provincia di Sassari ed alla massima autorità.

In onore dei caduti, è seguita la deposizione della corona del prefetto, del presidente della Giunta regionale, del presidente del Consiglio regionale, del sindaco, del commissario straordinario della Provincia, del comandante della Brigata Sassari. generale Andrea Di Stasio, e delle Associazioni combattentistiche e d'Arma. Ed ancora, la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro della Difesa Lorenzo Guerini, del Bollettino della vittoria e della motivazione della Medaglia d'oro al milite ignoto. Infine, il discorso del vicepresidente nazionale dell'Associazione nazionale combattenti e reduci e l'esibizione degli studenti della Corale studentesca “Città di Sassari”, che hanno intonato “Dimonios”, il celebre inno della Sassari. Sempre a Sassari, nella caserma “La Marmora”, in Piazza Castello, sede del Comando Brigata, è stato possibile visitare il museo storico della grande unità che custodisce le tradizioni dei leggendari “diavoli rossi”, attraverso un'articolata esposizione di reperti, cimeli e fotografie d’epoca che continuano ad affascinare migliaia di visitatori e richiamare numerose scolaresche. I “sassarini” si sono messi a disposizione dei loro concittadini, ai quali hanno potuto raccontare in prima persona la Brigata Sassari, dalle origini dei suoi gloriosi reggimenti fino ai più recenti impegni operativi nazionali e nelle missioni di pace all'estero.

La caserma “Gonzaga” di Via Carlo Felice, a Sassari, sede del 152esimo Reggimento fanteria, e la caserma “Monfenera” di Viale Poetto, a Cagliari, sede del 151esimo Reggimento fanteria, hanno aperto le porte per consentire ai visitatori, attraverso alcuni spazi espositivi appositamente allestiti, di conoscere la Forza armata, la sua storia, i suoi mezzi e soprattutto le opportunità professionali che oggi l'Esercito mette a disposizione dei giovani. Analoga iniziativa ha riguardato la caserma “Pisano” di Teulada, in cui è stata aperta al pubblico la “Sala cimeli e ricordi” del Terzo Reggimento bersaglieri, dove sono presenti numerosi documenti di grande interesse storico riguardanti l’epopea risorgimentale, il Primo ed il Secondo conflitto mondiale dell’unità più decorata dell’Esercito italiano. A Cagliari, infine, si è tenuto il concerto della Banda musicale della Brigata Sassari, che si è esibita nel palazzo del municipio.

La Brigata è stata protagonista anche a Napoli, città che quest'anno ha ospitato le celebrazioni conclusive dedicate al 4 novembre. All'importante celebrazione nel capoluogo partenopeo ha partecipato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nello splendido scenario del lungomare di Via Francesco Caracciolo, sul golfo di Napoli, si è tenuta una sfilata che ha visto impegnati oltre 500 militari di ogni Forza armata (Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri) e della Guardia di finanza. Alla sfilata, hanno preso parte anche i gonfaloni delle Amministrazioni locali, le Associazioni combattentistiche e d'Arma, i decorati di Medaglia d'oro al valore militare, i richiamati nel ruolo d'onore e gli atleti del Gruppo sportivo paralimpico della Difesa. Momento solenne della celebrazione è stata la consegna delle onorificenze alle Bandiere di guerra di alcune unità militari. Tra queste, ha sventolato la Bandiera di guerra del 151esimo Reggimento fanteria della Brigata Sassari, alla quale il Capo dello Stato ha consegnato l'onorificenza di cavaliere dell'ordine militare d'Italia.

Nella foto: il Presidente Mattarella decora la Bandiera di guerra
Commenti
22:38
Ieri, è stata commemorata la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri, del 78esimo anniversario della “Battaglia di Culqualber” e della “Giornata dell’orfano”, istituita nel 1996
© 2000-2019 Mediatica sas