Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaSanitàCovid-19: a Sassri, tra algoritmi e procedure
Red 21 maggio 2020
Covid-19: a Sassri, tra algoritmi e procedure
Lo studio realizzato dal Pronto soccorso «ha messo in luce la correttezza delle scelte effettuate nei ricoveri di 209 pazienti, che hanno effettuato il tampone dopo il loro ingresso nel reparto di destinazione finale», dichiarano dall´Azienda ospedaliero universitaria


SASSARI – Uno studio su 209 pazienti ricoverati tra il 18 aprile ed il 7 maggio dopo un loro accesso in Pronto soccorso, mostra come nessuno dei soggetti, poi ospitati in vari reparti dell’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari, sia risultato positivo alla malattia Sars-Cov2. Il lavoro, basato sull’algoritmo decisionale sviluppato da procedure in accordo con le linee guida dell'Iss, lo ha realizzato il Pronto soccorso-Medicina d'urgenza del Santissima Annunziata. Sono stati presi in esame, nel periodo ancora acceso della pandemia, il numero totale degli accessi (1.285), il numero dei ricoveri totali (413), il numero dei totali ricoverati da percorso pulito (220). Di questi ultimi, 209 hanno effettuato il tampone rinofaringeo in reparto: 208 sono risultati negativi, mentre uno solo positivo si è rivelato un probabile falso positivo, in quanto i successivi due tamponi di conferma hanno dato esito negativo. «La positività di un solo tampone rinofaringe su 209 – si legge nello studio – conferisce all’algoritmo validato un elevato valore predittivo negativo che, in questo caso, potrebbe essere ulteriormente rafforzato dalla verosimile bassa prevalenza di malattia nella popolazione».

L'algoritmo decisionale, elaborato dal gruppo di studio guidato da Paolo Pinna Parpaglia, utilizza una serie di informazioni epidemiologiche, cliniche, laboratoristiche e radiodiagnostiche. Infatti, gli snodi decisionali si articolano su tre livelli. Il primo livello (esterno-pretriage), basato sulla valutazione infermieristica alla tenda (pazienti autonomi) o in camera calda (pazienti trasportati dal 118), come misurazione temperatura corporea e valutazione presenza sintomi quali tosse, febbre, sintomi respiratori e contatti stretti con soggetti malati. Il secondo (interno-checklist), basato sull'individuazione, da parte dell’infermiere addetto al triage, coadiuvato se necessario dal medico, di criteri maggiori e minori di infezione Sars-Cov2. Il terzo livello (isolamento-isolamento preventivo in Ps), per pazienti inizialmente definiti sospetti al termine dei precedenti step valutativi, con ulteriore approfondimento clinico, anamnestico e diagnostico (ematochimico e radiologico) ed eventualmente eziologico (tampone rinofaringeo per Covid). In base alla raccolta sistematica e standardizzata di queste informazioni, l'algoritmo decisionale conduce alla scelta del percorso successivo all'interno del quale inserire il paziente. Si avrà così il percorso pulito per il paziente “Covid improbabile”, il percorso “grigi” per il paziente Covid sospetto con tampone rinofaringeo negativo ed il percorso Covid+ per il paziente Covid accertato con tampone positivo.

L'algoritmo decisionale utilizzato nel Pronto soccorso dell’Aou di Sassari ha superato la validazione interna e ha individuato con precisione la bassa probabilità di infezione da Sars-Cov2. Nessuno dei pazienti Covid improbabili durante il ricovero ha sviluppato malattia Covid ed il 99,5percento delle analisi sul tampone sono risultate negative (100percento, se si considera che l'unico tampone positivo è risultato essere un falso positivo). «L’algoritmo validato – spiega dottor Pinna Parpaglia – si è dimostrato un validissimo supporto decisionale per i pazienti con patologie acute che necessitano di ricovero ospedaliero. È stato predisposto con lo scopo di evitare la penetrazione del virus all'interno dell'ospedale e salvaguardare la sicurezza di pazienti e operatori, consentendo di identificare una popolazione con infezione Sars-Cov2 altamente improbabile», conclude. Ad ulteriore conferma della validità dell’algoritmo decisionale e del collegato rigoroso rispetto delle procedure, dal momento della sua adozione nessun operatore del Pronto soccorso è mai risultato contagiato dal virus Sars-Cov2.

«La maggiore tempestività e accuratezza della valutazione clinico-strumentale, prevista dall’algoritmo – sottolinea commissario straordinario Giovanni Maria Soro – con l’impiego ancora più estensivo dei test con tampone, così come stabilito dalle disposizioni della Direzione sanitaria, garantirà certamente un innalzamento ulteriore del livello di sicurezza per tutti. Consentirà, inoltre, di sviluppare procedure e percorsi, adeguati e compliance con le nuove linee guida della Società italiana di Medicina dell'emergenza-urgenza, che ci guideranno per le prossime fasi dell’epidemia. La fase 2 della pandemia è un periodo in cui gli indirizzi nazionali/regionali e internazionali, insieme alle linee guida delle società scientifiche, si aggiornano continuamente in relazione al progredire della conoscenza del virus e all'efficacia delle azioni messe in campo per la prevenzione e il contrasto. Alle singole aziende, in base alla loro caratterizzazione specifica (strutturale, tecnologica e organizzativa) spetta il compito di declinarli nel loro contesto e adeguarli, anche sulla scorta dell'esperienza dei casi trattati in termini di efficacia e sicurezza. Spetta loro aggiornare le modalità operative dei sanitari, così come ha fatto dall'Aou sin dall'inizio della fase di emergenza e come continuerà a fare nella fase 2», conclude Soro.
Commenti
22:11
Il nuovo ambulatorio è stato allestito al piano terra dell’Ospedale Marino, dove sarà possibile garantire un’offerta sanitaria plurispecialistica integrata
19:09
L´Assl Sassari ha annunciato ai docenti e al personale scolastico di Alghero che, qualora non avessero già provveduto con l´ausilio del proprio medico di base, potranno fare il test sierologico a Fertilia, alla Guardia medica turistica in Piazza Venezia Giulia
17:06
Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano cinquantadue nuovi casi rilevati attraverso attività di screening e sette da sospetto diagnostico. Salgono a diciotto le persone in terapia intensiva
16:08
Si è svolto in settimana l´audit del gruppo regionale di verifica finalizzato all´apertura del Reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Civile di Alghero. Mercoledì 30 settembre, il Reparto sarà strutturalmente pronto per l´esercizio e completo di tutti gli arredi, con altri quattro letti tecnici nuovi e specifici per l´altissima intensità terapica
18/9/2020
Sottoposta a test al suo rientro da un periodo di malattia un´operatrice socio sanitaria in forza al reparto di Medicina del Santissima Annunziata dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari. Dal 24 agosto, sono stati fatti 1250 tamponi e individuati sei operatori sanitari positivi al Covid
18/9/2020
«La Regione assuma specialisti a tempo e aumenti le ore, retribuendole, agli specialisti in organico, per far fronte a una situazione di liste d´attesa a dir poco vergognosa». Il grido d´allarme sempre più diffuso ad Alghero
17/9/2020
Così, i consiglieri comunali dei gruppi di Centrosinistra Futuro Comune, X Alghero, Sinistra in Comune e Partito democratico commentano l´ordinanza firmata dal presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas e ora sospesa dal Tar
17/9/2020
Il deputato sardo del Movimento 5 stelle Mario Perantoni, presidente della Commissione Giustizia alla Camera, replica così al commento del collega forzista sulla decisione del Tar di sospendere l´ordinanza emessa recentemente dal presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas
18/9/2020
L’Assemblea ordinaria degli azionisti del Mater Olbia, riunitasi mercoledì in unica convocazione, alla scadenza naturale del mandato triennale dell’attuale Consiglio di Amministrazione, ha deliberato la nuova governance per gli esercizi 2020/2023
17/9/2020
«In Sardegna il virus era quasi azzerato, il Governo è l’untore politico della nostra Isola». Così Ugo Cappellacci, deputato e coordinatore regionale di Forza Italia, commenta la sospensione dell’ordinanza della Regione autonoma della Sardegna [LEGGI], che invitava i viaggiatori diretti in Sardegna ad effettuare il tampone prima di arrivare nell’Isola
17/9/2020
«L’attesa decisione del Tar di sospendere l’ordinanza Solinas sui test obbligatori era prevedibile e dimostra come il ricorso del Governo non fosse assolutamente un atto di arroganza contro la Regione», dichiara il deputato sardo del Movimento 5 stelle Mario Perantoni
17/9/2020
«Sarebbe utile che il presidente Solinas, se non troppo impegnato nella spartizione delle poltrone nelle nuove Asl, si dedicasse all’organizzazione di strutture funzionanti nei porti e negli aeroporti in grado di sottoporre a test diagnostici rapidi su base volontaria tutti coloro che accedono all’Isola», dichiarano i consiglieri regionali del Gruppo Partito democratico
17/9/2020
«Un grande lavoro di squadra e forte collaborazione con la Regione», commenta il direttore generale dell´Azienda ospedaliero universitaria Giorgio Sorrentino


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)