Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloTeatro › Teatro nella quiete della campagna algherese
Red 8 luglio 2020
Teatro nella quiete della campagna algherese
Continua il lungo viaggio tra teatro, musica, cibo ed arti della rassegna “AgriTeatrí”, che vede la direzione artistica di Ignazio Chessa. Il doppio appuntamento è per venerdì e sabato sera, all´Agriturismo I vigneti


ALGHERO - Continua il lungo viaggio tra teatro, musica, cibo ed arti della rassegna “AgriTeatrí”, che vede la direzione artistica di Ignazio Chessa. Venerdì 10 luglio, è in programma una serata della Performing company dedicata ad Anton Čechov: “Mosca! Mosca!”. La compagnia presenta due atti unici di Cechov: “Il canto del cigno”, con Roberto Bilardi, in cui un vecchio attore ubriaco e malato si trova da solo nel camerino del teatro dopo una rappresentazione e rievoca la sua carriera. Sarà poi la volta di Jacopo Riu, con “I danni del tabacco”, dove il personaggio finge di fare una conferenza su danni del tabacco rappresenta la diversità che diventa sogno di liberazione, desiderio irrealizzabile di fuggire dalle meschinità e banalità della sua vita.

Sabato 11, ancora spazio al teatro, con “La versione di Brontolo”, con Ignazio Chessa, monologante ed istrionico come sempre che, accompagnato dalla Ensemble Laborintus (composta da Angelo Vargiu al clarinetto, Antonio Pitzoi alla chitarra e Lorenzo Sabattini al basso), porterà in scena uno spettacolo di narrazione musicale che stravolge in modo cinico ed irriverente tre fiabe tradizionali trasponendole nella cruda modernità. Uno spettacolo non “politically correct”, acido e poco rassicurante, non adatto ai bambini, ma assai divertente.

AgriTeatrí è il progetto nato dalla collaborazione tra Lo Teatrí di Ignazio Chessa con l’Agriturismo I Vigneti, che hanno lanciato questo nuovo format che consente all’offerta culturale, teatrale e turistica di incontrarsi e continuare a esistere nel pieno rispetto di quelle che sono le esigenze di sicurezza post-Covid. Le serate sono pensate per chi cerca il fresco e la quiete fuori città ed in cui ci si lascia avvolgere prima dalla performance e poi, una volta finito lo spettacolo, insieme agli artisti, ci si rilassa nel magnifico prato degustando un piatto tipico della tradizione sarda in tutta sicurezza e in bella e buona compagnia per un terzo tempo di condivisione e simpatia. Il progetto si avvale del supporto di professionisti del settore dello spettacolo che con coraggio danno un segno importante di ripresa, dimostrando l’importanza di tutto il comparto per un rilancio delle economie turistico-culturali. La serata è a pagamento e la prenotazione è obbligatoria.

Nella foto: Ignazio Chessa
Commenti
10/8/2020
La Stagione lirica di Sassari è in programma da sabato 5 settembre a domenica 29 novembre. In cartellone, il Trittico di Puccini ed una Carmen ridotta. Aprirà il concerto del baritono Alberto Gazale in Piazza d’Italia


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)