Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariSpettacoloManifestazioni › Il Premio Maria Carta compie 18 anni
Red 8 settembre 2020
Il Premio Maria Carta compie 18 anni
Quest’anno, riconoscimenti per Ambra Pintore, Beppe Dettori, Antonello Fadda e al Circolo culturale sardo “Maria Carta” di Bergamo. Una targa speciale all’inviato di “Striscia la notizia” Jimmy Ghione


SILIGO - Il “Premio Maria Carta” diventa maggiorenne nell’anno del Covid con un’edizione particolare, sempre però nel segno dei profondi legami con la cultura, la musica e l’identità della Sardegna, tutto nel nome della grande artista di Siligo. Domenica, nella piazza a lei intitolata nel Comune che le diede i natali, sono stati consegnati i premi, per il 2020 assegnati ad Ambra Pintore, Beppe Dettori, Antonello Fadda (Character) e al Circolo culturale sardo “Maria Carta” di Bergamo. «È stata una serata emozionante. Nonostante l’emergenza sanitaria per il CoronaVirus che stiamo ancora vivendo, il Premio Maria Carta ha garantito ancora una volta un’attenzione alle eccellenze artistiche e imprenditoriali e alla presenza dei sardi fuori dall’isola. È un messaggio di speranza che passa attraverso la musica che può contribuire a farci tornare alla normalità», commenta Leonardo Marras, presidente della Fondazione Maria Carta, che da sempre organizza il Premio, con il supporto dell’Amministrazione comunale di Siligo. Sono state osservate le prescrizioni anti-Covid previste dalle normative in vigore.

«Per me è un grande onore ricevere il premio. Non ho conosciuto personalmente Maria, ma venti anni fa ho incontrato il fratello Gigi e mi è bastato osservare i suoi occhi, oltre a quelli della sorella e dei nipoti, per capire chi era Maria Carta, cosa è stata per la Sardegna. Mi piace molto l’idea che questo riconoscimento, come Maria ci ha insegnato, venga attribuito a chi ha il coraggio di seguire vie originali, con radici forti», ha ricordato Pintore (alla quale il premio è stato consegnato direttamente da Gigi Carta), protagonista di programmi televisivi dedicati alla cultura e ai suoni dell’isola ma anche originale interprete musicale e teatrale. Emozionato anche Dettori, cantante dalle grandi doti vocali, alla ricerca costante di sonorità della tradizione e non solo, che a Maria Carta ha recentemente riservato il cd “Incanto rituale”, affiancato dall’arpa di Raoul Moretti, presente all’evento. «L’emozione è forte, qualsiasi aggettivo è superfluo. Una gratificazione che arriva in un momento difficile per tutti e che dà ancora più forza per andare avanti. Non dobbiamo mai perdere la speranza, soprattutto adesso», ha commentato Beppe Dettori. E proprio alcuni brani tratti da “Incanto rituale” sono stati proposti al pubblico di Siligo.

Gli altri due Premi sono stati attribuiti al Circolo culturale sardo Maria Carta di Bergamo, nelle mani del presidente Eliseo Pitzalis, originario di Orroli, e a Fadda, titolare dell'azienda Character di Sassari, attiva nel settore della grafica e della stampa digitale e realtà consolidata a livello anche internazionale. «Una soddisfazione immensa ricevere un premio così prestigioso e un po’ inaspettato per certi versi. Al di là della motivazione, questo riconoscimento conferma che la nostra azienda è sulla strada giusta, merito anche di una eccellente squadra di lavoro. Durante il lockdown non ci siamo mai fermati e abbiamo donato 20mila schermi protettivi-mascherine quando non si trovavano», ha spiegato Antonello Fadda. Una targa speciale (la riproduzione di una cartina antica della Sardegna) è stata inoltre assegnata a Jimmy Ghione, uno degli inviati storici di “Striscia la notizia”, da oltre quarant'anni di casa nell’isola: «Sono particolarmente legato alla Sardegna, una terra meravigliosa. Lo scorso anno ho perso la mia cara mamma e le sue ceneri sono davanti a Tavolara». Alla serata, presentata da Giacomo Serreli e Mauro Orrù e trasmessa in diretta da Videolina, sono intervenuti la cantante Gabriella Cambarau, i Niera, l'organettista Pierpaolo Vacca e Fantafolk, ovvero Andrea Pisu alle launeddas e Vanni Masala all'organetto.
Commenti

15/9/2020
Malumori crescenti. Non piace agli alleati l'attivismo della Fondazione, così i suoi vertici finiscono nel mirino degli alleati. Dopo le polemiche, l´assessore alla Cultura e Turismo di Alghero non si presenta alla conferenza del Sant Miquel. Dossier all'attenzione dei vertici di Fratelli d´Italia
15/9/2020
Nuovo format per la festa del Patrono della città di Alghero. Il calendario di eventi per i festeggiamenti di San Michele prevede musica, teatro, presentazione di libri, eventi sportivi e arte


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)