Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaUniversità › A Sassari è Notte europea dei ricercatori
Red 24 settembre 2019
“La Scienza è di tutti” è il titolo dell´incontro in programma giovedì e venerdì. Università aperta per le famiglie, le scuole e la cittadinanza: “La scienza esce dall’Ateneo e si prende un caffè al bar”
A Sassari è Notte europea dei ricercatori


SASSARI - Fuori e dentro il palazzo, nei bar della città ed all'università, nei laboratori e nelle piazze: la ricerca diventa sostanza della vita quotidiana ed i cittadini diventano scienziati con la “Notte europea dei ricercatori”. La manifestazione torna venerdì 27 settembre, sotto il coordinamento nazionale di Frascati scienza, ed anche quest'anno, l'Università degli studi di Sassari aderisce con entusiasmo proponendo due giornate di eventi. Alla conferenza stampa di presentazione, sono intervenuti il prorettore vicario Luca Deidda, il delegato per la Terza missione e Public engagement Pier Andrea Serra ed il delegato per la Divulgazione scientifica, sistema bibliotecario e promozione dell'immagine Roberto Furesi.

Per giovedì 26 e venerdì 27, l'Ateneo ha organizzato due giorni di incontri tra società e scienza per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. Come l'anno scorso, il tema di quest'edizione della Notte europea dei ricercatori è “Bees, Be a citizEn Scientist”, pensato per incoraggiare la partecipazione dei cittadini all'evoluzione della ricerca scientifica. L'acronimo richiama l'operosità delle api e la loro organizzazione. Negli alveari, come in tutte le società complesse, il contributo di ogni componente è fondamentale per il benessere della collettività. È il public engagement dell’Università, il coinvolgimento attivo della cittadinanza nella produzione e diffusione della conoscenza e della cultura scientifica. Filo conduttore delle due giornate sarà la sostenibilità ambientale declinata secondo i “Sustainable development goals” dell'Organizzazione delle Nazioni unite.

La Notte europea dei ricercatori ha vissuto un'anteprima ad Alghero, grazie all'installazione interattiva “Nella rete dello spaziotempo”, visitabile a Lo Quarter dal 28 agosto al 29 settembre (a cura del Dipartimento di Architettura, design e urbanistica dell'Università di Sassari e dell'Istituto nazionale di fisica nucleare). Si proseguirà sabato 5 ottobre, a Lula, con una serie di seminari sulle onde gravitazionali inclusi nel programma della Notte europea dei ricercatori 2019 e di “Autunno in Barbagia”. Gli eventi di Sassari sono frutto della collaborazione tra Frascati scienza, l'Università di Sassari, i suoi sponsor privati ed i suoi partner: Regione autonoma della Sardegna, Comune di Sassari, Por Fesr Sardegna 2014-2020, Accademia di Belle arti “Mario Sironi”, Conservatorio di Musica “Luigi Canepa”, Rete degli istituti scolastici e delle Associazioni aderenti al progetto “Scienza in piazza”, e gli esercenti del consorzio Centro riunito Sassari, che nei due giorni della manifestazione allestiranno vetrine a tema ispirate alla manifestazione.

Nella foto: un momento della presentazione
Commenti
19/11/2019
All´Università di Sassari un convegno organizzato dalla Clinica psichiatrica dell´Aou con docenti, giudici, avvocati e medici.
19/11/2019
Scade il 13 dicembre il termine per iscriversi al percorso formativo dell’Università di Cagliari indispensabile di creare «una figura professionale che opera nel controllo e nella gestione dello sviluppo compatibile e integrato del territorio» dice Giorgio Peghin. Previsti laboratori a Lisbona e Parigi. I lavori hanno il supporto di comune di Carbonia e Fondazione di Sardegna
© 2000-2019 Mediatica sas