Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariPoliticaAmbiente › Nave incagliata: Lampis a Sant´Antioco
Red 9 gennaio 2020
«Nessun danno ambientale: i campionamenti effettuati, anche ieri, dai tecnici dell´Arpas escludono la presenza di idrocarburi sul fondale e nell´acqua di superficie. Ovviamente, i controlli proseguiranno fino al termine delle operazioni di recupero», dichiara l´assessore regionale dell´Ambiente Gianni Lampis, durante il sopralluogo nelle scogliere di Capo Sperone, dove si è incagliata la “Cdry blue”
Nave incagliata: Lampis a Sant´Antioco


SANT'ANTIOCO - «Nessun danno ambientale: i campionamenti effettuati, anche ieri, dai tecnici dell'Arpas escludono la presenza di idrocarburi sul fondale e nell'acqua di superficie. Ovviamente, i controlli proseguiranno fino al termine delle operazioni di recupero». Lo ha detto l'assessore regionale dell'Ambiente Gianni Lampis, durante il sopralluogo nelle scogliere di Capo Sperone a Sant'Antioco dove, il 21 dicembre, si è incagliata la nave mercantile “Cdry blue”.

Dopo il sopralluogo, l'assessore ha presieduto un incontro nella sala consiliare del Comune con il sindaco Ignazio Locci ed i rappresentanti della Capitaneria, dell’Arpas, del Corpo forestale e della Protezione civile. «Dopo l'incidente - ha sottolineato Lampis - la Giunta regionale ha monitorato immediatamente la situazione, al fianco dell'Amministrazione comunale, tenendosi informata sulle operazioni realizzate per tutelare l'integrità ambientale, che finora hanno consentito di ridimensionare i rischi di inquinamento».

«Un meritato riconoscimento va a chi, in questi giorni, si è prodigato, in perfetta collaborazione, per evitare gravi danni ambientali: gli uomini della Capitaneria e degli organismi regionali Arpas, Forestale e Protezione civile. Ora puntiamo alla chiusura in tempi brevi di un'emergenza che è stata affrontata nel migliore dei modi e con capacità professionale», ha concluso l'esponente della Giunta Solinas.
Commenti
9:30
Per avere un po´ di energia, è proprio necessario andare tra la Foradada e Cala d´Inferno, o davanti a Mugoni, invece di finire di occupare gli ettari della Zona industriale di San Marco, salvandola dalla morte per inedia?
15/1/2020
Lo ha annunciato l’assessore regionale dell’Industria Anita Pili dopo il parere favorevole di compatibilità ambientale della Commissione tecnica nazionale sul progetto del tratto nord della dorsale che porterà il metano in Sardegna. L´operazione assicurerà il collegamento tra la nuova struttura di trasporto e le diverse utenze presenti sul territorio, compreso il metanodotto Derivazione per Alghero
15/1/2020
La Regione autonoma della Sardegna in prima linea nella lotta all’amianto, con un immediato piano operativo per eliminarne le tracce dagli edifici pubblici, ad iniziare dalle scuole e dagli ospedali
14/1/2020
Ad annunciarlo è la deputata algherese del Movimento 5 stelle Paola Deiana: «Oggi abbiamo segnato un punto importante in questa guerra: abbiamo stanziato 385milioni di euro per le Regioni per rimuovere finalmente l´amianto dalle scuole e dagli ospedali»
14/1/2020
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas ha commentato il superamento dell’ultimo ostacolo tecnico ambientale alla realizzazione del tratto nord della dorsale che porterà il metano nell´Isola
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)