Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaSaluteSanità › L´urlo degli infermieri sardi
Cor 16 marzo 2020
urlo degli infermieri sardi
«Basta con la gestione emergenziale del personale infermieristico». Come Infermieri Sardi crediamo di valere e meritare di più: il grido d´allrme che giunge dal settore, msai come in questo momento sotto pressione


SASSARI - Infermieri Sardi, gruppo nato in seguito al malcontento maturato tra i professionisti per le recenti proposte di assunzione portate avanti dalle Aziende Sanitarie della Regione e che in poche ore ha visto l'adesione di circa 3000 infermieri, molti dei quali hanno scelto autonomamente di rifutare l’assunzione, interviene per chiarire la propria posizione in merito. «Ai sensi dei Decreti Nazionali e del D.G.R. n 10/01 dell’8/03/2020, la Regione Sardegna ha stabilito che per affrontare l’emergenza sanitaria, l’assunzione del personale venga fatta attraverso la stipula di contratto di lavoro autonomo (partita IVA o Co.CO.CO) o contratto a tempo determinato subordinato della durata di 6 mesi che si estinguerà al termine dell’emergenza».

«Il nostro disappunto nasce dalla profonda conoscenza della situazione in cui versa il Sistema Sanitario Regionale, profondamente "ferito" da una cronica carenza di Infermieri e figure di supporto che si trascina da almeno un ventennio. Basti pensare che alla AOU di Sassari manca un corso per infermieri dal 2009, undici anni, e che in questo arco di tempo numerosi professionisti andati in pensione non sono stati sostituiti.
Ci eravamo illusi che l'improvvisa emergenza, che finalmente aveva messo in mostra quanto denunciano da anni i lavoratori della sanità, ossia una inadeguatezza dell'organico che rende Impossibile una valida assistenza ai pazienti, avrebbe convinto le Aziende a porre fine definitivamente alla carenza di personale» si legge nel documento.

«Invece vengono proposti contratti emergenziali da 6 mesi e con le formule più varie di precariato e assenza di diritti, comunicando ai professionisti che, dopo anni di disoccupazione e precariato lontano da casa, ora verranno esposti al rischio derivante dal Covid-19 per poi essere mandati tutti a casa con una pacca sulla spalla, e contemporaneamente si comunica ai professionisti dipendenti delle Aziende che finita l'emergenza continueranno, come avvenuto fino ad oggi, a saltare ferie e riposi e ad essere demansionati pur di garantire un minimo di assistenza ai cittadini».

«Capiamo quindi i colleghi disoccupati, lontani da casa, o poco appagati che, per quanto possa sembrare eticamente immorale, hanno deciso di rifiutare categoricamente una proposta di lavoro del genere e di non svendersi per 6 mesi di lavoro. Dopo anni in cui gli infermieri Sardi hanno bussato alle porte di tutte le istituzioni, trovandole sempre chiuse, è arrivato il momento in cui sono loro a bussare alle nostre porte, ed è questo il momento in cui dobbiamo essere noi a pretendere il giusto riconoscimento che ci è sempre stato negato. In un Paese, colpito da Nord a Sud dalla stessa emergenza, ci sono regioni come l’Emilia Romagna che offrono contratti pubblici di 36 mesi, nonostante la carenza di personale in quelle aree non sia emergenziale come nella nostra isola. Come Infermieri Sardi crediamo di valere e meritare di più» conclude la nota.
Commenti
15:10
E´ sempre emergenza ad Alghero: un decesso questa notte durante il trasferimento a Sassari di una paziente trattata Covid, e nuovi casi di positività al virus in diversi reparti dell´Ospedale Civile
16:00
Dopo l'allarme scattato martedì in Medicina, problemi anche in altri reparti dell'Ospedale Civile di Alghero. Almeno cinque i casi di operatori sanitari coinvolti dal Covid-19
16:34
«In mancanza di iniziative in merito il comparto infermieristico si riserva di intraprendere le opportune iniziative legali» La segretaria territoriale della Fsi-Usae Mariangela Campus ha inviato una lettera ai vertici sanitari provinciali e locali per denunciare la situazione, conseguente alla rilevazione di un paziente positivo nel Reparto algherese
31/3/2020
Un paziente, ricoverato da numerosi giorni ed in procinto di essere dimesso dall'Ospedale Civile di Alghero è invece risultato positivo al Covid-19: scattata l´emergenza è stato disposto l´immediato trasferimento a Sassari. Reparto verso la chiusura, massima allerta nel nosocomio
16:11
Massima allerta nell´ospedale di Alghero e tensione altissima tra il personale medico e paramedico. Valdo Di Nolfo chiede dati certi, il commissariamento del presidio e l´apertura immediata di Terapia Intensiva
18:00 video
Su richiesta della Direzione generale della Protezione civile della Regione autonoma della Sardegna, oggi pomeriggio è stato effettuato un trasporto urgente di kit diagnostici necessari per le strutture sanitarie dell’Isola. Il materiale è stato prelevato nella ditta produttrice a Bari e trasportato nell’aeroporto di Cagliari-Elmas a bordo dell’aeromobile P-180 dei Vigili del fuoco. Ecco le immagini dell´arrivo
18:50
Articolo aggiornato in tempo reale con l'evolversi dei contagi da CoronaVirus in Sardegna. Dei malati, 119 sono ricoverati in ospedale, 27 in terapia intensiva e 529 in isolamento domiciliare. I decessi salgono a 34. In totale, nella regione sono stati eseguiti 5.501 test.
17:03
Questa mattina, l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu ha partecipato, in videoconferenza, all´incontro con i presidenti degli Ordini dei medici della Sardegna ed i presidenti delle Commissioni dell´albo degli odontoiatri
30/3/2020
Non eravamo eroi prima e non lo siamo, adesso che si è diffusa questa maledetta pandemia. Siamo, semplicemente, donne e uomini di buona volontà che, con abnegazione, cercando di dare il meglio di noi stessi, abbiamo, sempre, garantito la salute di tutti e, continueremo a farlo, senza badare ad orari, non sottraendoci ai rischi che, quotidianamente corriamo esercitando questa meravigliosa professione
20:49
Oggi, il Gabinetto del ministro dell´Interno ha reso nota una circolare che permette ad un solo genitore per nucleo familiare di uscire per fare una piccola passeggiata con i figli minorenni nelle vicinanze di casa
22:37
La società che gestisce il servizio comunale di igiene urbana a Porto Torres effettuerà a partire da domani, mercoledì 1 aprile, interventi di sanificazione di strade, marciapiedi e piazze. Le attività si svolgeranno al mattino, dalle 6 alle 8 circa
23:19
I nuovi Oss sono entrati in servizio da qualche giorno nella residenza per anziani ed assunti dalla Coopas, la cooperativa che gestisce la struttura. Gli operatori già presenti si stanno impegnando senza sosta per affiancare i nuovi e, allo stesso tempo, svolgere la loro attività quotidiana. A questi, si aggiunge anche una Oss della Ats
13:19
Giovanni Maria Soro: «Lo spirito di squadra e la collaborazione di tutti gli attori coinvolti ci permetteranno di gestire e uscire dall’emergenza».
30/3/2020
Questa mattina, si è tenuta una riunione che ha visto la partecipazione del sindaco di Alghero Mario Conoci, del presidente del Consiglio regionale Michele Pais, del primario Salvatore Pala, dell´ex primario del Reparto di Anestesia Giuseppe Liperi, e del personale e della coordinatrice infermieristica del reparto di Anestesia
20:12
Positivo al CoronaVirus il paziente ricoverato per altre patologie nel Reparto di Medicina d’urgenza del Policlinico. Negativi tutti i pazienti ed il personale del Reparto. «Testimonianza della professionalità dei dipendenti e del coretto uso dei Dpi», dichiarano dalla Direzione aziendale
11:20
La Giunta Comunale di Sant´Antioco ha deliberato lo stato di crisi comunale, così come hanno fatto lo Stato e la Regione autonoma della Sardegna, mettendo a disposizione circa 600mila euro di strumenti finanziari per affrontare la difficile situazione economica e sociale dovuta all’emergenza CoronaVirus. Per la precisione, 595mila euro, di cui 242mila subito per buoni alimentari
10:28
L’Ospedale, seguendo le indicazioni della Regione Sardegna, impiegherà le proprie strutture e professionalità per fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione del contagio da Coronavirus
29/3/2020
Il partito chiede al presidente della Regione autonoma della Sardegna ed a tutti i sindaci dell´Isola maggior attenzione in questo momento di emergenza sanitaria, che si sta trasformando in emergenza sociale
30/3/2020
«L´assessore non sapeva? Nieddu si dimetta per il bene dei sardi», chiedono i portavoce nazionali del Movimento 5 stelle Alberto Manca, Ettore Licheri, Paola Deiana, Mario Perantoni, Nardo Marino, Pino Cabras, Lucia Scanu, Luciano Cadeddu, Elvira Evangelista, Emiliano Fenu ed Emanuela Corda
30/3/2020
«Alla Regione, all’assessore Nieddu e al consigliere del territorio Michele Pais diciamo che non ci accontentiamo di una apertura provvisoria e emergenziale», dichiarano gli esponenti del Centrosinistra algherese Mario Bruno, Gabriella Esposito, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo, Mimmo Pirisi e Pietro Sartore
30/3/2020
Le postazioni di supporto sono state allestite dalla Protezione civile. «Tutte le nostre forze in campo per i cittadini», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas
31/3/2020
Le operazioni partiranno domani, a cura della Multiss, tramite l´Igienica sassarese. I locali di Punto Città, al piano terra di Via Coppino, saranno sanificati domani pomeriggio ed apriranno regolarmente giovedì mattina
29/3/2020
E´ il commento del primo cittadino di Illorai Titino Cau, che a proposito della decisione di ieri annunciata dal premier Giuseppe Conte prosegue: «4,3miliardi da Roma? E´ una presa in giro nei confronti dei Comuni e dei nostri cittadini in difficoltà»
30/3/2020
Non va già al consigliere regionale del Partito sardo d’azione Gianfranco Lancioni la sforbiciata ai fondi per i poli che offrono l’assistenza alle persone svantaggiate
30/3/2020
«Le carenze del sistema sanitario nell´Isola di San Pietro non sono più tollerabili. La Regione intervenga subito», dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 stelle


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)