Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroSportAutomobilismo › Kart: la Sardegna ha i suoi campioni 2020
A.B. 4 novembre 2020
Kart: la Sardegna ha i suoi campioni 2020
Domenica, sulla rinnovata pista di Girasole, sono stati assegnati i titoli regionali 2020 Aci sport. La lotta, aperta in tutte le categorie, fatta salva la X30Senior, ha spinto al massimo gli sforzi di team e piloti durante entrambi i giorni di gara


GIRASOLE – Domenica, sulla rinnovata pista di Girasole, sono stati assegnati i titoli regionali 2020 Aci sport. Il week-end è stato caratterizzato da un clima quasi estivo, che ha permesso ai piloti di trovare il miglior set-up già delle prove del sabato. Leggermente in calo il numero degli iscritti, con diversi concorrenti a optare per un break in vista della prossima Coppa Sardegna in programma ad Alghero domenica 29 novembre. La lotta, aperta in tutte le categorie, fatta salva la X30Senior, ha spinto al massimo gli sforzi di team e piloti durante entrambi i giorni di gara.

Nella 60minikar,t la vittoria è andata a Daniel Cogoni, che si aggiudica cosi il titolo regionale, complice il forfait del diretto avversario Alessandro Caria per motivi di salute. Una rivalità, quella tra i due, che ha giocato un ruolo da protagonista in tutti gli appuntamenti della stagione, con confronti corretti e di altissimo livello tecnico tra i due giovani piloti. Ma se l’assenza di Caria ha consegnato il titolo nelle mani di Cogoni già dal sabato, la gara non è stata altrettanto scontata nel suo esito, con Canu, Rojich e Alessandra Tola a ridurre di molto il gap rispetto al leader che ha dovuto quindi dare il massimo per vincere gara e titolo. Infatti, Cogoni ottiene la pole e vince pre-finale e finale con merito. Alle sue spalle però, la battaglia impazza in finale, con Canu che si insedia al secondo posto mantenendolo con grande sicurezza; l’alfiere Jesolo motorsport si deve difendere da un’agguerrita Tola, sua compagna di team, che inizia a sentire profumo di podio dopo sole cinque gare. Rojich parte male in finale e recupera, ma non riesce a capitalizzare il sorpasso su Tola. Al termine della gara, una penalità priva la stessa Tola, che chiude quarta. Vince Cogoni, su Canu, Roijch e Tola.

La 60Mini ha dimostrato grande potenziale di crescita, nella prossima stagione è attesa ancora maggior battaglia con la crescita agonistica dei tanti giovani piloti iscritti alla serie. Congiata, Tronza, Todde, Bitti e Picci e Anedda hanno dimostrato grande velocità e sono attesi al via della prossima stagione più esperti e pronti per le posizioni che contano.

Nella 125Junior, Basoli e Ledda arrivavano a Girasole a pari punti, con due vittorie a testa; una super finale per aggiudicarsi il titolo, tra due piloti dimostratisi tanto spettacolari e quanto corretti. Fin dal sabato, i tempi lasciano presagire una gara tiratissima, con i due a marcarsi perfettamente nei rilievi cronometrici. Ma nelle qualifiche, è Ledda (Autoservice sport) a staccare un super giro ottenendo la pole, seguito da Basoli (Jesolo motorsport), Cavalli (Mb kart) e Atzeri (Jesolo motorsport). In partenza di pre-finale, Cavalli sorprende Basoli e si mette all’inseguimento del battistrada Ledda. Basoli riesce con un bel sorpasso su Cavalli a mettersi secondo, ma non riesce a chiudere il gap su Ledda, che vince la pre-finale. In finale, ancora Ledda riparte benissimo, ma Basoli non lascia margini per costruire un distacco; Cavalli out in partenza, con Atzeri che sfila terzo. Ledda però sfrutta al massimo il suo Kart Republic e impone un ritmo insostenibile per Basoli, arrivano cosi alla vittoria e al titolo regionale. Chiude il podio Atzeri con Cavalli quarto. Il campionato si è rivelato interessante, con Ledda e Basoli a dare spettacolo, forti della loro maggior esperienza rispetto a Cavalli, Atzeri e Chessa, che erano all’esordio in categoria. Riflettori puntati anche per la prossima stagione sulla Junior con l’arrivo di nuove leve dalla categoria Mini.

Nella 125 X30Senior, il titolo era già nelle mani di Silvio Calza (4 Mori K) che, con quattro vittorie su quattro gare, ha dominato la serie. Ma la sfida con l’amico e rivale Giuseppe Bitti si è rinnovata anche nell’ultima prova, con il confronto che ha animato un intero campionato rimasto orfano del campione uscente Demartis. Terzo in classifica Francesco Marmillata, che ha dimostrato una grande crescita, portandosi sempre a pochi decimi dai primi e che sicuramente nella prossima stagione sarà tra i protagonisti della categoria. Fois e Demartis chiudono quarto e quinto. Nella gara di Girasol,e Bitti, Calza e Marmillata hanno dato vita a una gara avvincente, rimasta aperta fino all’ultima curva della finale. Bitti ottiene la pole position e in pre-finale parte bene e mantiene con autorità la testa della corsa, con Calza che tenta nella fase centrale della gara di passare, ma senza successo. Nella finale, Bitti riparte bene e si porta in testa ancora una volta, ma Calza sembra aver trovato un set up migliore e a metà gara è primo. Il nuovo leader sembra lanciato verso un significativo allung,o ma Bitti, dopo aver resistito a Marmillata, aumenta il ritmo e si riporta sotto Calza che sembra avere un calo prestazionale, ma chiude bene tutti gli spiragli. All’ultimo giro, Calza sembra avere un piccolo vantaggio per mantenere la leadership, ma Bitti si riporta sotto e all’ultima curva tenta l’attacco mancando di poco la vittoria. Calza resiste e vince la sua quinta gara su cinque mettendo cosi il sigillo su un titolo assolutamente meritato.

La Kzn si conferma categoria regina del regionale: ancora record di iscritti e gara decisamente combattuta con Meloni, Casiddu, Fadda e Lai a giocarsi le posizioni che contano. Per il titolo, Meloni è costretto alla vittoria e confidare in una prestazione peggiore del secondo posto da parte di Casiddu: il pilota del team Mb kart si impegna nel centrare l’obiettivo e ottiene filotto con pole prefinale e finale vinte. Ma Casiddu adotta un approccio conservativo e quando in finale Meloni scatta prima dello spegnimento del semaforo sa di avere il titolo in tasca. Un plauso a entrambi i piloti, che chiudono la serie appaiati a 70 punti, con Casiddu che vince il titolo per il maggior numero di primi posti. Terzo in gara Alessio Lai (vincitore della Under), che ha resistito agli attacchi di Antonio Fadda risalito dalla settima posizione in partenza. Lai si è mostrato particolarmente a suo agio in questo tracciato dimostrando un grande miglioramento nelle sue prestazioni. La Kzn over ha visto la vittoria di Giuseppe Pillai, che ha preceduto Vitale e Diana. Grande attesa per la Kzn anche nella Coppa Sardegna, dove si confida in un numero di iscritti da record, visti anche i partecipanti attesi da oltre Tirreno.

Il bilancio della stagione 2020 per la Delegazione Aci sport Sardegna è nettamente positivo, nonostante le evidenti difficoltà dovute alla concomitante situazione. Il fiduciario regionale Giuseppe Pirisinu ha già messo in moto la macchina organizzativa per il 2021 che dovrebbe dare i frutti dell’ottimo lavoro svolto in questi anni, mantenendo le piste di Girasole e Alghero con la speranza di recuperare Villanovafranca e Sestu, momentaneamente out dal giro della gare Aci sport per vari problemi tecnici. Il progetto è quello di fare sette gare: cinque valide per il campionato regionale e due trofei. Prossimo appuntamento, la Coppa Sardegna del 29 novembre, che arriva alla sua decima edizione e che come sempre con la formula delle tre finali, preannuncia grande spettacolo.

Nella foto (di Andrea Baldinu): il campione regionale 125Junior Ledda al volante del suo kart
Commenti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)