Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanitàCovid, scena muta per Conoci
Cor 23 novembre 2020
Covid, scena muta per Conoci
Nessuna risposta all´interrogazione protocollata dai consiglieri comunali dei gruppi Futuro Comune, Per Alghero, Partito Democratico, Sinistra in Comune ormai lo scorso 22 ottobre. Ancora gravi problemi di comunicazione in città


ALGHERO - Situazione preoccupante e sempre più grave in Riviera del corallo sul fronte Coronavirus. «Ancora una volta scena muta. Il sindaco non risponde all’importante interrogazione protocollata dai consiglieri comunali dei gruppi Futuro Comune, Per Alghero, Partito Democratico, Sinistra in Comune ormai lo scorso 22 ottobre». La denuncia, l'ennesima sui gravi problemi di comunicazione sull'emergenza epidemiologica, arriva dai consiglieri comunali Raimondo Cacciotto, Pietro Sartore, Ornella Piras, Gabriella Esposito, Mario Bruno, Valdo Di Nolfo e Mimmo Pirisi.

«Chiedevamo di informare in maniera puntuale e circostanziata sui dati dei contagi e sull’andamento epidemiologico nella città di Alghero; in che misura la polizia locale sia stata impegnata da marzo fino ad oggi per verificare il rispetto delle disposizioni legislative di distanziamento, di divieto di assembramento, di obbligo di utilizzo delle mascherine e quanti controlli siano stati fatti, quante sanzioni, distinte per tipologie di comportamenti, siano state notificate dalla polizia locale per il mancato rispetto delle norme finalizzate al contenimento della diffusione del virus COVID-19. Si chiedeva, inoltre, di sapere se, al fine di tutelare e salvaguardare la salute pubblica, in ossequio alle disposizioni dell'ultimo DPCM, avesse provveduto alla ricognizione degli spazi urbani nei quali, per comportamenti consuetudinari, possa ritenersi più elevato il rischio di assembramenti e, quindi, di propagazione del contagio».

«Ebbene ancora una volta nessuna risposta o meglio anche il silenzio di circostanza dice due cose importanti: conferma che il sindaco non ha alcun rispetto delle prerogative dei consiglieri comunali e soprattutto che preferisce trincerare dietro il silenzio la sua incapacità a gestire il momento storico che stiamo affrontando. I numeri non tornano: dall’oscillamento dei dati forniti sporadicamente dal sindaco, dalla difformità degli stessi rispetto al trend che i sindaci di altri comuni riescono a ricostruire, dai dati in possesso dei dirigenti scolastici, dalle notizie di nuovi contagi o isolamenti fiduciari che in alcuni casi hanno coinvolto direttamente l’amministrazione comunale (basti pensare al CRA, In House, personale comunale stesso) e dei quali si è appreso dalla stampa, dalla crescente richiesta di tamponi e test sierologici presso i laboratori privati».

«Ricordiamo che il Sindaco è il garante della salute pubblica della sua comunità e se non avere idea dell’evoluzione dei contagi in città è grave, non far niente per ricostruire un tracciamento attendibile e mettere in campo misure adeguate per contenere la diffusione del virus è quanto meno irresponsabile. Continueremo ad esercitare il nostro ruolo con rigore. Chiederemo formale convocazione della Commissione consiliare competente con audizione del sindaco al fine di ottenere risposta agli importanti quesiti posti nell’interrogazione, depositeremo un’opportuna mozione consiliare e a questo punto valutiamo attentamente l’opportunità di proporre una commissione d’indagine» concludono i consiglieri comunali di Alghero.
Commenti
23/1/2021
I dati sottoposti ai parametri esistenti provengono dalle regioni. Per tale ragione stupisce lo stupore rappresentato dalle istituzioni regionali sarde, o più precisamente da alcune di esse, avendo letto delle spiegazioni più credibili fornite dall’assessore competente
17:06
Sono 464 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, mentre scendono a quarantacinque i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.589. Sono novantasette i guariti nelle ultime ventiquattro ore
19:29
Trenta posti in una superficie di 1300metri quadri nella Stecca bianca di Viale San Pietro, a Sassari. «Darà una risposta forte nella lotta contro il Coronavirus», dichiara il commissario straordinario dell´Aou Sassari Antonio Lorenzo Spano. «Rappresenta la sintesi degli sforzi assistenziali e consentirà agli anestesisti della nostra Scuola un´alta specializzazione», rilancia il direttore di Anestesia e rianimazione Pier Paolo Terragni
23/1/2021
Da domenica 24 gennaio la Sardegna è zona arancione. Così prevede l’ordinanza del ministero della Salute, Roberto Speranza, firmsata nella giornata odierna. Nuove restrizioni per bar, ristoranti e spostamenti
23/1/2021
Il presidente del Consiglio regionale Michele Pais contesta il probabile passaggio della Sardegna in zona arancione dalla giornata di domenica, a causa del peggioramento dei dati sul contagio e la diffusione della pandemia su scala regionale
23/1/2021
Lo ha dichiarato il Presidente della Regione, Christian Solinas, che parla di paradosso. «Oggi tutti gli indicatori consentono di mantenere la Sardegna in zona gialla»
23/1/2021
«Anche nel nord Sardegna è opportuno vaccinare subito i volontari della Protezione civile e del 118 e tutte le categorie che sono in prima linea nell´emergenza sanitaria». E´ quanto chiede il consigliere regionale dei Progressisti Antonio Piu in un´interrogazione all´assessore alla Sanità
23/1/2021
Individuato nuovo cluster di positività in Medicina Interna. Immediato l´intervento dell´Azienda ospedaliero universitaria: quattordici positivi tra i pazienti, nessun operatore contagiato. In Clinica Medica cluster isolato e concluso il periodo di osservazione
23/1/2021
Il Comune ha reso noti i numeri dell´emergenza epidemiologica nel suo territorio. Dall´aggiornamento settimanale sui contagi, risulta che si registrano cinquantanove casi positivi, mentre sono diciassette le persone che si trovano in stato di quarantena
22/1/2021
Il Ministero della Salute risponde alle richieste in Deroga. «Il Governo garantisca pari diritti alle mamme della Sardegna», chiedono il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas e l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu
30/12/2020
496 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (due in meno rispetto al dato di ieri), mentre è di 44 (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)