Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaSanità › Aperta la nuova terapia intensiva Covid
Red 24 gennaio 2021
Aperta la nuova terapia intensiva Covid
Trenta posti in una superficie di 1300metri quadri nella Stecca bianca di Viale San Pietro, a Sassari. «Darà una risposta forte nella lotta contro il Coronavirus», dichiara il commissario straordinario dell´Aou Sassari Antonio Lorenzo Spano. «Rappresenta la sintesi degli sforzi assistenziali e consentirà agli anestesisti della nostra Scuola un´alta specializzazione», rilancia il direttore di Anestesia e rianimazione Pier Paolo Terragni


SASSARI - «Oggi per noi è una data importante, perché vediamo la fine di un percorso che abbiamo iniziato poco più di un mese fa e per il quale avevamo preso un impegno forte con la Regione: concludere i lavori per la terapia intensiva Covid. Abbiamo centrato il risultato». Così ieri mattina (sabato), il commissario dell’Aou di Sassari Antonio Lorenzo Spano ha aperto l'incontro di inaugurazione della nuova terapia intensiva Covid da trenta posti, nella Stecca bianca di Viale San Pietro. Presenti nell'occasione il presidente della Giunta regionale Christian Solinas, il presidente del Consiglio regionale Michele Pais e l’assessore regionale dell’Igiene e sanità Mario Nieddu. Con loro, il rettore dell’Università sassarese Gavino Mariotti, il sindaco di Sassari Nanni Campus, il prefetto Maria Luisa D’Alessandro e l’arcivescovo Gian Franco Saba. A fare gli onori di casa, il commissario straordinario e il direttore sanitario dell’Aou Sassari Antonio Lorenzo Spano e Bruno Contu, il direttore di Anestesia e rianimazione Pier Paolo Terragni.

Una superficie di circa 1300metri quadrati in cui, nei giorni scorsi, dopo la conclusione dei lavori edili avvenuta il 6 gennaio, sono stati installati i letti, i monitor parametrici, le pompe infusionali, i telefoni, i computer, gli armadi, i carrelli medicali e asservitori. Sono state predisposte le stanze per il personale infermieristico e medico, le telecamere per il controllo a distanza dei pazienti collegate con la stanza di monitoraggio. La conclusione dell’allestimento consentirà, nel più breve tempo possibile, il trasferimento dei pazienti dalle terapie intensive Covid del Palazzo Clemente e delle Malattie infettive. I lavori di potenziamento della struttura per il Coronavirus sono stati effettuati grazie al bando di gara aperta, indetta a livello nazionale dal commissario per l'emergenza sanitaria Covid Domenico Arcuri, che ha consentito di intervenire proprio per la ristrutturazione e l'adeguamento della Terapia intensiva. Si è trattato di opere urgenti che hanno riguardato la realizzazione delle pavimentazioni e dei rivestimenti, il completamento e adattamento all'emergenza degli impianti elettrici, telefonici e trasmissione dati, degli impianti di sicurezza, telecamere, antincendio, condizionamento e gas medicali. I lavori erano stati consegnati il 2 dicembre al raggruppamento temporaneo di impresa formato dalla Intercantieri Vittadello di Pordenone e dalla Tepor di Cagliari. Il 7 dicembre gli operai avevano iniziato le opere edili per concluderle il 6 gennaio.

«E' importante che la struttura inizi ad operare già dalla prossima settimana – ha ripreso Spano – perché si abbia una ricaduta forte e si abbia una risposta più incisiva, soprattutto per il Covid. Nei prossimi mesi, lavoreremo per cambiare un po’ la fisionomia di questa terapia intensiva. Non appena il Covid avrà finito di cambiare le nostre vite questa struttura verrà utilizzata come Terapia intensiva ordinaria» Infatti, finita la pandemia, seguirà un'ulteriore fase di lavori, che porterà la Rianimazione alla sua conformazione definitiva, con ventitre posti letto. «L'attuale emergenza Covid – ha aggiunto Terragni – rappresenta il catalizzatore di un evento unico nel panorama costruttivo, organizzativo e assistenziale che darà vita alla realtà che oggi stiamo inaugurando. Questa struttura rappresenta la sintesi di tutti gli sforzi assistenziali di tante persone, professionisti e tecnici che hanno dato il cuore nella lotta contro una malattia grave e difficile nelle sue cure più complesse». Un ringraziamento quindi è andato all'Ufficio tecnico aziendale per la progettazione e il completamento delle dotazioni tecniche. Secondo il direttore della struttura, la “TI30” rappresenta «un’occasione per cogliere, da un evento tra i più negativi della storia professionale, un'opportunità di rinascita e dove le professionalità dei prossimi anestesisti della Scuola di Sassari potranno crescere e perfezionarsi». Intanto, proprio nei giorni scorsi, l’Aou di Sassari ha approvato gli atti e ratificato la graduatoria del concorso unificato, per titoli ed esami, per la copertura a tempo pieno e indeterminato di diciotto posti di specialisti in Anestesia e rianimazione. Sono trentanove gli idonei del concorso regionale che ha visto la partecipazione di circa cinquanta specialisti su settanta iscritti.

Nella foto: un momento dell'inaugurazione
Commenti

27/2/2021
Christian Solinas predica prudenza dopo il via libera alla zona bianca e conferma «la volonta di proteggere la Sardegna con tutti gli strumenti che possano garantire severi controlli sanitari per coloro che entreranno nel nostro territorio regionale»
20:05
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, le persone positive al Coronavirus sono quarantanove, settantacinque in meno rispetto a due settimane fa. Nello stesso periodo, i ricoverati sono diminuiti da diciotto a dieci
16:48
Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l’Isola un tasso di positività dello 0,7%. Sono invece 210 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-5), mentre restano 19 i pazienti in terapia intensiva
11:38
Parole di Tatiana Argiolas, consigliera comunale di Alghero. «Ora più che mai servano controlli severi per garantire il rispetto delle regole, oltre ovviamente ai controlli sanitari in entrata nel nostro territorio regionale»
6:58
La Sardegna dalla giornata di oggi, lunedì 1 marzo, si risveglia in Zona bianca. E´ la prima regione in Italia a sperimentare la fascia con minori restrizioni. Riapertura graduale per tutte le attività. Solinas firma la nuova ordinanza | ORDINANZA
27/2/2021
Firmata dal Ministro Speranza l´ordinanza che dispone il passaggio in zona bianca della regione Sardegna. In corso il tavolo di confronto tra Ministero della Salute, Iss e Regione Sardegna per definire le modalità attuative
12:08
I risultati dell’attività di screening, effettuata giovedì e venerdì per verificare la presenza della variante inglese del Covid-19 nella comunità di Bono, mettono in evidenza una bassa circolazione del virus: su 1.620 persone sottoposte a tampone naso-faringeo e all’esame molecolare/antigenico, sei cittadini sono risultati positivi al Coronavirus (lo 0,36percento)
26/2/2021
L´isola aspira a diventare la prima regione bianca. Contagi in netta diminuzione per tre settimane di seguito, Rt contenuto e terapie intensive ben al di sotto del limite precauzionale del 30%. Cresce l´attesa per le nuove ordinanze del Governo
28/2/2021
Sono 215 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (due in meno rispetto al dato di ieri), mentre restano diciannove i pazienti in Terapia intensiva. Cinquantacinque i guariti nelle ultime ventiquattro ore
28/2/2021
Studio della struttura complessa di Chirurgia maxillo-facciale mette in luce che una lunga infezione può provocarne la distruzione. La terapia con cortisone può ridurre l’infiammazione. Il trial terapeutico pubblicato su Rhinology
27/2/2021
Sono 217 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (sette in meno rispetto a ieri), mentre scendono da ventidue a diciannove i pazienti in Terapia intensiva (- tre). Sono sessantatre i guariti nelle ultime ventiquattro ore)
27/2/2021
Da lunedì 1° marzo Lombardia, Piemonte e Marche in fascia arancione. In zona rossa Basilicata e Molise. Dati confortanti in Sardegna, dove l´indice Rt è il migliore d´Italia ma nessun pronunciamento ancora dal Ministero
27/2/2021
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, si registra un netto miglioramento nella cittadina turritana (ventuno positivi in meno rispetto a due settimane fa). Cinque le persone quarantena
28/2/2021
E’ la linea espressa da Forza Italia, dopo la riunione dei parlamentari, dei consiglieri regionali e degli assessori della Sardegna
26/2/2021
Sono 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (cinque in meno rispetto a ieri), mentre restano ventidue i pazienti in Terapia intensiva. 140 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
27/2/2021
Un Ufficio relazioni con il pubblico accogliente e con cui entrare in contatto in tempo reale. Al Policlinico “Duilio Casula” di Monserrato è stato inaugurato un sistema innovativo e primo in Italia
27/2/2021
«E´ necessario garantire che le Direzioni delle Stroke unit regionali siano affidate prioritariamente ai neurologi», spiegano i consiglieri regionali del Gruppo Liberi e uguali Sardigna Daniele Cocco ed Eugenio Lai, che ieri mattina hanno presentato un´interrogazione sull´argomento
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)