Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmbiente › «Anche Alghero Comune Plastic free»
Red 22 marzo 2019
Campo progressista, con un ordine del giorno a firma di Giusy Piccone e Matteo Tedde, impegnano il sindaco e la Giunta di Alghero a prendere posizione sul tema della salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento dalle plastiche e dalle microplastiche, diventato insostenibile, e ad aderire alla campagna “Plastic free”
«Anche Alghero Comune Plastic free»


ALGHERO - Contribuire a promuovere la tutela del mare e delle spiagge, contrastando l’abbandono di plastica in ambiente marino ed il triste fenomeno dei furti di sabbia: è l’ambizioso obiettivo del gruppo Campo progressista che, con un ordine del giorno a firma del consigliere comunale Giusy Piccone e del presidente del Consiglio comunale Matteo Tedde, impegnano il sindaco e la Giunta di Alghero a prendere posizione sul tema della salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento dalle plastiche e dalle microplastiche, diventato insostenibile, e ad aderire alla campagna “Plastic free”. La campagna, lanciata nell’agosto 2018 dal Ministero dell’Ambiente, nell’ambito dell’iniziativa #iosonoambiente, oltre ad evidenziare i pericoli legati all’abbandono della plastica sulle spiagge, intende promuovere l’utilizzo di materiali compostabili e biodegradabili in sostituzione della plastica monouso.

Nell’ordine del giorno, si chiede all’Amministrazione comunale di vietare l’introduzione di contenitori e recipienti in materiali plastici monouso non compostabili e non biodegradabili nelle spiagge libere e di intensificare la collaborazione - anche alla luce del recente protocollo d’intesa tra Comune, Confcommercio e Associazioni dei balneari - con i titolari delle concessioni allo scopo di favorire la somministrazione e la vendita di cibi e bevande in contenitori (piatti, bicchieri, cannucce, etc.) realizzati in materiali compostabili e biodegradabili e di evitare quelli in materiali plastici monouso. Infine, l’invito a realizzare, insieme al Parco Naturale Regionale di Porto Conte, una campagna di sensibilizzazione nelle spiagge, itinerante e tramite l’affissione di cartelli, che informino sul tema delle plastiche e su quello della tutela dei litorali, in special modo quello dei furti di sabbia.

«Il tema della difesa dell’ambiente, della salvaguardia e della valorizzazione dei beni del paesaggio sono parte centrale del programma di Campo Progressista – spiega Piccone - Vogliamo proteggere le nostre coste e il nostro mare dalle aggressioni della plastica, vogliamo proteggere la nostra economia, seguendo l’esempio della Regione Puglia, ma soprattutto cercando anche noi di anticipare la direttiva europea che vieterà l’uso delle stoviglie usa e getta e la plastica non compostabile dal 2021».

Nella foto: il consigliere comunale Giusy Piccone
Commenti

11:15 video
Il Parco tematico dell´autore del "Piccolo Principe" si completa col Museo dedicato alla vita di Antoine De Saint-Exupéry all´interno della Torre Nuova di Alghero a Porto Conte. Per decenni chiusa e abbandonata, la torre costiera che si affaccia su Capo Caccia celebra la vita e le opere dello scrittore dedicandogli un nuovo spazio emozionale. Giovedì l´inaugurazione alla presenza, tra gli altri, del sindaco Mario Conoci, del direttore del Parco Mariano Marini, dell´assessore all´Ambiente Andrea Montis e l´ex Raniero Selva. Con loro Massimiliano Fois, direttore artistico del nuovo Museo. Le immagini sul Quotidiano di Alghero.
23:01
Il mondo agricolo partecipe del Contratto. Iniziano domani, ad Alghero, i tavoli tematici. Poi, ci saranno tre tavoli, il 27 novembre, il 5 ed il 17 dicembre, ognuno con un tema chiave distinto
7:14
Ieri mattina, l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis ha partecipato all’incontro organizzato, nei locali dell’Assessorato regionale, nell’ambito del “Progetto Creiamo Pa”
21/11/2019
Disposto il trasferimento delle somme per l´appalto dei lavori. Il Comune di Porto Torres riceverà 5,2milioni di euro dalla Regione autonoma della Sardegna per realizzare il Pit fluviale
© 2000-2019 Mediatica sas