Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaOpere › Diga Monte Lerno: sopralluogo di Frongia
Red 26 ottobre 2019
Diga Monte Lerno: sopralluogo di Frongia
Ieri mattina, a Pattada, l’assessore regionale dei Lavori pubblici ha partecipato al sopralluogo, alla presenza dei rappresentanti del Consorzio di bonifica del Nord Sardegna e dell’Ente acque della Sardegna, che gestisce la diga


PATTADA - «Abbiamo il dovere di garantire la sicurezza delle opere pubbliche, in particolar modo di quelle ritenute strategiche. La diga di Monte Lerno, che sarà oggetto a breve di un bando di progettazione per la messa in sicurezza, fa parte di queste dato che fornisce l’acqua per gli usi civici della popolazione dell’Unione dei Comuni del Logudoro e viene utilizzata per alimentare la rete idrica del Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna per la Piana di Chilivani».

Lo ha detto l’assessore regionale dei Lavori pubblici Roberto Frongia, nel corso del sopralluogo di ieri mattina (venerdì) a Pattada, alla presenza dei rappresentanti del Consorzio di bonifica del Nord Sardegna e dell’Ente acque della Sardegna, che gestisce la diga. L’infrastruttura, realizzata tra il 1971 ed il 1980, ma collaudata solo nel 2002, presenta importanti criticità, che non la rendono conforme ai parametri di sicurezza fissati dall’Ufficio dighe nazionale, tanto da non poter contenere il volume di risorsa idrica per la quale è stata realizzata, costringendo il gestore all’apertura delle paratoie nel momento stesso in cui il livello d’acqua supera la soglia di sicurezza con un'evidente dispersione di risorsa nell’ambiente.

Una situazione che lo stesso Assessore definisce «insostenibile»: «Come regione, non possiamo più permetterci di sprecare l’acqua, al contrario, dobbiamo mettere in atto comportamenti e politiche improntati al risparmio della risorsa idrica, nel rispetto dell’ambiente. A breve, partirà il bando di progettazione per la messa in sicurezza dell’opera – continua Frongia – con l’obiettivo di arrivare alla consegna dei lavori entro l’estate e al completamento dei lavori entro il 2021». I lavori di messa in sicurezza statica dello sbarramento serviranno per portare la diga (passata nel 2008 dalla gestione del Consorzio di bonifica del nord Sardegna alle gestione dell’Enas) alla capienza per la quale è stata progettata o, perlomeno, nel frattempo, ad una soglia intermedia tra gli attuali 34,20 ed i 72milioni di metri cubi, ritenuta sufficiente per assicurare almeno due anni di tranquillità sia per gli usi civici, sia per l’irrigazione della Piana.

Nella foto: un momento del sopralluogo
Commenti
7/7/2020
Giovedì pomeriggio, nella Sala Consiglio, l´Amministrazione comunale di Porto Torres incontrerà gli abitanti di Via Paglietti, del tratto di Via Petronia adiacente a Via delle Terme e delle ex case dei ferrovieri che sorgono di fronte alla Stazione Porto Torres marittima
6/7/2020
«Incisivo lavoro fianco a fianco tra Regione autonoma della Sardegna e l´Anas», sottolinea l´assessore regionale dei Lavori pubblici Roberto Frongia


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)