Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanità › «Sanità ad Alghero commissariata»
Red 18 novembre 2020
«Sanità ad Alghero commissariata»
«Si dimette dottor Greco». Ad annunciarlo sono i consiglieri che compongono l´Opposizione in Consiglio comunale, che analizzano la situazione, dall´Ospedale Marino al Civile, richiamando il sindaco Mario Conoci alle sue responsabilità e l´Ats «alla nomina urgente dei direttori»


ALGHERO - «La sanità di Alghero, nel suo momento più critico, è di fatto commissariata: vacante dal primo febbraio la Direzione del Distretto sanitario, vacante da oggi anche quella del presidio, con le dimissioni inattese del facente funzioni dottor Gioacchino Greco. Così le decisioni non le assumono i dirigenti ad Alghero, ma la politica, a Sassari e a Cagliari. Sta avvenendo in queste ore ciò che temevano: lo smantellamento dell’Ospedale Marino e il depotenziamento dell’Ospedale Civile. Ben ottantasette posti letto di degenza dell’Ospedale Marino sono infatti ora riservati ai pazienti Covid, quelli che non hanno bisogno di terapia intensiva, ma di posti letto. Poco più di un Covid hotel». Ancora una volta sono i consiglieri comunali dell'Opposizione cittadina a puntare i fari sulla situazione della sanità ad Alghero.

«Vietato ammalarsi in città e nel Distretto per le altre patologie – insistono i consiglieri di Per Alghero, Futuro Comune, Partito democratico, Sinistra in comune e Movimento 5 stelle - L’Ortopedia e la Traumatologia insieme alla Riabilitazione si spostano, a ranghi ridottissimi, al primo piano del Marino, ma gli ortopedici possono operare solo d’urgenza al Civile quando la sala non è occupata dalle altre urgenze della Ginecologia o della Chirurgia generale. L’Oculistica viene sistemata al Civile, negli spazi angusti dove vi era l’Oncologia, ma non si stanno effettuando interventi chirurgici, neanche quelli vitrointreali che riducono la cecità. Lunghissime file d’ attesa. Per far posto alle discipline del Marino ora ubicate al Civile vengono dimezzati i posti letto di Urologia e di Otorino, vengono assegnati quelli residuali alla Chirurgia generale. Che tanto, non opera, se non nell’emergenza. Una situazione degna della situazione di anarchia che vive la sanità algherese nel suo momento più buio».

«Denunciamo con forza l’invadenza politica nelle decisioni tecniche, anche da parte di chi avrebbe un ruolo istituzionale di rilievo a Cagliari e che invece partecipa perfino alle riunioni intraospedaliere ad Alghero, dando indirizzi. Con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Nessuna programmazione regionale e nessun governo locale della sanità, decisioni che cambiano di giorno in giorno, senza logica, sempre più allo sbando. Ringraziamo gli operatori, i medici e gli infermieri per la loro professionale e encomiabile opera che supplisce alla superficialità politica. Chiediamo al sindaco di far valere immediatamente e senza indugio il deliberato unanime del Consiglio comunale, anche perché il rischio che questo smantellamento e questo depotenziamento sia strutturale, anche dopo il Covid, lo avvertono tutti. Ed è inaccettabile. Richiamiamo infine l’Ats alla nomina urgente dei direttori del Distretto e del Presidio ospedaliero seguendo criteri di competenza, esperienza e professionalità ed escludendo pasticci già commessi magari per “meri errori materiali”. Serve innalzare l’asticella della mobilitazione popolare e istituzionale, perché così sarebbe la fine per i nostri ospedali e l’inizio di un calvario per i pazienti», concludono Mario Bruno, Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Mimmo Pirisi, Valdo Di Nolfo, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Roberto Ferrara e Graziano Porcu.
Commenti
19:02
Le vittime sono cinque residenti nella provincia del Sud Sardegna, quattro nella provincia di Sassari e tre nella Città metropolitana di Cagliari. Dei casi registrati, ne sono stati rilevati 151 attraverso attività di screening e 139 da sospetto diagnostico
23/11/2020
«Dal polso che ho su ciò che accade sul territorio il numero dei positivi è ben più elevato rispetto ai dati che recentemente ci sono stati forniti dall’Amministrazione», dichiara il medico della Guardia medica Paola Correddu, che nei giorni scorsi ha partecipato come rappresentante dell´Associazione “Accabaura” alla Commissione Sanità del Comune di Alghero presieduta da Christian Mulas
21:07
«Da mesi, chiediamo di salvare il laboratorio analisi utile per tutto il Marghine», dichiara Franco Stara, consigliere regionale di Italia viva aderente al gruppo dei Progressisti
17:14
«Al San Francesco dodici nuovi medici: cinque al Pronto soccorso e sette nei Reparti Covid. Le Istituzioni lavorino insieme per vincere la guerra contro la pandemia», affermato Pierluigi Saiu, consigliere regionale della Lega e consigliere comunale di Nuoro, che ieri mattina è stato nel nosocomio per verificarne personalmente la situazione
23/11/2020
Nessuna risposta all´interrogazione protocollata dai consiglieri comunali dei gruppi Futuro Comune, Per Alghero, Partito Democratico, Sinistra in Comune ormai lo scorso 22 ottobre. Ancora gravi problemi di comunicazione in città
12:22
«Quando in Sardegna?», chiede Aldo Salaris, capogruppo in consiglio regionale e coordinatore regionale del partito dei Riformatori Sardi, sull’utilizzo, anche nell´Isola, del plasma iperimmune per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Il suo gruppo ha presentato un’interrogazione al governatore Christian Solinas e all’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu
9:33
Ordinanza del sindaco Gian Vittorio Campus: nel capoluogo turritano arriva il divieto di fumo in spazi dove ci sono altre persone. Prevista sanzione accessoria della chiusura anche per gli esercizi commerciali che non rispettano le norme
23/11/2020
A dichiararlo è Giovanni Baldassarre Spano, in qualità di rappresentante dell´Associazione “Uniti contro la chiusura dell´Ospedale Marino”, che nei giorni scorsi ha partecipato alla seduta on-line della Commissione Sanità del Comune di Alghero presieduta da Christian Mulas
23/11/2020
«L´attuale scenario ci ha costretto a trasferire il Reparto di Oncologia, una scelta che solo un mese fa ritenevamo potesse essere evitata. Non abbiamo, però, rinunciato a garantire ai pazienti le cure di cui hanno bisogno, mantenendo il servizio nelle stesse condizioni», spiega l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu
23/11/2020
«L’attività del Servizio territoriale di igiene pubblica sarà inoltre rafforzato con la destinazione di tre nuovi medici per i prossimi sei mesi, indispensabili per far fronte all’aggravamento di attività causata dall’emergenza Covid», dichiara il presidente del Consiglio regionale Michele Pais


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)