Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloConcerti › Musica internazionale ad Alghero
Red 25 agosto 2019
Prosegue la 19esima edizione della Rassegna internazionale organistica, organizzata dall’Associazione culturale Arte in musica. In programma due nuovi appuntamenti: martedì con Olimpio Medori e giovedì con Roberto Bonetto
Musica internazionale ad Alghero


ALGHERO - Due nuovi concerti di alto livello per la 19esima Rassegna internazionale organistica, ancora ad Alghero, nella Cattedrale di Santa Maria. Martedì 27 agosto, alle 21, ritorna Olimpio Medori, mentre giovedì 29, alla stessa ora, sarà la volta di Roberto Bonetto. La Rassegna è inserita nel cartellone del Festival del Mediterraneo 2019, organizzato e promosso dall’Associazione culturale Arte in musica, con la direzione artistica di Antonio Mura. Tutti gli eventi della kermesse godono del contributo e del patrocinio della Regione autonoma della Sardegna (Assessorato alla Cultura e Presidenza del Consiglio), della Fondazione di Sardegna e della Fondazione Alghero, affiancate dal Comune di Alghero e dalle Diocesi di Sassari e di Alghero-Bosa.

Martedì, il programma del concerto di Medori “Divagazioni organistiche dell'Ottocento in Europa”, inserito nella Rassegna, che vede Ugo Spanu nel ruolo di coordinatore artistico, comprenderà i brani “Einleitung und Fuge aus der Kantate” “Ich hatte viel Bekümmernis” (da Bach) ed “Agnus Dei” (dalla “Messa da Requiem” di Verdi) di Franz Liszt; “Elevazione” di padre Davide da Bergamo (Felice Moretti); “Sonata n.2, Poco allegro” (dalle “4 Sonate per il Vespero”) di Vincenzo Antonio Petrali; “Choral prelude Op.122 n.9”: “Herzlich tut mich verlangen” e “Choral prelude Op.122 n.10”: “Herzlich tut mich verlangen”di Johannes Brahms; “Chant de soir Op.92 n.1” e “Scherzo op.49 n.2” di Marco Enrico Bossi.

“I gioielli del barocco italiano” è il titolo del concerto dell’organista Bonetto, in programma giovedì. Saranno eseguiti di Johann Sebastian Bach, “Nun danket alle Gott,” dalla cantata Bwv79 e l’Aria dalla cantata di caccia Bwv208; di Georg Friederich Handel, il Concerto in sol minore con l’Ouverture “The Lord is my light” (dal numero 10 dei Chandos-Hymne), l’Adagio e l’Andante; di Felix Mendelssohn Bartholdy, Preludio e fuga in do minore Op.47 n.1; di Gaetano Donizetti, Andante sostenuto dal Concertino per clarinetto (Arr. Bonetto); di Pierné, Trois pièces op.29. L'ingresso è libero.

Nella foto: Olimpio Medori
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas