Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaOpere › Diga Monte Lerno: sopralluogo di Frongia
Red 26 ottobre 2019
Ieri mattina, a Pattada, l’assessore regionale dei Lavori pubblici ha partecipato al sopralluogo, alla presenza dei rappresentanti del Consorzio di bonifica del Nord Sardegna e dell’Ente acque della Sardegna, che gestisce la diga
Diga Monte Lerno: sopralluogo di Frongia


PATTADA - «Abbiamo il dovere di garantire la sicurezza delle opere pubbliche, in particolar modo di quelle ritenute strategiche. La diga di Monte Lerno, che sarà oggetto a breve di un bando di progettazione per la messa in sicurezza, fa parte di queste dato che fornisce l’acqua per gli usi civici della popolazione dell’Unione dei Comuni del Logudoro e viene utilizzata per alimentare la rete idrica del Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna per la Piana di Chilivani».

Lo ha detto l’assessore regionale dei Lavori pubblici Roberto Frongia, nel corso del sopralluogo di ieri mattina (venerdì) a Pattada, alla presenza dei rappresentanti del Consorzio di bonifica del Nord Sardegna e dell’Ente acque della Sardegna, che gestisce la diga. L’infrastruttura, realizzata tra il 1971 ed il 1980, ma collaudata solo nel 2002, presenta importanti criticità, che non la rendono conforme ai parametri di sicurezza fissati dall’Ufficio dighe nazionale, tanto da non poter contenere il volume di risorsa idrica per la quale è stata realizzata, costringendo il gestore all’apertura delle paratoie nel momento stesso in cui il livello d’acqua supera la soglia di sicurezza con un'evidente dispersione di risorsa nell’ambiente.

Una situazione che lo stesso Assessore definisce «insostenibile»: «Come regione, non possiamo più permetterci di sprecare l’acqua, al contrario, dobbiamo mettere in atto comportamenti e politiche improntati al risparmio della risorsa idrica, nel rispetto dell’ambiente. A breve, partirà il bando di progettazione per la messa in sicurezza dell’opera – continua Frongia – con l’obiettivo di arrivare alla consegna dei lavori entro l’estate e al completamento dei lavori entro il 2021». I lavori di messa in sicurezza statica dello sbarramento serviranno per portare la diga (passata nel 2008 dalla gestione del Consorzio di bonifica del nord Sardegna alle gestione dell’Enas) alla capienza per la quale è stata progettata o, perlomeno, nel frattempo, ad una soglia intermedia tra gli attuali 34,20 ed i 72milioni di metri cubi, ritenuta sufficiente per assicurare almeno due anni di tranquillità sia per gli usi civici, sia per l’irrigazione della Piana.

Nella foto: un momento del sopralluogo
Commenti
16:14 video
«Una città come Alghero avrebbe grandi ricadute, si passi dai progetti all´esecutività. Il golf è certamente un´attrattiva per il territorio e per portare il nome di Alghero nel mondo». Ne è convinto Gavino Sini, presidente della Camera di Commercio di Sassari. Fa discutere la proposta del primo parco da golf pubblico in Italia sui terreni di Maria Pia con importanti ricadute ambientali, economiche e turistiche in Riviera del corallo, ma per Sini bisogna tenere in giusta considerazione gli investimenti provati. Ecco le sue parole ai microfoni del Quotidiano di Alghero
20/11/2019 video
Piace sempre più l'idea di rilancio partendo da ambiente e golf. Fa discutere la proposta del primo parco da golf pubblico in Italia sui terreni di Maria Pia con importanti ricadute ambientali, economiche e turistiche in Riviera del corallo. Ecco le parole del presidente della Federalberghi per la provincia di Sassari, Stefano Visconti, ai microfoni del Quotidiano di Alghero.
19/11/2019
L'idea di rilanciare la vocazione turistica della Riviera del Corallo puntando con decisione sul grande attrattore naturalistico rappresentato dai 43 ettari di Maria Pia, incastonati tra il mare, la pineta e la laguna del Calich, mettendo a sistema le potenzialità ricettive del territorio e investendo sul golf, ha acceso in città un interessante dibattito
20/11/2019
Gabriella Esposito, Mario Bruno e Pietro Sartore, consiglieri comunali della lista Per Alghero, dopo aver letto l´annuncio emanato ieri dagli uffici di Porta Terra dell´approvazione da parte della Giunta regionale della delibera con la quale viene confermato il finanziamento al Comune di Alghero di 3.176.00euro per l'ex cotonificio, replicano a quanto detto dall´Amministrazione di Centrodestra
19/11/2019
Ecco il programma dei lavori di scavo in città per la realizzazione della rete del gas. Da lunedì, iniziano le opere in Via Sassari, nel tratto da Porta Terra allo Scalo Tarantiello. Dal 7 gennaio 2020, lavori in Via Cagliari
19/11/2019
Con la nuova Giunta regionale e il cambio ad Alghero la preoccupazione era che il grande progetto di riqualificazione dell´ex Cotonificio si potesse bloccare. Buone notizie invece arrivano da Cagliari
14:33
Oggi, l’Anas consegna i lavori alla nuova società che potrà così procedere con le operazioni di riaccantieramento, così come richiesto dalla Regione autonoma della Sardegna con l’obiettivo di fra ripartire quanto prima il cantiere
19/11/2019
Ieri mattina, a Cagliari, si è tenuto un incontro con l’assessore regionale dei Lavori pubblici Roberto Frongia, il presidente della Commissione Autonomia Pierluigi Saiu, il consigliere regionale del Psd’Az Franco Mula, i sindaci di Oliena e Dorgali ed il commissario straordinario della Provincia di Nuoro
© 2000-2019 Mediatica sas