Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCoste › Spiaggia ricoperta di topi morti
S.O. 29 luglio 2019 video
Bastano pochi secondi di immagini raccapriccianti per capire la situazione sulla spiaggia del Lido ad Alghero. Con le fogne letteralmente in panne a causa del temporale, gravi conseguenze anche sulla costa. Domenica da dimenticare quella appena trascorsa
Spiaggia ricoperta di topi morti


ALGHERO - Che il sistema fognario della città di Alghero fosse nato male e negli anni abbia creato enormi problemi è dato di fatto. Ma nessuno poteva immaginare di rivedere in piena estate le immagini raccapriccianti a cui gli algheresi erano abituati diversi anni fa. Il temporale estivo che ha mandato letteralmente in tilt la città di Alghero non ha risparmiato la costa del Lido.

Con le fogne totalmente in panne, in molte zone della città si è assistito alla fuoriuscita di grandi quantità di liquami ed escrementi. Se la situazione ha imbarazzato, e non poco, residenti e commercianti di Piazza Sulis ed altri quartieri, il risveglio è stato drammatico per operatori e semplici bagnanti sul Lido San Giovanni: spiaggia ricoperta da topi morti e agonizzanti. Vere e proprie "merdone", come sono detti i topi di chiara origine fognaria di dimensioni considerevoli.

Una vera mattanza. Che per un balordo gioco del destino è avvenuta proprio a poche ore dall'annunciata, quanto necessaria, derattizzazione programmata per la giornata odierna (lunedì) in città. Uno spettacolo non certo tra i più edificanti per l'immagine turistica della città di Alghero. Una domenica da dimenticare insomma. Anche perchè la situazione nel centro storico, con decine di migliaia di turisti a spasso a causa delle condizioni meteo poco favorevoli per il mare, ha segnato enormi disservizi con tutti i cestini raccolta carte disseminati per le vie letteralmente presi d'assalto. Il risultato è abbastanza immaginabile: sporcizia e rifiuti ovunque.

25/1/2020
Sono già più di 10mila le firme nella petizione popolare per la salvaguardia delle coste sarde rivolta al ministro per i Beni e attività culturali e turismo, al presidente della Regione autonoma della Sardegna ed al presidente del Consiglio regionale con la richiesta di mantenimento dei vincoli di inedificabilità nella fascia dei 300metri dalla battigia marina, stabiliti dalle normative vigenti e dalla disciplina del Piano paesaggistico regionale
23/1/2020
Lo ha detto l’assessore regionale degli Enti locali Quirico Sanna, presentando la determinazione con cui la Regione autonoma della Sardegna ha disposto l’estensione delle concessioni balneari fino al 31 dicembre 2033, recependo il prolungamento disposto dalla Legge nazionale e fornendo ai Comuni costieri le indicazioni per l’esercizio delle loro funzioni
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)