Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaSanità › Socio assistenziali: 27mln dalla Regione
Red 9 agosto 2019
Socio assistenziali: 27mln dalla Regione
«Abbiamo dato una risposta ai tanti sardi rimasti esclusi dalle misure socio assistenziali finanziate dalla Regione e trovato i soldi per garantire, nell’anno in corso, il pagamento dei piani socio-assistenziali delle leggi di settore», dichiara l’assessore regionale della Sanità e dell’assistenza sociale Mario Nieddu


CAGLIARI - «Abbiamo dato una risposta ai tanti sardi rimasti esclusi dalle misure socio assistenziali finanziate dalla Regione e trovato i soldi per garantire, nell’anno in corso, il pagamento dei piani socio-assistenziali delle leggi di settore, della Legge 162 e Ritornare a casa, risorse sottostimate e non finanziate nella passata legislatura nonostante il fabbisogno storico ne evidenziasse l'esigenza». Sono parole di soddisfazione quelle dell’assessore regionale della Sanità e dell’Assistenza sociale, Mario Nieddu, che ha commentato così l’approvazione in Consiglio Regionale della variazione di bilancio che mette a disposizione dei Comuni del territorio altri 27milioni di euro per l’erogazione di servizi a favore delle misure socio-assistenziali.

«Avevo preso un impegno preciso con i Comuni – prosegue Nieddu - impossibilitatati a soddisfare nell’anno corrente le nuove richieste per mancanza di fondi. Ringrazio l’assessore alla Programmazione Giuseppe Fasolino per aver individuato le risorse necessarie».

«E ringrazio il Consiglio per aver approvato il provvedimento con rapidità, a brevissima distanza dall’approvazione del disegno di legge da parte della Giunta. Abbiamo ribadito il principio fondamentale che non esistono cittadini di serie A e di serie B, chiunque abbia il diritto deve poter accedere alle misure assistenziali previste dalla legge», conclude l'assessore regionale.

Nella foto: l'assessore regionale Mario Nieddu
Commenti
15/2/2020 video
Sabato mattina, i cittadini algheresi si sono riuniti davanti all´Ospedale Marino per protestare e chiedere una Sanità che funzioni. "Giù le mani dal Marino", la parola d´ordine dei presenti. Immagini e interviste sul Quotidiano di Alghero
9:05 video
Il presidente del Consiglio Regionale, l´algherese Michele Pais, spazza via ogni insinuazione: «Non c´è nessuna volontà di depotenziare la sanità di Alghero, ne di quelli dell´ospedale Civile ne del Marino». Poi la chiara e netta presa di posizione: «Il mio impegno costante, preciso e forte sarà quello di garantire una sanità adeguata». Le sue parole
12:03
L´associazione di Alghero rilancia: «Per rilanciare la sanità algherese abbiamo bisogno di una politica forte e compatta e di figure dirigenziali all’interno dell’ATS nominate per meriti e non per appartenenze politiche»
13:26
Gli alunni della Quarta B della scuola primaria Santa Maria di Sorso hanno donato alla Neonatologia e Tin dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari una poltrona per le mamme che devono allattare i loro bimbi
12:05
«Chi ha amministrato la città di Alghero negli anni precedenti ha riacquistato la voce solo oggi, dopo un lungo periodo di afonia nel corso del quale sono passate le più tremende mazzate alla nostra sanità»
15/2/2020
«Solo oggi, dopo 4 mesi dalla mozione e dopo 5 mesi che gli algheresi sono obbligati a girare per il nord Sardegna per “elemosinare” un intervento di ortopedia, la maggioranza ha acconsentito a discutere la mozione»
15/2/2020
Per la Peste suina africana, sono stati abbattuti nelle campagne di Orgosolo decine di maiali a stato brado illegale, non registrati, di proprietà ignota e mai sottoposti a controllo sanitario
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)