Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaScuola › Scuola: Biancareddu attacca il ministro
Red 5 agosto 2020
Scuola: Biancareddu attacca il ministro
«Resto sempre più perplesso e dubbioso, per non aggiungere altro, sul caos che regna ancora sulla scuola», afferma l’assessore regionale della Pubblica istruzione, dopo la videoconferenza di questa mattina con il ministro dell´Istruzione Lucia Azzolina, con tutti i responsabili dell’istruzione delle altre Regioni


CAGLIARI - «Resto sempre più perplesso e dubbioso, per non aggiungere altro, sul caos che regna ancora sulla scuola». Lo ha affermato l’assessore regionale della Pubblica istruzione Andrea Biancareddu, dopo la videoconferenza di questa mattina (mercoledì), con il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina, insieme a tutti i responsabili dell’istruzione delle altre Regioni.

«Purtroppo, debbo dire che non c’è certezza di nulla. Dai trasporti al distanziamento sociale, dai docenti al numero delle classi, agli orari. La ministra non ha detto e dato nessuna informazione utile a dissipare la mia personale perplessità, che è poi quella comune di molti colleghi delle altre Regioni italiane, su come si potrà aprire in tempo utile la scuola. Non ha neanche affrontato il problema della gestione degli studenti. Ci sarà o meno una riduzione del tempo scolastico effettivo e gli ingressi saranno scaglionati?». Domande alla quale Biancareddu sperava di ricevere risposte certe da parte del rappresentante del Governo ma che ancora, ad oggi, attendono certezze e l’apertura delle scuole a settembre è dietro l’angolo.

«Dovrebbero, ci ha detto la ministra Azzolina, essere effettuati 50mila assunzioni in tutta Italia tra personale tecnico-amministrativo e personale docente. Prima dovevano essere 70mila. A copertura ci dovrebbe essere un miliardo. Naturalmente, tutti questi soldi non ha detto quando li deve spendere, né come saranno selezionati gli insegnanti e ovviamente quando saranno fatti i concorsi. Sul trasporto poi è un mistero. Non è stato chiarito se anche nel trasporto degli alunni ci sarà il distanziamento. Se esiste a scuola non si capisce come non ci debba essere nel trasporto. Il rischio di contagio è più elevato sui mezzi. Non ha chiarito il criterio di ripartizione di questi 50mila docenti. Su quale base verranno ripartiti sul territorio nazionale e cosa per me più grave, non ha parlato del numero delle classi in più che ci saranno», insiste l'esponente della Giunta Solinas.

«Ho espresso dubbi sulle tempistiche ed essendo stato sindaco, non credo che dal 5 agosto a metà settembre si possano investire soldi. Nessuna notizia poi sui nuovi banchi. Ad oggi, non sappiamo se la gara è stata aggiudicata e quanti abbiano partecipato alla gara. La costruzione dei banchi richiede del tempo che purtroppo sta per finire. Ho paura che arriveremo a quello che è il peggior modello didattico. Quello a distanza, che come ho sempre detto, viola il principio di uguaglianza. Se a questo aggiungiamo che in diversi Paesi non esiste linea, il diritto allo studio lo stai limitando ad un certo numero di studenti, negandolo ad altre, in violazione della Costituzione. Spero che tutti questi interventi prima o poi vengano fatti e portati a termine, non a settembre. Nella replica, il ministro non ha fissato date. Ha solo una condivisibile speranza che tutto si realizzi magicamente prima dell’inizio dell’anno scolastico. Io ho detto che lo speravo ma non ci credevo. Arredi, spazi e didattica a distanza. Sono tre problemi che non verranno risolti né nel mese di agosto e probabilmente neppure nel mese di Settembre», conclude l'assessore Biancareddu.

Nella foto: il ministro Lucia Azzolina
Commenti
25/9/2020
L’avvio dell’attività scolastica è un momento importante e particolare per la città. È l’attività intorno alla quale ruota la vita delle famiglie, di tutti noi
25/9/2020
Costerà cara la bravata della scorsa notte di alcuni ragazzini all’interno di una scuola elementare di Porto Torres: cinque minori denunciati dai carabinieri
25/9/2020
Il gran giorno è arrivato. Le porte si riaprono, i banchi forse saranno diversi, ma i compagni e le compagne saranno le stesse che avete lasciato velocemente a marzo, quando ancora nessuno aveva capito realmente a cosa stessimo andando incontro, o meglio: in che situazione fossimo già. La Scuola è di nuovo vostra
24/9/2020
L´apertura non contemporanea delle scuole ad Alghero, in orari e giorni differenti (alcune apriranno domani, venerdì 25 settembre, mentre altre hanno già iniziato l´attività) ha costretto a stabilire l´inizio del servizio da mercoledì 30


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)