Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaParchi › Parco, la votazione finisce nel caos
Cor 7 novembre 2020
Parco, la votazione finisce nel caos
Il presidente Tilloca in difficoltà nel condurre i lavori. I componenti di maggioranza dell´assemblea dilaniati, si spaccano nella votazione finale che rimanda l´approvazione del Rendiconto. Pesano le continue assenze. Dura nota dei consiglieri Esposito, Bruno, Sartore, Cacciotto, Piras, Di Nolfo e Pirisi che preannunciano un voto favorevole per il futuro


ALGHERO - L’assemblea del Parco di Porto Conte neanche stavolta è riuscita ad approvare uno degli atti fondamentali, il rendiconto 2019, per mancanza del numero legale, rimandando il voto a giovedì prossimo (è attesa la convocazione formale dell'assemblea in proseguimento di seduta). Un’assemblea iniziata bene, con un’ampia discussione nel merito. Il 2019 infatti, soprattutto nella prima parte, è stato l’anno in cui sono emerse progettualità importanti, con finanziamenti che l’attuale Consiglio Direttivo può gestire per 2.6 milioni di euro. A questi si aggiungono altre conquiste fatte nella scorsa consiliatura: 706.000 euro di entrate ormai consolidate e sistematiche da Regione e Ministero dell’Ambiente. Si sperimenta positivamente la scelta dell’unificazione gestionale del Parco e dell’Area Marina Protetta. Si rafforza la pianta organica, si sviluppano progetti con le imprese attraverso il marchio del Parco che diventa attrattivo e aggregante per cittadini sardi e ospiti.

«Un buon rendiconto, che appartiene alla gestione trascorsa e ora viene affidato alle cure del nuovo consiglio direttivo, in continuità. Ci piace ringraziare ancora una volta i presidenti Cella e Scala, con i loro consiglieri» sottolineano Esposito, Bruno, Sartore, Cacciotto, Piras, Di Nolfo e Pirisi. «Tuttavia, non sono mancati nel corso dei lavori momenti surreali, soprattutto quando il consigliere del Parco Adriano Grossi si è scagliato contro i componenti dell’assemblea, alimentando divisioni politiche e rovinando il clima costruttivo fino a quel momento ricercato e ottenuto». Altra nota stonata l’assenza dei revisori - precisano i componenti dell'assemblea - per quanto giustificata, che non ha permesso ai componenti dell’assemblea di fugare dei dubbi su alcune criticità «riscontrate». Da qui la decisione per Centrosinistra e movimento 5 stelle di non partecipare al voto.

Al momento del voto i presenti erano solo 12. Grandi discussioni, tentativi da parte del presidente (sospinto dal sindaco...) di far votare consiglieri che si sono connessi molto tempo dopo la chiama e la saggia proposta del consigliere Nunzio Camerada di rinviare i lavori. Proposta che poi, quando è stata messa al voto è stata approvata dalla maggioranza dell’assemblea, registrando però una evidente spaccatura in seno al centrodestra (contrari i consiglieri Ansini, Muroni, Mulas e Pirisi Maurizio). «Ora magari, con qualche giorno in più, con i revisori presenti alla prossima assemblea di giovedì, richiamati all’ordine quei componenti dell’assemblea oggi assenti e che in Consiglio Comunale fanno parte della maggioranza, potrebbe arrivare un voto unitario e si potrà restituire dignità a un’assemblea che rischiava di essere svilita da atteggiamenti poco rispettosi della dialettica democratica e delle norme che regolano la proclamazione del voto. Siamo ancora fiduciosi e restiamo responsabili. Il Parco di Porto Conte per noi vale più delle provocazioni di parte» concludono Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Mario Brunio, Mimmo Pirisi, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras e Valdo Di Nolfo.
Commenti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)