Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniCosteSpiagge, bugie e videotape, come il film del 1989
Marco Tedde 18 aprile 2019
L'opinione di Marco Tedde
Spiagge, bugie e videotape, come il film del 1989


A gennaio la Giunta ha annunciato l’investimento di 800mila euro per la pulizia delle spiagge, garantendo la rimozione degli antiestetici cumuli prima delle festività pasquali. A febbraio e marzo ha proseguito con la propaganda sterile, annunciando di aver destinato ben 150mila euro a favore degli operatori balneari per far fronte alle spese di pulizia e gestione degli arenili in concessione.

Questo, dopo avere ingannato i balneari nell’anno precedente, allorché pose a loro carico le spese per la pulizia delle aree limitrofe alle loro concessioni. Il tutto condito da video improbabili che documentano movimentazione di aria fritta, ma che lasciano la posidonia nella posizione di partenza.

Capiamo le difficoltà dell’Amministrazione nell'affrontare questo problema. Ma i problemi non si risolvono con le bugie, i videotape e i maldestri tentativi di ascrivere le responsabilità a chi amministrava nel 2007. Faccia l’Amministrazione una operazione verità e racconti le sue difficoltà. Ma smetta di prendere in giro gli algheresi, che nel frattempo hanno capito che la posidonia a Pasqua rimarrà a San Giovanni.

*ex sindaco di Alghero (parafrasi dal il titolo del film del 1989 di Steven Soderbergh, vincitore della Palma d'oro a Cannes)
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas