Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › 2010-2019 ritorno ad Andrea Delogu: l´intervista
Cor 21 novembre 2019 video
Ascoltare le parole del commercialista algherese a distanza di ben 9 anni fa piombare la città - ma la politica in particolare - in soggezione: gli obiettivi di allora diventano incompiute di ieri e impegni attuali. Si riparte dalla grana-dipendenti (tutti in scadenza il 15 dicembre 2019). Ecco l'intervista che fa già storia
2010-2019 ritorno ad Andrea Delogu: l´intervista


ALGHERO - Pochi capelli in più e qualche ruga in meno, ma la stessa determinazione di allora. Alla guida della Fondazione Alghero ritorna il primo presidente e certamente la voglia di portare a termine - per certi versi avviare - qual percorso intrapreso quasi un decennio fa deve aver pesato, ed anche molto, nella scelta di Andrea Delogu di ritornare a guidare la cassaforte del Comune.

16 dicembre 2010. "Alghero fa Meta", così titolava il Quotidiano di Alghero la bellezza di nove anni fa. Un po tutto è cambiato in un decennio, molto meno nella classe politica locale. Ma riascoltare le parole dell'esperto commercialista algherese, primo presidente-direttore della Fondazione a distanza di tanto tempo fa un po' arrossire: gli obiettivi di allora diventano incompiute di ieri e impegni attuali.

Si riparte, infatti, dalla grana-dipendenti (tutti in scadenza il 15 dicembre 2019). Così il primo obbiettivo del nuovo corso non potrà non essere quello di strutturare l'ente che ogni anno gestisce il patrimonio archeologico algherese, cura l'organizzazione degli eventi e programma la promozione del territorio. Di «progetto ambizioso ed estremamente articolato» parlava Delogu nel 2010, «capace di coinvolgere i privati cercando di rendere più redditizio il sistema». Tutti obbiettivi sempre più attuali.

[l'intervista era con Sara Alivesi, 18 dicembre 2010]

22:19
La presentazione si è tenuta questa mattina, nella sala capitolare della Basilica di San Gavino, «non solo in vista della prossima tornata elettorale che eleggerà la nuova Amministrazione comunale - spiega il coordinatore cittadino Franco Satta - ma soprattutto per un impegno saldo e costante che abbia l’obiettivo di migliorare una città ed un territorio che meritano particolari attenzioni per le numerose potenzialità finora inespresse»
24/1/2020
Questa data simbolo è stata scelta dal Parlamento italiano non solo per ricordare quanti furono deportati e massacrati, ma anche per non dimenticare quelle persone che anche a rischio della loro stessa esistenza, aiutarono tanti ebrei a salvarsi. Tra questi voglio ricordare i sardi tra i Giusti delle Nazioni: Salvatore Corrias, Vittorio Tredici, Giovanni Gavino Tolis, Girolamo Sotgiu e sua moglie Bianca Ripepi
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)