Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaSaluteSanità › Il Mater Olbia è Covid-Hospital
Cor 1 aprile 2020
Il Mater Olbia è Covid-Hospital
L’Ospedale, seguendo le indicazioni della Regione Sardegna, impiegherà le proprie strutture e professionalità per fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione del contagio da Coronavirus


OLBIA - Con deliberazione della Giunta regionale del 26 marzo 2020 il Mater Olbia Hospital è stato individuato quale struttura COVID-19 per l’area del Nord Sardegna. L’Ospedale, seguendo le indicazioni della Regione Sardegna, impiegherà le proprie strutture e professionalità per fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione del contagio da Coronavirus COVID-19 sull’Isola. A partire da questa settimana tutto il Mater Olbia Hospital sarà messo a disposizione dei pazienti COVID-19; cesseranno quindi, per la durata del periodo di emergenza, le attività di ricovero, chirurgiche e ambulatoriali. Sono stati già messi a disposizione 4 posti letto di Terapia Intensiva, accreditati e già operativi, per i ricoveri di maggiore complessità richiedenti assistenza respiratoria intensiva. Operativo anche un reparto di degenza non intensivo COVID (16 posti letto), mentre a breve sarà attivato un nuovo reparto di Malattie Infettive (15posti letto), in ambiente a pressione negativa.

«Dall’inizio dell’epidemia ci siamo resi disponibili per offrire il nostro contributo al contrasto dell’epidemia da Coronavirus COVID-19 e da oggi siamo in prima linea”. Così Pietro Grasso, Direttore sanitario dell’ospedale. “Ringraziamo la Regione per aver scelto il Mater Olbia come COVID-Hospital – prosegue – e siamo pronti a fare la nostra parte mettendo in campo tutti gli sforzi necessari per gestire al meglio questa situazione straordinaria». Da diverse settimane il Mater Olbia è impegnato in un’azione di potenziamento del proprio organico e sta conducendo un’attività di recruiting, anche a livello internazionale, per incrementare l’operatività dei reparti, in primis quello di terapia intensiva (anestesisti, infermieri di terapia intensiva). «Il Mater Olbia sta portando avanti la sua azione di rafforzamento e sviluppo, accrescendo la dotazione strumentale e professionale dell’ospedale al fine di esprimere al massimo le potenzialità della struttura», spiega Alessandra Falsetti, Direttore Generale dell’Ospedale, che aggiunge: «Concentrare ora tutti i nostri sforzi per fornire la migliore assistenza possibile ai pazienti COVID-19 e fronteggiare il dilagare dei contagi è coerente con la nostra missione di portare buona sanità e risposte concrete ai bisogni dei cittadini».

In questa prospettiva e grazie alla costante sinergia con la Fondazione Gemelli IRCCS, da oggi il Mater Olbia si avvale della collaborazione del prof. Stefano Vella, esperto di sanità pubblica e infettivologo di fama internazionale. Già Direttore del Centro Nazionale per la Salute Globale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e già Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), a gennaio 2020 il prof. Vella è stato nominato dal Ministero della Pubblica Istruzione Università e ricerca, di concerto con il Ministero della Salute, rappresentante italiano al prossimo Programma Quadro di Ricerca Europeo (Horizon Europe - 2021-2027) Health Cluster. Le competenze del prof. Vella sono state messe anche a disposizione della Regione Sardegna; la sua presenza rafforzerà il presidio specialistico necessario per contrastare l’emergenza legata al Coronavirus. Per sopperire alla cessazione, durante il periodo di emergenza, delle attività di ricovero, chirurgiche e ambulatoriali, i pazienti potranno usufruire del servizio “Consulto Telefonico Specialistico”, già attivo da alcuni giorni, che consente a tutti coloro che hanno necessità di un consulto e ai pazienti che non possono accedere ai servizi ambulatoriali, di effettuare un colloquio telefonico con i clinici del Mater Olbia in diverse specialità (da Cardiologia e Ginecologia, solo per citarne alcune).
Commenti
20:18
Salgono a 1.357 i casi di positività al Covid-19 accertati in Sardegna dall´inizio dell´emergenza. E´ quanto rilevato ad oggi dall´Unità di crisi regionale nell´ultimo aggiornamento. Sale a 131 il numero delle vittime
30/5/2020
Pronta la secca replica dell´ex sindaco Mario Bruno: «Da Alghero i tamponi viaggiano ancora per Sassari, direzione San Camillo. Appuntamento fissato anche per mercoledì prossimo»
30/5/2020
Si sono negativizzati gli ultimi degenti di Malattie infettive, dopo quelli di Terapia intensiva. Non si registrano nuovi ricoveri per CoronaVirus né, da diversi giorni, nuovi contagi. L´Azienda ospedaliero universitaria pronta a fare i tamponi ai dipendenti delle ditte appaltatrici che lavorano nelle sue strutture ospedaliere. Cambiano anche le strategie per la sorveglianza sanitaria


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)