Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaSanità › Contagi e reparto, tutto in Procura
Cor 5 aprile 2020
Contagi e reparto, tutto in Procura
La gestione dell´emergenza Covid-19 ad Alghero e il mancato accreditamento del reparto di Terapia intensiva dell´ospedale Civile (a differenza di quanto avvenuto per altre strutture) oggetto di un dettagliato accesso civico nelle mani della Procura di Cagliari


ALGHERO - Finisce nelle mani della Procura di Cagliari la dettagliata istanza di accesso civico sulla complessiva gestione della comunicazione alla popolazione dell'emergenza Covid-19, e la mancata apertura del reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Civile di Alghero, indirizzata da Raffaele Cadinu alla Direzione generale della Sanità della Regione Sardegna e al responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, oltreché inoltrata per conoscenza al Governatore Christian Solinas ed al presidente del Consiglio Michele Pais.

Il Piano Pandemico Nazionale prevede infatti al punto 7.5 «la messa a punto di un Piano di formazione degli operatori sanitari, che l'intera attività formativa deve essere partecipata e concordata a livello nazionale, regionale e locale», - oltre a includere - punto 7.6 - «adeguate strategie di comunicazione», con riferimento alla comunicazione con la popolazione sulla base della «percezione collettiva del rischio», consolidando i rapporti con i mezzi di comunicazione a tutti i livelli. Un fatto questo abbondantemente eluso in Sardegna ma soprattutto nel territorio di Alghero.

L'istanza si riferisce così al numero di contagi avvenuti, ai decessi; alla progressione temporale dei contagi ed alla differenziazione in numeri dei contagi tra pazienti e operatori sanitari; al numero complessivo di tamponi eseguiti ed a quello dei soggetti sottoposti a test. Tutte informazioni di base per la popolazione, nel rispetto di quanto stabilito dal Piano Pandemico Nazionale, ma fino ad oggi inspiegabilmente celate. C'è poi la questione del reparto pronto da tempo ma mai aperto, nonostante la procedura di realizzazione datata al 2006 e la predisposizione delle attrezzature recentemente ultimata.

Nel Periodo di Allerta Pandemico, infatti, è previsto che le Regioni attivino le risorse aggiuntive necessarie per il potenziamento dell'assistenza medica e per l'attivazione/aumento del numero complessivo dei posti letto, «prevedendo anche in deroga ai requisiti autorizzativi e di accreditamento (procedure semplificate di accreditamento), aree sanitarie anche temporanee sia all'interno che all'esterno di strutture di ricovero pubbliche e private»: percorso che effettivamente sarebbe stato recentemente autorizzato ed effettuato per il polo sanitario privato del Mater Olbia, ma non per il reparto di Terapia sub Intensiva dell'ospedale Civile di Alghero.

L'istanza tende così a scoperchiare «i motivi per i quali non si sia ancora proceduto all'accreditamento della struttura ospedaliera denominata "Unità di terapia sub intensiva" dell'Ospedale Civile di Alghero». Struttura che, se fosse accreditata con la procedura semplificata di cui alla delibera n. 200 del 30 marzo 2020 proprio dal Commissario Straordinario dell'ATS Dott. Giorgio Steri - potrebbe essere considerata di supporto all'emergenza garantendo i servizi necessari a tutti gli altri cittadini di Alghero e del bacino afferente, che al momento sarebbero impossibilitati ad avere cure, in quanto impediti a recarsi oltre mare, e/o in difficoltà a essere trasferiti in altri nosocomi impegnati per il Covid-19. Accreditamento - si legge ancora nell'istanza - che farebbe risparmiare notevoli risorse pubbliche.
Commenti
22:13
Ripartono le attività dei tre centri trasferiti dall´Ospedale “Binaghi”. «Sono servizi fondamentali. Abbiamo mantenuto l´impegno con i cittadini», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas
17:32
Sono 468 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (quattro in meno rispetto al dato di ieri) e scendono dello stesso numero (- quattro) i pazienti in terapia intensiva, che sono ora quarantaquattro. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.286. 329 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
25/1/2021
Calano ancora i positivi ad Alghero. Rispetto a giovedì scorso 20 casi in meno, ma salgono i ricoveri. Nessuna novità invece dall´Ats sullo screening nelle scuole
16:02
«Chiediamo l´intervento immediato o siamo pronti a difendere l´Isola in ogni sede», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas
25/1/2021
L'assessore regionale alla Sanità, il leghista Mario Nieddu, chiede la revoca dell'ordinanza che dispone la zona arancione, ma dal Ministero filtrano indiscrezioni poco rassicuranti. Tutti i dati spediti a Roma dalla Regione Sardegna
26/1/2021
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, ieri, le persone positive al Coronavirus erano 336, due in più rispetto a venerdì. Quindici i nuovi casi nelle ultime ventiquattro ore. I ricoverati salgono a ventiquattro
24/1/2021
Trenta posti in una superficie di 1300metri quadri nella Stecca bianca di Viale San Pietro, a Sassari. «Darà una risposta forte nella lotta contro il Coronavirus», dichiara il commissario straordinario dell´Aou Sassari Antonio Lorenzo Spano. «Rappresenta la sintesi degli sforzi assistenziali e consentirà agli anestesisti della nostra Scuola un´alta specializzazione», rilancia il direttore di Anestesia e rianimazione Pier Paolo Terragni
25/1/2021
Sabato mattina, il sindaco di Alghero Mario Conoci ha ricevuto negli uffici di Porta Terra il rappresentante territoriale dell´Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Franco Santoro. L´Amministrazione comunale collabora con l´Uici
30/12/2020
496 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (due in meno rispetto al dato di ieri), mentre è di 44 (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)